Minacce contro due donne impegnate!

dal Corriere della Sera
L’attacco sul web

«Sgozzatela»,

il post choc contro la consigliera comunale

Diana De Marchi

Il messaggio è stato inviato alla redazione di un programma tv in cui l’esponente pd stava parlando del processo a Salvini. La decisione di denunciare perché «è necessario fermare immediatamente ogni forma di violenza, soprattutto contro le donne»
di Redazione Milano online
La consigliera comunale del Partito democratico di Milano, Diana De Marchi, denuncia dal suo profilo Facebook una minaccia giuntale lunedì mentre era ospite in tv. «Lunedì scorso, mentre partecipavo ad una trasmissione televisiva – scrive De Marchi – è arrivato alla redazione un messaggio molto grave contro di me. Stavamo discutendo del processo a Salvini ed è arrivato questo: “Sgozzate quella cagna comunista e parassita”. La Digos sta già facendo le opportune verifiche».
«Dopo averci riflettuto a lungo – prosegue De Marchi – ho deciso di denunciare anche pubblicamente la cosa, perché è necessario fermare immediatamente ogni forma di violenza, anche verbale, sempre più diffusa nei social, soprattutto contro le donne, e pericolosamente incline a degenerare in aggressione fisica. In questo momento storico, e lo dico con tristezza, sono spesso proprio i politici – ministri, parlamentari ecc. – a usare un linguaggio aggressivo, violento, a sfondo xenofobo o peggio razzista, contro le minoranze e gli avversari». «Non possiamo stupirci se poi qualche mente debole o esaltata, influenzata da tale deriva verbale, cerca di passare dalle parole ai fatti. Richiamo dunque chi spesso trascende nei suoi discorsi e nei suoi messaggi a un maggior senso di responsabilità», conclude la consigliera Pd.
***
dal Corriere della Sera
7 febbraio 2019
Lissone

Patrocinio a convegno migranti:

minacce via web alla sindaca

Concetta Monguzzi, che è anche vicepresidente della Provincia di Monza, ha presentato una denuncia dopo le minacce online: «Spararle nella testa»
di Redazione Milano online
Concetta Monguzzi, vicepresidente della Provincia di Monza e Brianza e sindaco di Lissone, ha ricevuto minacce di morte in rete, per aver partecipato e aver concesso il patrocinio del Comune ad un convegno organizzato dalla rete «Bonvena» sul tema dell’accoglienza ai migranti. «Sparargli (invece di spararle, ndr) nella testa, cosa dite?» sono le parole scritte in rete da un utente, a commento di un Lissonese che ha riportato la notizia del convegno, con la presenza del sindaco.
«Ho presentato un esposto ai carabinieri perché quelle parole mi hanno molto turbata – ha spiegato Monguzzi – trovo sconvolgente che la partecipazione ad un confronto, la volontà di informarsi da parte di un primo cittadino per poter agire nell’interesse della città, possa scatenare tali reazioni violente e di odio». Il presidente della Provincia di Monza e Brianza Roberto Invernizzi ha espresso solidarietà alla vicepresidente. «La differenza di opinioni è legittima ma non possiamo permettere che trascenda – ha scritto in una nota – facendo perdere quel senso di civiltà necessario affinché ogni dibattito avvenga in un clima di democrazia». «Noi che rappresentiamo le istituzioni – ha concluso – dobbiamo dare segnali forti per fermare questa ondata di odio e intolleranza che sta avvelenando ogni confronto».

 

3 Commenti

  1. maurizio ha detto:

    Al di là di tutto, è ora di dire a chiare lettere che gli estensori di queste minacce sono dei codardi, degli esseri piccoli, meschini e vili che si trincerano dietro all’anonimato per non farsi identificare, ma non avrebbero mai il coraggio di uscire allo scoperto e di sostenere un confronto in cui si oppone argomento ad argomento.
    Ben vengano le indagini volte a smascherarli, e le eventuali sanzioni penali per il loro agire da farabutti.

  2. Giuseppe ha detto:

    “Se essere populisti significa ascoltare i bisogni della gente, allora continuate a chiamarci così:
    siamo fieri di esserlo.” Con queste parole il premier Conte giorni fa ha rivendicato orgogliosamente la natura del governo che presiede.
    Un vero peccato che il garante del contratto scellerato che ha dato vita a questo esecutivo non abbia approfondito il concetto. Perché “gente” è un temine generico utilizzato per indicare più persone, senza alcuna distinzione di educazione, grado di istruzione, intelligenza e ogni alta qualità o difetto tipico dell’essere umano, perciò può anche comprendere qualche malintenzionato o “debole” di comprendonio che potrebbe sentirsi autorizzato a mettere in pratica le provocazioni violente e colme di disprezzo degli esponenti più rappresentativi della bizzarra maggioranza in carica.
    La rete e i social, oltretutto, hanno sdoganato un linguaggio infarcito di violenza ed epiteti volgari, che non lascia nulla all’immaginazione, e l’anonimato della tastiera è un invito troppo allettante per essere messo in pratica.

  3. luigi ha detto:

    Dietro queste minacce ci sono fanatici pericolosi che agiscono da vigliacchi per intimidire le avversarie politiche del loro leader. Contano sulla loro fragilità di donne. Da quando la Lega è passata dal Dio Po del paganesimo al Dio della cristianità è diventata più pericolosa. Basta guardare alla storia. ll vescovo Giustino per imporre la cristianità si avvaleva dei fanatici cristiani. A farne le spese è stata la scienziata pagana Ipazia da loro assassinata. Con “sgozzate quella cagna comunista e parassita” o “spararle nella testa” non si è molto lontani.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi