Omelie 2019 di don Giorgio: FESTA DI TUTTI I SANTI

1 novembre 2019: TUTTI I SANTI
Ap 7,2-4.9-14; Rm 8,28-39; Mt 5,1-12a
Venerare i santi, ma come e perché?
Oggi, festa di tutti i santi: che significa onorare i santi?
Onorare richiede un culto, che può consistere in una particolare venerazione o devozione.
La Chiesa vieta l’adorazione dei santi: solo Dio va adorato. Mi chiedo come frenare la devozione popolare  che non si accontenta di una semplice venerazione.
Che certi santi abbiano ancora un certo fascino sul popolo è un dato di fatto, e il popolo, invece di ammirare nel santo la sua ricerca mistica del Bene Assoluto, si limita a sfruttarlo in vista di qualche intervento miracoloso.
Questo già fa capire che il nostro rapporto con i santi è la conseguenza di una concezione limitata o amputata della visione della realtà dell’essere umano. Le grazie che si chiedono ai santi sono particolarmente rivolte alla salute fisica e talora anche psichica, dimenticando così che il santo è tale perché ha scoperto e vissuto l’esperienza spirituale, quella cioè che riguarda lo spirito interiore dell’essere umano.
Sono convinto che, quando la Chiesa canonizza un santo, lo faccia stabilendo come criterio ufficiale l’esercizio eroico di certe virtù, stabilite dalla stessa Chiesa, che riguardano il comportamento esteriore. Come fa ad agire diversamente, se la Chiesa non ha la prova visibile, dimostrabile, verificabile dell’agire di una persona da canonizzare? Dunque, il santo viene giudicato tale dal suo comportamento esteriore.
Le Beatitudini
Il brano del Vangelo di oggi è la famosa pagina delle Beatitudini. Già la parola greca makariòtes, “beatitudine”, ci indica dove scoprire il segreto della santità o nobiltà (termine caro ai mistici) di una persona.
La santità non sta nelle opere esteriori, ma in una realtà umanamente incontrollabile e religiosamente giudicata in relazione a qualcosa di strutturale, come appunto può essere una religione o, per noi cristiani la Chiesa istituzionale. La santità sta nell’incontro interiore dello spirito umano con lo Spirito divino.
Ecco, qui sta la beatitudine, l’essere beato che la Chiesa ha indebitamente esteriorizzato, riconoscendo ufficialmente la santità di una persona dall’esercizio esteriore di alcune virtù, stabilite da lei.
La beatitudine riguarda, dunque, lo spirito, a differenza del piacere che riguarda il corpo o carnalità, e a differenza della felicità che riguarda l’anima o psiche.
Gesù non parla di piaceri o di felicità, ma di beatitudine, e la beatitudine richiama qualcosa di grande. Il termine greco makariòtes richiama makròs, “grande”.
Dunque, si è grandi quando lo spirito dell’essere umano viene a contatto, in dialogo, con lo Spirito divino. Noi, invece, giudichiamo grande tutto ciò che riguarda la corposità di una cosa o la felicità sempre legata a qualcosa di esteriore o di passionale.
“Beati i poveri” 
Soffermiamoci ora sulla prima beatitudine: “Beati i poveri in spirito perché di essi è il regno dei cieli”.
Specifichiamo subito una cosa. A differenza di Luca che anch’egli parla di beatitudini (sono solo quattro a cui contrappone quattro maledizioni, ma lo fa in modo del tutto radicale, rivolgendosi direttamente ad esempio ai poveri in quanto poveri materialmente), Matteo invece “spiritualizza” le beatitudini. Gesù dice: “Beati i poveri in spirito…”. Dunque, per Gesù beatitudine è la povertà “spirituale”, e non tanto quella materiale.
Ma che significa “povertà spirituale”? Attenzione: Gesù non dice “povertà di spirito”, come se lo spirito fosse assente, ma dice “povertà nello spirito”. È esattamente una cosa diversa.
Qui sta la realtà autentica della beatitudine, che coglie l’essere umano nella sua realtà spirituale. Cristo dice che si è beati quando si entra nel proprio essere, e nel fondo dell’anima si coglie lo Spirito di Dio.
La beatitudine, dunque, riguarda lo spirito, e non l’esteriorità dell’essere umano. Certo, anche a Gesù interessava il mondo dei poveri materialmente, ma ciò che lo preoccupava era la povertà priva di spirito, che è anche dei poveri materiali, ma soprattutto di chi ha e si accontenta di fare del proprio avere una fonte di piaceri e di felicità.
Se avessimo capito subito la beatitudine di Cristo sulla povertà di spirito e nello spirito, ovvero della povertà che è priva dello spirito e della povertà che è ricca dello spirito, avremmo, anche come Chiesa, evitato di prendere strade sbagliate.
Che significa “povertà nello spirito”?
Qui non possiamo non mettere in gioco la Mistica. D’altronde, appena si parla di spirito, non possiamo non richiamare la grande Mistica.
Per la Mistica povertà è rinuncia, distacco, altro che possesso, appropriazione. Lo Spirito santo agisce nel nostro essere purificandoci da ogni eccesso di avere, addirittura ci spoglia di ogni avere che possa entrare in conflitto con la realtà dello Spirito.
Dire “povertà nello spirito” e dire distacco da tutto ciò che frena o blocca lo Spirito è la stessa cosa.
Povertà allora, che è beatitudine, non è tanto una assenza di beni materiali, ma ricchezza spirituale: ci si spoglia liberamente di tutto ciò che lede la nostra libertà interiore.
Essere “poveri nello spirito” significa essere liberi interiormente, per essere poi, nel nostro agire, liberi senza farci condizionare da nessuno.
Se per la Mistica anzitutto, prima di tutto, c’è il distacco che è superiore a qualsiasi virtù, proprio perché la virtù si esercita solo nel distacco dalle cose, possiamo allora capire perché Gesù introduce le Beatitudini con la “povertà nello spirito”.
Non credo che Gesù, parlando di Beatitudini, si fosse rivolto solo ai suoi più stretti discepoli, e non credo che la Mistica sia una cosa da specialisti, e allora rendiamocene conto: usciamo dal cerchio magico dei piaceri e della felicità legati alla esteriorità del nostro essere, e riscopriamo, una buona volta, il tesoro del nostro essere interiore. Qui sta la beatitudine di Cristo. Qui sta la nostra vera felicità che è quel ben-essere, il cui respiro è lo Spirito santo.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi