Omelie 2021 di don Giorgio: FESTA DI TUTTI I SANTI

1 novembre 2021: TUTTI I SANTI
Ap 7,2-4.9-14; Rm 8,28-39; Mt 5,1-12a
“Mi sento ardere da grandi desideri”
Ma “a che serve la nostra lode ai santi, a che il nostro tributo di gloria, a che questa stessa nostra solennità?”.
Con questa domanda comincia una famosa omelia di san Bernardo per il giorno di Tutti i Santi.
È la domanda che ci si potrebbe porre anche oggi. E attuale è anche la risposta che il Santo ci offre:
“I nostri santi – egli dice – non hanno bisogno dei nostri onori e nulla viene a loro dal nostro culto. Per parte mia, devo confessare che, quando penso ai santi, mi sento ardere da grandi desideri”.
Uno commenta: “Ecco dunque il significato dell’odierna solennità: guardando al luminoso esempio dei santi risvegliare in noi il grande desiderio di essere come i santi: felici di vivere vicini a Dio, nella sua luce, nella grande famiglia degli amici di Dio. Essere Santo significa: vivere nella vicinanza con Dio, vivere nella sua famiglia. E questa è la vocazione di noi tutti, con vigore ribadita dal Concilio Vaticano II, ed oggi riproposta in modo solenne alla nostra attenzione”.
Che dire? Anzitutto mi hanno colpito le parole di san Bernardo: “quando penso ai Santi mi sento ardere da grandi desideri”. Che significa?
La Chiesa istituzionale canonizza una moltitudine di Santi, presentandoceli come esempi e modelli, e questo andrebbe rivisto, ridiscusso, per non cadere nel più grosso errore di spostare la nostra attenzione dalle beatitudini evangeliche alla storicità di un santo che oggi può dire nulla o ben poco, e se dice qualcosa è solo perché potrebbe stimolarci a rimeditare le Beatitudini di Cristo. Ciò che ha fatto un santo ci interessa relativamente, o quasi nulla. Ci interessa casomai come ha saputo incarnare nella sua vita o, meglio, “spiritualizzare” le Beatitudini evangeliche.
Già la parola “beatitudine”, in greco μακαριότης, makariòtes, un termine che richiama makròs, “grande”, ci invita ad allargare il nostro pensiero che, da ristretto o piccolo (μικρός, in greco) diventa grande (“makròs”).
Che cos’è allora la beatitudine evangelica?
È quella grandezza d’animo o nobiltà interiore, che c’è, quando il nostro essere nella sua realtà più interiore si apre al Mistero divino, il quale ci immerge in lui, o ci inonda con la sua Grazia, come l’acqua che, rompendo gli argini di un fiume, allaga la pianura.
Dire beatitudine e dire grazia è la stessa cosa: si è beati nella nostra realtà interiore, quando il nostro spirito si unisce con lo Spirito divino.
Capite allora che tutto ciò che si fa conta relativamente. Non è l’esteriorità o la carnalità di un santo che ci deve interessare. Conta è “ciò che si è”, e non “ciò che si fa”.
Certamente, “ciò che si è” incide poi sul proprio agire, in ogni caso non è la spettacolarità di ciò che uno ha fatto che determina la santità: “questo è più santo di un altro perché ha fatto questo o quello, perché ha compiuto i miracoli o perché ha avuto eccezionali visioni mistiche”.
La Chiesa istituzionale ci ha sempre giocato bene sui santi, anche perché ha scelto da canonizzare le persone più ortodosse e, con il passare del tempo, è riuscita a mettere l’aureola perfino sulla testa di dissidenti, togliendo loro quella forte carica interiore che li aveva resi ai loro tempi così scomodi da essere scomunicati. Potrei fare molti esempi.
La Chiesa prima scomunica e poi esalta, ma esalta gli scomunicati, castrandoli nella loro più profonda interiorità. E ci riesce, perché basta poco a ingannare il popolo, sempre alla ricerca di qualche santo, non importa chi, pronto a elargire qualche grazia a buon mercato.
E qui sorge un’altra domanda: la gente come prende i santi? Per la loro profonda fede nel Mistero divino, oppure perché distribuiscono grazie a buon mercato?
E la cosa allucinante, vergognosa, direi oscena, blasfema da parte del clero è favorire questo culto cadaverico e superstizioso.
Pensando ai santi, dunque, come ha detto san Bernardo, è sentire “ardere da grandi desideri”. Desideri di quella santità o Nobiltà che è la vera beatitudine secondo le parole di Cristo.
Basterebbe la prima Beatitudine per cogliere l’Essenzialità del Regno di Dio: “Beati i poveri in spirito”. Attenzione: non c’è scritto “poveri di spirito” ma “in spirito, nello spirito”. Poveri perché lo spirito è la fine di ogni carnalità: ci si spoglia di tutto, per essere liberi nello spirito.
Grosso modo, possiamo dire che, se la carne o il corpo parla di piaceri e la psicologia e la psicanalisi parlano di felicità, la Mistica parla di Beatitudine, ed è quella che riguarda lo spirito.
Dunque, siamo composti di tre elementi: corpo o carne, anima o psiche, e spirito.
Parlare di piaceri carnali come fa la società di oggi, o di felicità come fa il mondo psichico è riduttivo e pericoloso.
Lo spirito, di cui nessuno o ben pochi parlano, è la parte essenziale del nostro essere.
Senza lo spirito siamo come monchi, ed è per questo che la società non potrà mai migliorare.
Il mondo carnale dice: “Sei felice, se ti godi qualche carnalità!”.
Gesù dice: “Sei beato, se svuoti lo spirito di ogni carnalità, lasciando a Dio la libertà di impossessarti del tuo mondo interiore”.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi