Omelie 2018 di don Giorgio: FESTA DI TUTTI I SANTI

1 novembre 2018: TUTTI I SANTI
Ap 7,2-4.9-14; Rm 8,28-39; Mt 5,1-12a
Quanti e chi sono?
Oggi, in tutta la Chiesa cattolica, si celebra la Festività di tutti i Santi.
Quanti siano, nessuno lo sa. Nel primo brano, tolto dal libro dell’Apocalisse, troviamo scritto: “… apparve una moltitudine immensa, che nessuno poteva contare… “.
Chi siano, anche questo non lo  sappiamo, ma per il fatto che il numero sia incalcolabile e che i santi provengano, come scrive ancora l’autore dell’Apocalisse, ”da ogni nazione, razza, popolo e lingua”, questo ci porta a pensare che i santi possano essere ovunque, anche tra i nostri cari, anche in casa nostra, ovvero tra la gente più comune.
Già tutto questo, ovvero il fatto che si tratti di una immensa moltitudine che è presente in ogni angolo dell’umanità e il fatto che la santità non sia classificabile o una prerogativa delle persone più eccezionali, è in pratica una contestazione della canonizzazione ecclesiastica, secondo cui una persona viene dichiarata ufficialmente beata o santa, se ha osservato durante la sua esistenza, quasi in modo palesemente eroico, certe virtù canoniche, ovvero le virtù stabilite tali dalla stessa Chiesa ufficiale.
Sì, la festa di oggi è come, paradossalmente, una rivincita del criterio di Dio sul criterio ecclesiastico. E già il fatto che la gerarchia ufficiale canonizzi solo i credenti all’interno della Chiesa cattolica è una riduzione della paternità universale di Dio.
Oggi, dunque, è la festa di tutti i santi, ovvero di coloro che hanno seguito, ciascuno su una delle infinite strade del Mistero divino, quelle indicazioni o stimolazioni di libertà, che trovano la loro sorgente nel fondo più fondo del proprio essere interiore.
Se potessimo, anche solo per un attimo, rientrare dentro di noi, nel nostro essere più spoglio di ogni condizionamento esteriore, ci scopriremmo compagni di viaggio di una moltitudine universale di altri spiriti in cammino verso l’Eterno: spiriti proveniente da ogni parte del mondo, di ogni razza, di ogni cultura e ogni credenza religiosa.
Felicità e beatitudine
Il Vangelo di oggi presenta, nella versione di Matteo, la famosissima pagina delle “beatitudini”. Per cogliere il senso più profondo delle parole di Gesù, occorre anzitutto spiegare il senso della parola “beatitudine”. Ovvero: Gesù che cosa intendeva dire con la parola “beato”?
Certamente, Gesù non parlava in greco, ma in aramaico. Ma i Vangeli ci sono stati tramandati nella versione greca. In greco, c’è la parola “makàrios”, tradotta in italiano con “beato”. Già interessante sapere che “makàrios” richiama il greco “makròs”, che significa “grande”, poi spiegheremo in che senso questo aggettivo vada inteso. Dunque, il Discorso della Montagna inizia con “makàrioi”, ovvero “beati”.
Qualche riflessione.
La beatitudine è una parola che sembra scomparsa dal nostro linguaggio quotidiano, e sostituita con altre parole, ma con significati del tutto diversi.
Eppure, presso gli antichi, la beatitudine era la condizione privilegiata dello spirito, liberatosi dell’ego, mediante la rinuncia a se stessi e il distacco da ogni condizionamento.
Lo spirito oggi è scomparso dalla classica antropologia, risalente agli antichi filosofi e allo stesso San Paolo, secondo cui l’essere umano è composto: a) di corpo: la parte più esteriore; b) di anima: la parte diciamo intermedia; c) di spirito: la parte più profonda, più interiore dell’essere umano.
Oggi si preferisce parlare di piacere (che concerne il corpo) e di felicità (che concerne l’anima o la psiche), ma nessuno parla di beatitudine, perché lo spirito è scomparso dalla considerazione della mentalità odierna. Anche la psicanalisi ne fa a meno.
Eppure, lo spirito è la parte più interiore dell’essere umano, perciò è la realtà essenziale, e la beatitudine è lo stato spirituale del vero ben-essere, ed è soltanto con la morte dell’anima come “psiche” che la beatitudine si può raggiungere. L’ha detto Gesù Cristo: “Chi ama la propria vita (in greco, psiche), la perde e chi odia la propria vita (psiche) in questo mondo, la conserverà per la vita eterna” (Gv 12,25).
Si possono avere, anche se solo per un tempo determinato, perciò in modo provvisorio, il piacere legato al corpo e la felicità legata all’anima, ma la beatitudine non è qualcosa che si ha o si prova come una gioia legata ai sensi o di natura psicologica.
Dicono i grandi Mistici: la beatitudine riguarda l’essere; non si ha beatitudine, ma si “è” beatitudine.
Del resto, Matteo, a differenza di Luca, che è più radicale, spiritualizza le beatitudini. Evidenzia: “beati i poveri in spirito”.
La nobiltà dell’essere umano
Prima dicevo che il termine greco “makarios” (beato) richiama “makròs”, che significa “grande”. Ma come intendere “grande”? Non si tratta di qualcosa di eccezionale visto dall’esterno: ecco perché certe canonizzazioni canoniche si sono allontanate dal criterio di Dio di valutare la santità. Il grande mistico medievale Meister Eckhart parlava di “uomo nobile”, ma nel suo essere interiore. L’uomo è nobile quando scopre dentro di sé il mondo del Divino, e gli fa spazio, più spazio possibile.
La grandezza, dunque, non sta nella eccezionalità di un agire esteriore, ma nella spogliazione interiore, per cui Dio può agire nel profondo del nostro essere.
Spiegata la parola “beato”, credo che ora sia più facile leggere e intendere nel senso giusto le parole di Gesù, che introducono il famoso Discorso della Montagna.
Come vedete, forse dovremmo usare un altro occhio per leggere non solo il Vangelo, ma l’intera Bibbia, o la Parola di Dio. Oggi, abituati come siamo a stare all’esterno, usando gli occhi fisici o solo di una mente superficiale, ci siamo paurosamente allontanati dalla realtà divina, che agisce anzitutto all’interno del nostro essere, per poi “spiritualizzare” anche il nostro agire.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi