Cristina Ornano (segretario Area) contro Salvini: “Le liste di proscrizione non ci spaventano”

www.huffingtonpost.it

Cristina Ornano (segretario Area)

contro Salvini:

“Le liste di proscrizione non ci spaventano”

Dal congresso delle toghe progressiste una ferma risposta al ministro dell’Interno
“Le liste di proscrizione non ci spaventano. Perché ne faremo parte in tanti e nessuno sarà lasciato solo”. È una risposta diretta all’affondo del ministro dell’Interno Matteo Salvini contro i magistrati che hanno pronunciato sentenze favorevoli all’iscrizione all’anagrafe dei migranti richiedenti asilo quella che arriva da Cristina Ornano, segretario di Area, al congresso delle toghe progressiste.
“Rivendichiamo il diritto ed il dovere di interpretare le norme secondo legge e Costituzione in modo autonomo e indipendente senza subire le pressioni, gli attacchi e le violente aggressioni sui social cui i magistrati che non adottano provvedimenti graditi ad esponenti politici del Governo sono esposti. E rivendichiamo il diritto e prima ancora il dovere, di intervenire nel dibattito pubblico su tutti i temi che riguardano la Giustizia e a difesa dei diritti e delle garanzie delle persone”, aggiunge Ornano.
E chiarisce: “La nostra posizione critica su buona parte delle politiche governative ad iniziare dal decreto sicurezza, all’autodifesa legittima, alla riforma dell’abbreviato fino ai vari disegni e progetti di legge, da decreto sicurezza bis, al disegno di legge Pillon, alla riforma delle autonomie, non è frutto di una preconcetta contrarietà, né dell’aspirazione a fare da contraddittori del governo, ma dalla problematica compatibilità costituzionale di questi interventi normativi”.
Area ribadisce poi il suo no alla riforma del Csm che ha ripreso peso sull’onda dell’inchiesta di Perugia. Sull’eventuale adozione del sorteggio quale metodo di selezione dei consiglieri togati del Csm, Ornano spiega che sarebbe “un “rimedio certo peggiore del male”.
Un sistema che non “garantisce alcunché sul piano del recupero dell’impermeabilità dell’istituzione”, ma costituisce anche “una rinuncia al principio di rappresentanza dei magistrati in aperta violazione della Costituzione”.
Bocciatura netta anche per il ddl costituzionale che prevede carriere separate per giudici e pm e due distinti Csm e modifica in maniera “dirompente” l’obbligatorietà dell’azione penale. “Il suo vero obiettivo” è la “normalizzazione della magistratura” e il “depotenziamento della sua autonomia e indipendenza” e finirebbe col “creare un superpoliziotto controllato dall’Esecutivo e, comunque, potentissimo, perché non soggetto al controllo della giurisdizione e non più parte della sua cultura”.
In un passaggio Ornano spiega: “Dalla crisi della democrazia rappresentativa si è generato nel nostro paese l’esperienza del governo ‘giallo verde’. Da tempo anche nel nostro Paese è, infatti, in atto una campagna di delegittimazione dei corpi intermedi, partiti tradizionali, sindacati, gruppi associati, additati alla opinione pubblica come centri di potere dediti alla cura di interessi particolari contro l’interesse generale. Questi argomenti sono stati utilizzati e sfruttati da entrambi i partiti oggi al governo”.
“La Lega, partito di matrice leaderistica, declina la sua offerta politica in chiave nazionalista, sovranista, populista, razzista e xenofoba, con un ricorso ai media ed ai social in modo diverso, sebbene altrettanto efficace, di quanto faccia il suo alleato – ragiona Ornano – Il M5s, infatti, non esente anch’esso da spinte leaderistiche, trova la sua legittimazione nella base della piattaforma Rousseau e su un consenso tutto giocato sul terreno di una politica populista che si alimenta, al pari di quanto fa quella del suo alleato, della contrapposizione a presunti centri di potere ed alla casta, asseritamente a vantaggio della variegata categoria degli esclusi, degli scontenti, dei delusi, alimentata dal richiamo anche qui dei temi della sicurezza e della frontiera”.
La conseguenza di questo quadro è che il Parlamento, sembra essere “sempre meno quel luogo, disegnato dalla Costituzione repubblicana, di confronto e di sintesi tra le diverse opzioni politico-culturali, per assumere sempre più spesso un ruolo notarile di ratifica di decisioni già prese dal Governo o, peggio, in taluni casi, altrove” dove “opposizione e minoranze sono totalmente esautorate dalle maggioranze, le quali non si confrontano con le minoranze alla ricerca di una sintesi, come si conviene in una democrazia, ma perseguono e danno attuazione al programma del Governo”.

 

2 Commenti

  1. Luigi ha detto:

    Come “la pubblicità è l’anima del commercio”, “la propaganda è l’anima della dittatura”. Il nazismo aveva convinto i tedeschi che la causa dei loro mali erano i “perfidi” ebrei, il leghismo sta convincendo gli italiani che la causa dei loro mali sono gli “sporchi” immigrati”. Le liste di proscrizione servono a Salvini per creare “capri espiatori” da esibire per ottenere consensi. E’ un trabocchetto nel quale non bisogna cadere. Non c’è solo il popolo credulone che vi cade, ma anche l’intellighenzia che ha dei privilegi da difendere. E’ successo in Germania con il nazismo. Può succedere in Italia. Don Giorgio si scaglia contro la Chiesa, ma sa bene che sono i privilegi che la tengono legata più ai Berlusconi e ai Salvini che ai Prodi. Ruini (che ha celebrato le nozze di Prodi) vedeva come fumo negli occhi la sua alleanza con i comunisti per paura di perdere questi privilegi. Lo stesso (è questo che temo) lo possono fare i rappresentanti della giustizia.

  2. bartolomeo palumbo ha detto:

    Abbasso i nuovi dittatori e viva la democrazia,quella vera,non quella dei populisti.CIAO.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi