Omelie 2018 di don Giorgio: UNDICESIMA DOPO PENTECOSTE

5 agosto 2018: UNDICESIMA DOPO PENTECOSTE
1Re 18,16b-40a; Rm 11,1-15; Mt 21,33-46
Elia e i profeti di Baal
Il primo brano della Messa andrebbe letto da diverse angolature, cercando in ogni caso di non soffermarsi sulla parte finale, quando il profeta Elia, come scrive l’autore sacro (il brano di oggi ritiene comunque opportuno non riportare) ordina che i profeti di Baal vengano presi, fatti portare al torrente, e qui uccisi dallo stesso profeta. Comunque, non so come abbia potuto ucciderne 450! Meglio non immaginare l’orrenda scena!
Tuttavia, premetto che il profeta Elia mi è particolarmente simpatico e affascinante come perdente più che come vincente. Mi spiego.
Ogni profeta è un perdente
Ogni profeta, per la sua stessa natura, ovvero in quanto profeta dell’Assoluto, è uno sconfitto dal punto di vista umano. Ciò potrebbe sembrare una contraddizione, ma questa è la verità.
Chi sta dalla parte di Dio non potrà mai avvalersi del potere terreno: si troverà sempre in minoranza, in difficoltà, giudicato un folle e, di conseguenza, condannato alla solitudine ed emarginato, e talora condannato a morte.
Quando il profeta facesse prevalere in nome di Dio un certo potere, allora perderebbe il suo fascino di profeta o, meglio, il suo essere profeta.
Quindi, il profeta è anti-populista: il popolo non vedrà mai di buon occhio il profeta di Dio, proprio perché il profeta va al di là di ogni esigenza carnale o materiale di un popolo, che cerca cibi che nutrano il suo corpo.
Anche certe amicizie sono legami, condizionamenti, ovvero impongono limiti alla libertà dello Spirito interiore.
Il profeta parla e testimonia con la propria vita quella libertà interiore, che anche la religione può condizionare a tal punto da pretendere di imporre un’immagine di dio, che è in realtà l’idolo di se stessa nella sua struttura pesante, che è tutto l’opposto del Dio assoluto.
Il profeta non è accondiscendente con nessuno, non cerca nessun compromesso, non è pietoso con la gente, non si fa prendere da facili emozioni.
Nel profeta non rimane alcun posto per un sentimento compassionevole: duro con se stesso, con la gente, con le proprie credenze religiose.
Il profeta è ancor più che un buon pastore. Il buon pastore ha un gregge da curare, da proteggere, da amare, da comprendere. Il profeta è solo: la sua missione è dividere, essere una spada tagliente che separa.
L’ha detto Gesù Cristo: «Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; sono venuto a portare non pace, ma spada» (Mt 10,34).
La verità come tale separa dalla menzogna, la giustizia separa dall’ingiustizia, la libertà separa dalla schiavitù.
Il profeta è solo anche contro se stesso, qualora fosse tentato di farsi adulare dal popolo, che lo vorrebbe portavoce delle proprie esigenze carnali. Cristo, dopo il miracolo del pane, quando la folla lo vuole proclamare re, se ne va, solo, sul monte.
Il profeta è solo con il suo Dio, il quale, essendo Assoluto, è, come dice la parola “assoluto” (sciolta da…), svincolato da ogni legame che può compromettere la libertà dello Spirito interiore.
Il sarcasmo del profeta
Il linguaggio del profeta è talora paradossale, anche caustico, pungente, mordace, spesso sarcastico, ironico, senza peli sulla lingua, anche violento. Non dimentichiamo Gesù Cristo e i suoi contrasti con i dottori della legge.
In tutto il brano di oggi, ad esclusione della parte finale che è drammatica e diciamo inaccettabile, troviamo una forte ironia. Anzitutto Elia, prima che ai profeti di Baal, si rivolge al suo popolo, che è il vero responsabile del tradimento dell’Alleanza, e così lo accusa sarcasticamente: «Fino a quando salterete da una parte e dall’altra?».
Ecco, qui troviamo il tipico atteggiamento di un popolo o di una massa che, come in una caotica danza, saltella di qua e di là, ma l’immagine della danza può essere fuorviante: qui si tratta di una costante prostituzione, di un continuo tradimento dei valori, saltando da una sponda all’altra, là dove la massa vede un tornaconto, un interesse, una soddisfazione.
La realtà è sotto gli occhi di tutti: una massa di gente che saltella da una religione all’altra, da una coscienza all’altra, da una politica all’altra, e il tradimento è sempre pronto a cambiare sponda, a correre dietro a populisti che promettono fumo e cenere.
I populisti, ovvero i profeti di Baal, che il profeta Elia sfida ironizzandoli proprio nella loro inconsistenza, nella loro vacuità, nella loro menzogna di fondo, ecco sono pagliacci pronti da bruciare. È un’immagine, certamente, ma che dà l’idea della durata di fantocci che, proprio perché fantocci, saranno portati via dal vento della nuova libertà.
Anche qui la cosa impressionante è quanto Elia riconosce:  «Io sono rimasto solo, come profeta del Signore, mentre i profeti di Baal sono quattrocentocinquanta». Verrebbe voglia di chiederci: in una massa di gente che ha tradito la propria fede nei valori umani quanti giusti sono rimasti?
La lotta anche oggi è tra gli idoli e la coscienza di ciò che siamo, tra i messia di cartapesta e la realtà dell’essere umano, che la massa tradisce prostituendosi al sorgere di un nuovo idolo di cartapesta, ma la verità è questa: non è l’idolo di cartapesta a creare la prostituzione di una massa che vende la propria coscienza, ma è la massa a crearsi di volta in volta i propri idoli, che poi adora fino a quando essa stessa non li distrugge per crearne altri. Sempre così.
La parabola di Gesù è sempre attuale    
Non commento con le mie parole la parabola di Gesù narrata da Marco. Don Angelo Casati scrive: «Anche qui una storia mai conclusa di profeti fatti tacere o uccisi, alcuni fisicamente, altri moralmente. Salvo poi celebrarli – è diventato un costume – dopo la loro morte… C’è qualcosa dunque da capire. Da capire è che la devastazione della vigna della Chiesa, della società, delle nostre case, delle nostre famiglie, del nostro paese, succede ogni volta che è uccisa la profezia, esiliata la parola di Dio».

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi