Il Tricolore compie 220 anni. Ecco come è nato

tricolore
Unità.tv

7 gennaio 2017

Il Tricolore compie 220 anni.

Ecco come è nato

Sabato scorso le celebrazioni a Reggio Emilia, alla presenza del presidente Mattarella. Ma dalla Repubblica Cispadana a oggi, la bandiera è cambiata più volte
Si festeggia oggi il 220esimo anniversario del tricolore verde-bianco-rosso, che – come sancito dall’articolo 12 della Costituzione – rappresenta la bandiera italiana. Il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha aperto stamattina le celebrazioni a Reggio Emilia, dove sfilerà per le vie della città un enorme drappo lungo proprio 1797 metri (come l’anno di nascita del vessillo).
A utilizzare per la prima volta il tricolore furono i giacobini italiani, che si ispirarono alla bandiera utilizzata dai rivoluzionari francesi a partire dal 1790. I primi documenti ufficiali fanno risalire l’utilizzo del vessillo verde, bianco e rosso alla prima campagna d’Italia di Napoleone, alla quale contribuirono anche molti giacobini nostri connazionali. Il tricolore fu inserito quindi nello stemma ufficiale della Legione Lombarda, voluta dall’imperatore francese.
L’uso si diffuse rapidamente, insieme con le vittorie delle truppe napoleoniche nella nostra penisola. Finché, il 27 dicembre 1796, a Reggio Emilia (in quella che poi assunse il nome di ‘Sala del Tricolore’, che oggi ospita il consiglio comunale della città) 110 delegati provenienti da Bologna, Ferrara, Modena e la stessa Reggio decretarono la nascita della Repubblica Cispadana, adottando una propria Costituzione. Pochi giorni dopo, il 7 gennaio 1797, su proposta di Giuseppe Compagnoni, la neonata Repubblica adottò il tricolore come propria bandiera nazionale. Per la prima volta, quindi, il vessillo si sganciò da un significato prettamente militare e divenne un simbolo più propriamente politico.
La disposizione dei colori era allora differente (le bande erano orizzontali, anziché verticali, con il rosso in alto, seguito dal bianco e dal verde in basso).
Con la fusione tra le Repubbliche Cispadana e Transpadana, nacque nel giugno dello stesso anno la Repubblica Cisalpina, che confermò la scelta del tricolore, con le bande ancora orizzontali, ma stavolta con il verde in alto e il rosso in basso. Finché, l’11 maggio 1798, il Gran Consiglio decise di adottare definitivamente la bandiera così come la conosciamo oggi, con bande verticali, il verde adiacente all’asta, quindi il bianco e il rosso.
La sua storia rimase comunque travagliata, non solo per le variazioni di forma (dal 1802 al 1805, ad esempio, la Repubblica Italiana costituita dalla Francia napoleonica adottò i tre quadrati che hanno poi ispirato lo stendardo ufficiale utilizzato attualmente dal Capo dello Stato, che svetta sul Quirinale insieme alle bandiere italiana ed euroea) ma soprattutto per ragioni politiche: il ritorno dei regimi assolutistici dopo la caduta di Napoleone riportò il tricolore in clandestinità, diventando il simbolo dei rivoluzionari che animarono i moti che attraversarono la penisola.
Nel 1848, il tricolore assunse una conformazione quasi definitiva, con l’inserimento al centro dello stemma sabaudo: diventata così la bandiera ufficiale del Regno di Sardegna, sarà poi adottata anche dal Regno d’Italia (1861). Solo nel 1946, con la nascita della Repubblica, lo stemma della Casa sabauda sparirà e nel 1948 la nuova Costituzione concederà il massimo riconoscimento al vessillo, inserendolo tra i principi fondamentali, nell’articolo 12: “La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni”.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi