Vacchi, il successo su Instagram non basta: pignorate ville e barche per 10 milioni

da la Repubblica
09 agosto 2017

Vacchi,

il successo su Instagram non basta:

pignorate ville e barche per 10 milioni

Azione esecutiva del Banco Bpm per il mancato rimborso di un finanziamento al re dei social network
MILANO – Dodici milioni di follower non bastano a sostenere il peso di dieci milioni di debiti e le banche stringono la morsa sui possedimenti di Gianluca Vacchi, noto al popolo di Instagram per la sua vita passata tra yacht, belle donne, feste senza fine, balletti e addominali scolpiti.
Qn, La Nazione e il Resto del Carlino raccontano che sono diventati esecutivi i pignoramenti di beni e azioni del re dei social network: barche, ville e azioni (anche di un golf club). Beni che dovrebbero garantire il mancato rimborso di un finanziamento per una decina di milioni alla sua finanziaria First Investments, che il Banco Bpm si è portato in pancia dopo la fusione degli istituti di Milano e Verona. L’origine dei mali finanziari di Vacchi sarebbe proprio quel prestito da una decina di milioni, datato 2008 ed entrato in sofferenza già nei mesi scorsi. Il Fatto Quotidiano riassumeva un anno fa che all’istituto veneto sono state restituite le prime due rate, per complessivi due milioni di euro, poi Vacchi avrebbe smesso di pagare: la terza rata, per 2 milioni di euro, che era in scadenza il 31 dicembre 2015 non è stata rimborsata. E da lì sono partite le azioni esecutive della banca.
Il nome di Vacchi è legato a quello della Ima, azienda bolognese e vero e proprio colosso del settore del packaging: con oltre 5mila dipendenti, produce le macchine per il confezionamento di farmaci, cosmetici, alimentari e via dicendo. Società attiva proprio in questi giorni sui mercati finanziari, tanto che ha appena chiesto la quotazione a Piazza Affari, sul segmento Star, per la controllata Gima TT, specializzata nel confezionamento di sigarette a rischio ridotto che controlla al 70%. Ima, il cui presidente e ad è Alberto Vacchi (che è il cugino di Gianluca), ha fatturato nel 2016 1,3 miliardi di euro. Gima TT, fondata nel 2012, invece l’anno scorso ha realizzato ricavi per circa 100 milioni di euro e ha oltre 100 dipendenti: tra i principali clienti di Gima TT c’è Philip Morris, che proprio nel bolognese ha avviato uno stabilimento per la produzione di sigarette che non bruciano il tabacco.
L’intreccio tra il guru dei social network e la multinazionale italiana aveva già portato – nello scorso autunno – il gruppo di Bologna a precisare come si sostanziano i rapporti tra i due (“senza alcuna interferenza sulle scelte private di soggetti che in maniera diretta e indiretta si sono riferiti ad Ima”). Dopo un diverbio nato da una battuta del comico Crozza, la Ima aveva precisato che Gianluca Vacchi è sì azionista ed è membro del Cda dell’azienda, ma che non ha deleghe e non si occupa direttamente della gestione aziendale. Ha poi aggiunto che “il dott. Gianluca Vacchi ha svolto, per molti anni, l’attività di imprenditore al di fuori del contesto IMA, senza alcuna partecipazione attiva in questa azienda essendo soddisfatto degli andamenti complessivi e della gestione”. E da ultimo ha voluto chiarire che la fondazione della Ima non si deve al padre di Gianluca, “come da lui dichiarato a smentita di informazioni scorrette. L’origine di IMA è stata legata, oltre mezzo secolo fa, alla volontà della famiglia Vacchi di investire i proventi di altre attività su alcuni progetti innovativi presentati loro da inventori e progettisti di grande spessore creativo e tecnologico. L’incontro tra visione aperta di imprenditori ed una solida base tecnologica ha dato, anche al mondo IMA, la possibilità di crescere su solide basi di ricerca ed innovazione”.
Secondo Qn, i cugini verserebbero a Gianluca un compenso di 5 milioni di euro all’anno. Stando a quanto è possibile ricostruire tramite i documenti disponibili presso la Camera di Commercio, Gianlua Vacchi è socio di maggioranza assoluta della Cofiva Spa, che a sua volta controlla la lussemburghese Cofiva Sa: una società che custodisce il 24,5% della SoFiMa – Società Finanziaria Macchine automatiche – che (da ultimo) controlla direttamente in Gruppo Ima. Sulla Cofiva Spa, stando all’ultimo bilancio, gravava una posizione finanziaria netta negativa per quasi 37 milioni, di cui 11 milioni di debiti bancari.

 

1 Commento

  1. Giuseppe ha detto:

    Ogni epoca ha i suoi miti e i social network non potevano fare eccezione. Oltretutto, quella che stiamo vivendo si caratterizza per un esibizionismo sfrenato, favorito ovviamente dai mezzi di comunicazione, ormai alla portata di tutti. Il caso Vacchi, per me che non avevo mai sentito prima il suo nome, non essendo un frequentatore dei social e che, al di là di un normalissimo computer un po’ datato, non possiedo tablet o smartphone o altri aggeggi e “supporti” tecnologici oggi da molti ritenuti indispensabili, è di una semplicità disarmante. Siamo di fronte a una persona che possiede un sacco di soldi, non per merito suo perché è ricco di famiglia e, disponendo dei mezzi per farlo, si è convinto di poter essere una sorta di simbolo di questa società consumistica, per questo cerca di ispirare gli altri invitandoli ad imitarlo. Poco importa che si lasci andare ad eccessi di ogni sorta, che ricicli danaro all’estero attraverso le varie società che nominalmente fanno capo a lui, anche se non se ne occupa e, dulcis in fundo non paghi nemmeno i suoi debiti … non è forse il sogno nascosto e inconfessabile dell’individuo medio, quello di darsi alla “bella vita” e fregarsene delle conseguenze, almeno finché dura? E non è stato lo spirito di emulazione unito all’invidia per un certo “stile di vita” a decretare il successo del piazzista di Arcore?

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi