La messa del Papa con Becciu e il capitello di Vèzelay

www.huffingtonpost.it
BLOG
02/04/2021

La messa del Papa con Becciu

e il capitello di Vèzelay

Ma Papa Francesco è un cerchiobottista? Qual è il vero Bergoglio: quello del discorso di inizio dell’anno giudiziario o quello del giovedì santo col cardinale?
Maria Antonietta Calabrò
Giornalista
Ma Papa Francesco è un cerchiobottista? La notizia che ieri abbia dato forfait alla Messa in Coena Domini (che ricorda l’Istituzione dell‘Eucarestia e da inizio al Triduo Pasquale) nella Basilica di San Pietro e invece alla stessa ora abbia detto messa privatamente insieme al cardinale Becciu a casa sua, sembra contrastare con le solenni parole pronunciate sabato scorso per l’apertura dell’anno giudiziario del Vaticano in cui spronava i magistrati a essere incisivi nella lotta contro i crimini finanziari, con un indiretto ma evidente riferimento anche alle indagini in corso sull’acquisto del Palazzo di Londra di Sloane Ave che è costato sei mesi fa il posto a Becciu.
Discorso, si noti, pronunciato quando la messa in casa Becciu era già stata decisa (e il forfait alla Basilica annunciato ufficialmente dalla Sala Stampa vaticana, che nonostante le richieste non ha mai voluto spiegare cosa nel frattempo avrebbe fatto il Papa).
Qual è il vero Bergoglio: quello del discorso di inizio dell’anno giudiziario o quello della Messa con Becciu?
Quello che ha tolto fino all’ultimo euro dalle casse della Segreteria di Stato (realizzando la riforma voluta dall’inizio del Pontificato dal molto avversato cardinale Pell)? Oppure quello che ha autorizzato Becciu a rendere noto che ieri aveva celebrato con lui nel giorno più importante per la vita dei preti, il giorno in cui Cristo ha istituito lo stesso sacerdozio?
Quello che ha ampliato enormemente i poteri dei pm vaticani in uno degli ultimi Motu proprio in materia penale, stabilendo la formale indipendenza da ogni atro potere (anche da quello esercitato dal sovrano) nel piccolo stato? Oppure quello che a partire dalla prima telefonata rivelata dall’Huffpost ha continuato a vedere e sentire il cardinale?
Naturalmente, la “cordata“ di Becciu ha subito sottolineato, in un modo clericale che non avrà fatto piacere a Santa Marta, che la Messa coincide praticamente con un’assoluzione “giudiziaria”, perché l’inchiesta sarebbe stata smontata da una sentenza inglese che riguarda un sequestro di denaro richiesto dai pm nei confronti del finanziere Torzi.
Ma chi non cade vittima del muro di specchi di interessati storytelling, sa che la sentenza di Londra non riguarda minimamente il periodo in cui Becciu era sostituto della Segreteria di Stato (ma fatti compresi tra il novembre 2018 e il maggio 2019, quando il cardinale era a capo della Congregazione delle cause dei Santi) e coinvolge solo la sistemazione finale dell’affare di Londra, che afferma la stessa sentenza inglese iniziò addirittura nel dicembre 2012, poco prima delle dimissioni di Ratzinger (chissà perché?).
Inoltre sa che il sequestro di Londra, se confermato, avrebbe riguardato una cifra minore, meno di 800 mila euro, mentre la stessa sentenza ricorda che un sequestro riconducibile a Torzi per 10 milioni di euro è stato autorizzato su richiesta del Vaticano dalla Svizzera in passato. E che pochi giorni fa ben quattro sentenze del Tribunale federale svizzero di Bellinzona hanno confermato ingenti sequestri (inferiori a 300 milioni di euro, che è il danno stimato dal Vaticano alle casse della Segreteria di Stato, così si legge in queste sentenze) al finanziere che per 27 anni ha gestito i conti della Terza Loggia ed è stato artefice dello schema finanziario per l’acquisto del Palazzo.
Allora cosa significa il gesto del Papa? Proprio ieri l’Osservatore Romano ha pubblicato la riproduzione di un quadro che il Papa tiene dietro la sua scrivania: Gesù che, sceso dalla croce, abbraccia Giuda, il traditore che si è impiccato. Si sa del resto che una delle iconografie più amate da Bergoglio è il capitello medievale di Vèzelay, in cui il Buon pastore si mette sulle spalle il corpo di Giuda suicida. Il Buon pastore, quello che lascia le 99 pecorelle che sono al sicuro e va in cerca di una sola. E in questo, dice il Vangelo, in Cielo c’è una grande gioia. E “gioia” è la parola con la quale ha voluto commentare Becciu (che ha sempre protestato la sua innocenza) la Messa con il Papa.
La giustizia vaticana poi farà il suo corso.

1 Commento

  1. Simone ha detto:

    Caro don Giorgio,
    buona Pasqua!
    Questi scoop iniziano ad annoiarmi quanto le prediche del vescovo Mario. Non commento l’omelia della messa crismale e quelle del triduo..solito deserto.
    Siamo un’orchestra che si sta accordando; siamo sempre al tema di fare quel che dico io altrimenti non va bene.
    Io ho 12 anni di lavoro, pochi, 4 esperienze diverse e diversi capi. Beh, bisognerebbe ripassare il significato del verbo collaborare. Perché non significa obbedire a quel che dico io ma contribuire con le proprie capacità e sensibilità.
    Piuttosto dica obbedire ma non parli di collaborazione quando quello che cerca é una pletora di soldatini.
    Doveva essere una nuova Pasqua; per me è risultata una Pasqua vuota e sterile.
    Auguri.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi