Morto Mugabe, volto tragico di tiranno

da AVVENIRE
7 settembre 2019
Zimbabwe.

Morto Mugabe,

volto tragico di tiranno

Giulio Albanese
È definitivamente uscito di scena, anche per l’anagrafe, l’ultimo dinosauro della politica africana: l’ex presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe. La notizia della sua scomparsa è stata annunciata da Emmerson Mnangagwa, colui che due anni or sono, con un golpe incruento, lo defenestrò da ogni potere.
Esponente di spicco dell’etnia bantu shona zezuru, Mugabe ha rappresentato l’anello di congiunzione tra la prima generazione, ormai defunta, dei ‘presidenti padroni’ africani – personaggi del calibro del congolese Mobutu Sese Seko, del gabonese Omar Bongo, o del togolese Eyadéma Gnassingbé – e quelli della seconda, ancora al potere, come l’ugandese Yoweri Museveni, il camerunese Paul Biya o l’eritreo Isaias Afewerki. Da questo punto di vista non è esagerato affermare che il delirio di onnipotenza espresso da Mugabe, nei suoi 37 anni di regime (dal 1980 al 2017), abbia rappresentato, nel panorama geopolitico dell’Africa sub sahariana, un esempio emblematico dei vizi storici delle élite postcoloniali: l’oligopolio economico e la disomogeneità nella redistribuzione delle risorse nazionali su base clientelare o nepotistica.
Sta di fatto che volendo rileggere la storia di Mugabe, viene fuori in dissolvenza un passato, quello del Novecento africano, segnato da grandi ambiguità. Da una parte egli, a modo suo, attraverso un’indole carismatica, fu capace di galvanizzare le masse affermando il desiderio di un riscatto nei confronti del colonialismo britannico. Salì al potere, dopo 20 anni di lotta politica quasi sempre clandestina, quando venne proclamata ufficialmente la Repubblica dello Zimbabwe sulle ceneri dell’ex Rhodesia, (al principio come primo ministro e dal 1987 come presidente).
Dall’altra parte, fin dall’inizio dell’esercizio del potere, fece di tutto per eliminare, anche fisicamente, chiunque potesse ostacolare la sua ascesa politica. Basti pensare alla famigerata Quinta Brigata, addestrata da militari nordcoreani, impiegata da Mugabe nella regione del Matabeleland per soffocare i seguaci del rivale Joshua Nkomo. Si stima che tra il 1983 e il 1987, durante il massacro denominato in codice Gukurahundi, persero la vita 20mila civili appartenenti all’etnia minoritaria Ndebele.
Secondo il registro dei battesimi, Mugabe nacque il 21 febbraio del 1924, nei pressi della missione cattolica di Kutama, allora affidata alla guida pastorale della Compagnia di Gesù. Per un ventennio fece l’insegnante, abbracciando nel tempo diverse ideologie, dal marxismo al leninismo e al maoismo, combattendo contro il regime segregazionista di Ian Smith. Nel 1949, ottenuta una borsa di studio, frequentò l’università sudafricana di Fort-Hare, dove si laureò in scienze politiche, entrando in contatto con esponenti del comunismo afro- antisegregazionista e dell’indipendentismo indiano.
Ne scaturì una militanza che costò a Mugabe dieci anni di prigione tra il 1964 e il 1974. Fu in questo periodo di isolamento che ottenne due diplomi di laurea per corrispondenza, a cui se ne aggiunsero successivamente altri quattro. Nei primi anni di leadership investì energie nella scolarizzazione della popolazione e in generale nel welfare. Lo Zimbabwe – a scanso di equivoci – nei primi quindici anni della presidenza Mugabe risultò essere il Paese africano col più alto tasso di alfabetizzazione, l’85% circa degli adulti. Riuscì addirittura a conquistare la simpatia degli ex coloni, auspicando una riconciliazione tra afro e bianchi dopo una sanguinosa guerra civile costata la vita ad oltre 30mila persone di cui il 90% autoctone.
Purtroppo, la sete insaziabile di potere lo portò a mantenere il comando del Paese con ogni mezzo, e dalla fine degli anni 90 fece precipitare nella miseria la stragrande maggioranza della popolazione. L’imposizione violenta della sua disastrosa riforma agraria – che consegnò le terre ai reduci della guerra di liberazione quasi azzerando la produzione agricola – mise in ginocchio l’intero Paese. «Mugabe pensava di essere speciale, diverso e nato per essere grande – ha scritto di lui la giornalista Heidi Holland, che conobbe e sostenne Mugabe, prima di essere costretta a fuggire dallo Zimbabwe nel 1982 – ma lo ricorderemo soprattutto come un tiranno».

 

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi