Omicron, Bindi: “Per vaccinare l’Africa liberalizzare i brevetti”. E sul Quirinale: “Io non ci penso”

da la Repubblica
30 Novembre 2021

Omicron, Bindi:

“Per vaccinare l’Africa liberalizzare i brevetti”.

E sul Quirinale: “Io non ci penso”

di Giovanna Casadio
L’ex ministra della Salute critica la manovra: “Va tolto il tetto di spesa per il personale sanitario, mancano migliaia di medici e infermieri. Il fondo per la spesa ordinaria è insufficiente”
“Nella legge di bilancio sulla sanità va tolto il tetto di spesa per il personale. Mancano migliaia di medici, infermieri e professionisti sanitari”. Rosy Bindi, l’ex ministra della Salute, ex presidente del Pd, cattolica democratica, passa al setaccio le misure contenute nella manovra. Avverte del rischio di trasformare il ministero della Salute in quello dei vaccini, perché in piena pandemia occorre comunque avere uno sguardo d’insieme. Ma soprattutto, mentre la variante Omicron avanza in un continente, l’Africa, con un bassissimo tasso di vaccinazione, torna sulla liberalizzazione dei brevetti dei vaccini: “Vince Big Pharma perché la politica è debole. Ma così perdiamo tutti. È stato dimostrato che i produttori di vaccini incrementano le loro casse di 4 milioni di dollari ogni ora. È accettabile? Si può fare tanto profitto sulla sofferenza delle persone?”.
Bindi, gli investimenti per la Sanità sono sufficienti in manovra?
“Innanzitutto va detto che gli investimenti previsti dal Pnrr sono importanti e giustamente orientati verso le cure domiciliari e la medicina di prossimità, ma non si può dire altrettanto delle risorse, insufficienti, del Fondo sanitario per far fronte alla spesa ordinaria. Da troppo tempo la Sanità è sotto finanziata e il sistema pubblico si è molto indebolito. Per di più l’aumento della spesa farmaceutica nel triennio rischia di assorbire quasi tutto l’incremento a scapito di settori fondamentali, come quello del personale, che sono in grande affanno”.
E c’è un tetto alle assunzioni nella Sanità, ma non è qui che c’è la maggiore carenza di personale?
“Infatti il tetto di spesa per il personale va abolito. Mancano migliaia di medici, infermieri e professionisti sanitari. È necessario rimuovere ogni blocco nelle assunzioni fino a colmare l’effettivo fabbisogno. La salute non si assicura solo con i farmaci, le strutture e le tecnologie, ma con le cure che solo medici formati e motivati possono assicurare È arrivato il momento di organizzare gli Stati Generali del personale pubblico della Sanità”
I due miliardi per vaccini e farmaci anti Covid però, sono una buona dote?
“È una cifra ragionevole per far fronte ad una pandemia che ogni giorno si presenta sempre più imprevedibile. Il nostro Paese si sta comportando bene, meglio di molti altri e deve continuare a vigilare senza abbassare la guardia”.
Il ministero della Salute si sta trasformando nel ministero ai vaccini?
“È un rischio reale. Capisco l’emergenza Covid, tuttavia non vinceremo questa guerra se non affronteremo i problemi di tutto il sistema. Pensiamo alle troppe disuguaglianze tra le varie regioni, all’esplosione delle strutture private, alle liste d’attesa, ai viaggi della speranza. Alle difficoltà dei medici di famiglia, di cui va ripensato il ruolo. Segnali significativi non ne vedo. Anzi nella legge di bilancio cI sono addirittura incentivi al privato. E ogni regione va per la propria strada! Non si esclude neppure la privatizzazione delle Comunità delle salute”.
Variante Omicron, l’Africa è in balia dei contagi? Ma l’Africa è vicina.
“Tutto il mondo è vicino e ci entra in casa. Fin quando non sarà vaccinato l’ultimo bambino dell’ultimo villaggio dell’Africa, dell’Asia, dell’America del Sud non riusciremo a superare la pandemia. Non è solo un imperativo etico è una vera e propria convenienza”.
Sulla liberalizzazione dei brevetti dei vaccini, che lei tra i primi ha sostenuto, niente da fare. Vince Big Pharma?
“Vince Big Pharma perché la politica è debole. Ma così perdiamo tutti. È stato dimostrato che i produttori di vaccini incrementano le loro casse di 4 milioni di dollari ogni ora. È accettabile? È concepibile mentre le economie di tutto il mondo sono in affanno? Si può fare tanto profitto sulle sofferenze delle persone? Neppure l’Europa e gli Stati Uniti saranno in grado di sostenere un costo così alto”.
Al premier Draghi, cosa chiede?
“Di far valere tutta la sua autorevolezza sul piano europeo e globale perché la politica guidi i processi di cambiamento e non subisca l’arroganza delle potenze economico finanziarie”.
Meglio che Draghi resti a Palazzo Chigi?
“Penso che dovrebbe restare a Palazzo Chigi per il bene dell’Italia e dell’Europa. Ma temo che gli chiederanno di salire al Quirinale perché su di lui i grandi elettori potranno trovare un’ampia convergenza”.
Lei ha un buon numero di supporter che la vorrebbero al Quirinale, ci sta pensando?
“Sono molto grata a quanti fanno il mio nome. Ma sono anche molto serena perché credo che non accadrà e non ci penso proprio”.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi