Quest’anno il Nobel per la pace Abiy ha speso un miliardo per la guerra

Il primo ministro etiope Abiy Ahmed – Ansa
da AVVENIRE
30 novembre 2021
Africa.

Quest’anno il Nobel per la pace Abiy

ha speso un miliardo per la guerra

Francesco Palmas
Da gennaio il premier ha investito in sistemi sempre più efficaci Ha concluso accordi con Ankara Stabilito un ponte aereo per le forniture dalla Cina. Ma nulla supera gli «aiuti» di Abu Dhabi e Dubai
Armi, armi, maledette armi. Un flusso drammatico e crescente sta alimentando la guerra etiope nel Tigrai. Da inizio 2021, almeno un miliardo di dollari sono stati bruciati dal premier Abiy Ahmed per procurarsi sistemi sempre più mortiferi, in una guerra che gli è già costata fra i 2,5 e i 3 miliardi di dollari.
Ad agosto scorso, Ahmed era ad Ankara. Ha strappato ad Erdogan un’intesa militare e un accordo per la fornitura dei droni da bombardamento Tb-2, che hanno rovesciato le sorti del conflitto in Libia e deciso la vittoria degli azeri sugli armeni. Sembra che Ankara, ansiosa di galvanizzare il suo rinascente “impero africano”, abbia stretto un patto di ferro con l’agenzia spionistica etiope Insa, a cui avrebbe fornito consulenti e tecnici per assemblare in loco almeno 10 droni. I turchi garantirebbero anche l’addestramento e il pilotaggio iniziale. Hanno una gigantesca base militare in Somalia e i loro specialisti fanno la spola fra Mogadiscio e Addis Adeba. Hanno fornito agli etiopi anche mini-munizioni intelligenti, sganciabili in volo da droni, aerei ed elicotteri. Ai primi di ottobre, dopo uno tanti dei bombardamenti governativi, i ribelli tigrini hanno rinvenuto sul terreno i rottami di una di queste bombe che, secondo Analisidifesa e Mirko Molteni, documenterebbero il debutto dei droni d’attacco turchi nella guerra civile in corso. Ahmed avrebbe ottenuto da Erdogan anche 20 quadricotteri armabili con piccole munizioni, tutte di fattura turca, prodotte nei nuovi impianti di Roketsan.
________________________________________
2,5-3
miliardi è la cifra – in dollari – che il premier etiope Abiy Ahmed ha già speso nel conflitto dal 2020
10
i droni e 20 i quadricotteri forniti ad Abiy da Ankara, che punta a un suo “impero africano”
100
i voli cargo con cui, da agosto, la compagnia Fly Sky, basata negli Emirati, ha portato armi in Etiopia
________________________________________
La staffetta navale fra la Turchia, la Somalia e l’Eritrea permetterebbe il passaggio delle armi in Etiopia, molto spesso trasportate anche dai velivoli della compagnia di bandiera etiope. E un ponte aereo collega Chengdu, in Cina, con la base militare etiope di Harar Meda. Fluiscono così le munizioni per i droni forniti da Pechino all’alleato etiope. I cinesi si servono di trasporti strategici dell’ucraina Antonov Airlines, forse per non dare nell’occhio. Stanno fornendo armi che in mani etiopi degenerano. Le triangolano via Emirati: sono così arrivati in guerra droni adattati allo sgancio di granate da mortaio, che servono al governo Ahmed per attaccare terroristicamente i civili, non avendo altro valore militare.
La Cina, da primo partner e creditore del governo etiope, ne addestra gli ufficiali e sta provvedendo anche alle loro artiglierie terrestri, fornendo lanciarazzi multipli devastanti. Ma nulla supera per copiosità gli aiuti che Ahmed sta ricevendo dagli emiri di Abu Dhabi e Dubai. Da agosto 2021 ad oggi, più di 100 voli cargo della compagnia Fly Sky Airlines hanno inondato di fucili di precisione, pickup armabili, droni e munizioni le basi aeree etiopi. Fly Sky, pur basata negli Emirati, ha una flotta di aerei cargo registrati in Ucraina e in Kirghizistan.
Un modo per depistare i traffici. E anche l’Ethiopian Airlines partecipa al ponte aereo “armato”. Questa compagnia sta violando tutte le convenzioni internazionali. È complice dei giochi di Ahmed e delle sue pratiche belliche. Per rinsaldare l’alleanza sul campo con gli eritrei, Ahmed provvede da inizio conflitto a rifornire di armi e munizioni l’esercito amico. E lo fa servendosi dei voli civili della compagnia di bandiera, che spesso cambiano la rotta prestabilita per fare scalo a Massaua e Asmara, scaricare i “doni” e ripartire per la destinazione finale. Nel percorso tortuoso, i velivoli dell’Ethiopian spengono i sistemi di identificazione di bordo e spariscono dai tracciati prima di entrare nello spazio aereo eritreo.
Diventano voli fantasma, per poi riapparire sui tracciati dopo aver consumato gli illeciti. L’ha ben documentato la Cnn. In uno di quei voli c’erano bombe da mortaio, russe di origine, ma prodotte anche in Bulgaria e in Iraq. Se Sofia fosse implicata sarebbe grave. Significherebbe che un governo di un Paese dell’Ue avrebbe foraggiato il regime etiope per una guerra barbara. Un affare da seguire.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi