Emma attaccata sui social per aver difeso la capitana Carola Rackete: “Solo una parola: vergogna”

da la Repubblica

Emma attaccata sui social

per aver difeso la capitana Carola Rackete:

“Solo una parola: vergogna”

Offese e ingiurie contro la cantante che risponde a una hater: “Che bella cosa non essere come te”. Anche messaggi di sostegno, tra cui quelli di Paola Turci e Fiorella Mannoia: “Scatenatevi pure. I vostri insulti sono come medaglie”.
01 luglio 2019
“Stupidella”, “povera stronza”, “cogliona”: sono solo alcuni degli insulti a Emma Marrone solo perché ha alzato la voce sui suoi profili social esprimendo solidarietà alla capitana della Sea Watch, Carola Rackete, accolta da offese e ingiurie al suo arrivo a Lampedusa. E come era già successo qualche mese fa (quando ha reagito rispondendo dal palco agli insulti sessisti perché aveva difeso la Sea Watch), la cantante non ha abbassato lo sguardo ma ha risposto alle offese, a una in particolare, ravvivando la polemica con una lunghissima scia di commenti in cui spiccano anche i messaggi di sostegno delle colleghe Paola Turci, Fiorella Mannoia, ma anche di Tommaso Paradiso, attaccati a loro volta dalle risposte rabbiose degli utenti che si erano già scagliati contro Emma.
“Solo una parola: vergogna” ha scritto Emma accompagnando il video dell’arresto della capitana, portata via dai finanzieri tra i fischi e le urla offensive dei contestatori. “Il fallimento totale dell’umanità. L’ignoranza che prende il sopravvento sui valori e sul rispetto di ogni essere umano.
Stiamo sprofondando in un buco nero. Che amarezza”. Questo post ha dato il via a migliaia di reazioni: “Ma pensa a cantare che a governare ci pensano gli altri”, “Fossi in te mi preoccuperei a cantare e a girare filmetti che di falso buonismo ne abbiamo abbastanza, anche senza il tuo intervento”, e ancora “Povera stronza. Rispetta la tua nazione e la tua terra prima di aprire la bocca”, “Una stupidella che canticchia canzoncine si permette di fare la morale a chi tutti i giorni cerca di salvare la propria Patria dal ‘buco nero’ creato dai clandestini”, “Chi ha la fortuna di essere una discreta cantante non è automaticamente una filosofa di vita. Resta nel tuo mondo”.
“È più triste che siano molte donne a scrivere queste cose” commenta qualcuno, ed è una donna che scrive: “Cogliona, canta che ti passa”. È questo l’unico post che Emma riprende su Twitter e risponde: “Ciao Monica. Che bella cosa non essere come te. Che bella cosa non essere te. Eh sì, meglio cogliona, fidati”. Un tweet che riceve moltissimi messaggi di sostegno: “Resistenza. Resisti a questi insulti. Emma, fallo per noi. È per gente come te che abbiamo ancora speranza che il mondo non sia così disumano come appare”, “Quando la gente è nulla l’offesa è zero. Ricordati sempre questa cosa. Perché tu splendi, sempre, a differenza loro”. Anche la solidarietà delle colleghe Paola Turci e Fiorella Mannoia: “Avanti, scatenatevi pure. I vostri insulti sono come medaglie”.

 

7 Commenti

  1. Giuseppe ha detto:

    Ce ne fossero di persone con la schiena dritta e il temperamento di Carola ed Emma (e Greta). Esistono anche leggi ingiuste e disumane! Pensiamo per un attimo alle leggi razziali naziste che il Duce ossequioso promulgò anche nel nostro sonnacchioso paese…

  2. pol ha detto:

    già…però non è che necessariamente si debba concordare su tutto.
    Se ad esempio io sono contro la politica di Salvini, come in effetto lo sono, e contro le offese alla cantante italiana (ma in generale contro le offese a chiunque dica il proprio pensiero), non per questo condivido lo speronamento.
    Credo ci siano aspetti vari da considerare, e non sempre tutto giustifica tutto. Credo infatti, da quello che mi viene detto da persone ben pù esperte di me in fatto di leggi italiane, con cui ho avuto occasione di scambiare qualche opinione in questi giorni, che la capitana forse non rischia tanto per il reato relativo all’immigrazione, ma per tentato omicidio, e sicuramente i militari non si trovavano lì per diletto, ma per rispondere a oridini superiori.
    Sempre secondo chi più esperto di me, Emma semmai rischia di commettere…si chiama apologia di reato?…..
    Vedo che la questione infervora molto gli animi….
    Io, ripeto, non condivido certe politiche, e forse ho meno certezze, anche perchè non sono un esperto di legge, rispetto a chi si schiera certo di avere la verità in tasca, ma mi sento più sicuro rispetto al fatto dello speronamento.

    • Don Giorgio ha detto:

      Ah, ah ah, sei comico! La capitana salva vite umane e poi è accusata di uccidere le Guardie di finanza. Ah, ah, ahg, quanto sei comico!

    • diogene ha detto:

      OK, ma sarebbe anche ora di aprire gli occhi… parlare di “speronamento” di nave da guerra e “tentato omicidio” mi sembra un po’ troppo!!!

      • Don Giorgio ha detto:

        Non sanno a quale santo appellarsi, eppure il Gip ha parlato chiaro, chiarisismo. Ma i tonti leghisti continuano a offendere gli eroi, per salvare il loro capitano, un pezzente crimninale.

    • pino ha detto:

      ma avete visto il filmato dello speronamento?
      le 2 navi sembrano ferme,

    • pino ha detto:

      dove sta il reato se il viminale aveva autorizzato l attracco ? stando a quanto dichiarato in parlamento dal ministro dell’Interno Matteo Salvini in risposta a un’interrogazione del deputato Nicola Fratoianni, il Viminale aveva autorizzato l’attracco in porto a Lampedusa per la mattina del 29 giugno;

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi