«Io femminista e antirazzista, criticata in patria come Roberto Saviano»

da L’Espresso
Quale otto marzo

«Io femminista e antirazzista,

criticata in patria come Roberto Saviano»

Va riscritto il contratto sociale tra i sessi, dice Sylvana Simons.  Che si batte in Olanda per portare alla luce del sole i conflitti nascosti. E per cambiare un paese che «per troppi anni ha nascosto la testa sotto la sabbia»
di GABRIELE CRUCIATA 
05 marzo 2019
Sylvana Simons ha appena compiuto 48 anni, e in Olanda è uno dei personaggio più in vista degli ultimi anni. Nata in Suriname, oggi stato indipendente ma all’epoca colonia olandese, si è trasferita ad Amsterdam a soli due anni. Diventata celebre a metà Anni Novanta come presentatrice tv di un programma per ragazzi, oggi fa parte del consiglio municipale della capitale olandese, ed è la paladina del movimento antirazzista e femminista.
«Ho scoperchiato un vaso di Pandora», racconta mentre parla della sua attività, iniziata un anno e mezzo fa e sfociata nella creazione di un partito politico ispirato ai principi di inclusione ed integrazione: «Agli olandesi non si può dire di esser razzisti, anche se spesso ce l’hanno scritto in faccia. È quello che succede a nascondere la testa sotto la sabbia per troppi anni».
Dice di sentirsi un po’ come Roberto Saviano, criticata in patria per aver sollevato un problema della sua comunità: «Io voglio contribuire a migliorare il mio Paese, che mi ha cresciuta e dato opportunità. Ma voglio che sia migliore di com’è adesso, specie per i più deboli. Mi hanno detto che ero in cerca di fama, che volevo solo distruggere l’immagine dell’Olanda. Hanno intervistato un mio ex partner per fargli dire che alimento odio e rancore. Ma più sparlano e più capisco che devo combattere».
Sylvana Simons denuncia non solo il razzismo, ma anche la condizione della donna nel Paese: ancora troppo svantaggiata, specie sul posto di lavoro.
Come giudica la condizione delle donne europee?
«Siamo ancora vittime di un sistema patriarcale, mi pare abbastanza evidente. Ma dobbiamo fare attenzione: che cos’è il patriarcato, se non una diretta espressione del capitalismo aggressivo e predatorio? Una volta non potevamo votare o uscire di casa, adesso guadagniamo meno di un uomo pur lavorando spesso di più e dovendo sobbarcarci le questioni domestiche. In Olanda, che è sempre il Paese del sesso, dell’erba e della libertà, le donne guadagnano il 17 per cento in meno degli uomini a parità di lavoro, e circa il 70 per cento delle donne olandesi non è economicamente indipendente. Il problema vero è che anche qui c’è una normalizzazione del fenomeno, esiste una sorta di contratto sociale tra uomo e donna secondo cui ancora oggi, nel 2019, l’uomo deve guadagnare di più e la donna può provare ad emanciparsi un pochino ma in fin dei conti deve fare da madre e occuparsi delle questioni casalinghe, altrimenti è una donna snaturata. Io non giudico nessuno, vorrei solo che ognuna fosse libera di trovare la propria dimensione senza costruzioni».
Lei e il suo partito cosa state facendo, per contrastare questa tendenza?
«Abbiamo avviato la proposta di istituire un ufficio comunale che si prenda cura delle circa 14mila madri single che vivono qui ad Amsterdam. L’87 per cento di loro appartiene a una fascia di reddito bassa, e ha difficoltà enormi a vivere in una delle città più care d’Europa. In Olanda esiste un welfare state abbastanza forte, ma non esiste una struttura di aiuto costante per le donne single. Purtroppo, l’ho vissuto sulla mia pelle: a poco più di vent’anni avevo un bambino piccolo e disabile, e un partner sparito nel nulla dopo anni di violenze. Avrei voluto che lo Stato fosse più al mio fianco, e ora mi batto affinché lo stesso non succeda anche ad altre donne».
Crede che ci sia bisogno di un network globale che unisca i movimenti femministi?
«Assolutamente sì, ma so anche che un movimento di portata internazionale dovrebbe affrontare il problema delle differenze politiche e culturali che ci sono paese per paese. Il rischio di imporre la cultura occidentale in tutto il mondo, facendo così il gioco della globalizzazione e del patriarcato, è veramente molto alto».

 

1 Commento

  1. Giuseppe ha detto:

    La signora Simons vive in Olanda, ma potrebbe risiedere in qualsiasi altro paese e la situazione sarebbe la stessa, se non addirittura peggiore. È inconcepibile che ancora oggi dopo millenni di storia e “civiltà” la donna sia costretta a sentire sulla sua pelle una discriminazione che non ha alcuna ragione di essere. Tra qualche giorno sarà la giornata internazionale della donna, che senso ha se al di là dell’aspetto folcloristico si continua a mancarle di rispetto?

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi