Ho sognato la “Valle verde”, dove tutti strisciavano come vermi…

L’EDITORIALE
di don Giorgio

Ho sognato la “Valle verde”,

dove tutti strisciavano come vermi…

È il racconto di un sogno: ogni riferimento politico è puramente casuale.
Ho sognato, ma non saprei se fossero in realtà esseri umani, diciamo corpi scomposti,  deformi e maleodoranti, che strisciavano con la bocca e la pancia a terra, sì, strisciavano con la pancia e con la bocca: la testa in avanti, mentre i piedi spingevano a zig zag; e vedevo altri corpi, che mi sembravano in quantità eguale, che strisciavano invece con il dorso e il culo. Non potevano rimettersi in piedi, anche perché mancavano le mani.
E c’erano esseri misteriosi, comunque figure ben definite, in piena forma, che seguendo orari ben prestabiliti capovolgevano ora gli uni ora gli altri, e così quelli, che erano rivolti con la pancia e la bocca verso terra strisciavano poi con il culo e il dorso, e così viceversa gli altri.
Chiesi a uno degli esseri misteriosi, che avevano l’incarico ad ogni ora di ribaltare la posizione fisica dei corpi scomposti: “Dove siamo? Perché “quelli” strisciano in quella posizione, ora rivolti in un modo ora in un altro? E perché li capovolgete ad ogni ora?”.
Mi rispose: “Questa è la Valle Verde, ma di verde c’è solo l’aria che quei corpi respirano con la bocca, quando possono, e che emettono dal culo, quando possono. Già hai capito quando: quando la bocca e il culo sono rivolti all’insù. Sono senza mani, perché quando erano in vita, hanno sempre usate cose senza mai dare nulla. Avevano agito con la logica del carpe diem, o, meglio, del ciapa ciapa, come direbbero i brianzoli. Ora eccoli strisciare per terra, come se la terra fosse ancora loro: un attaccamento allora morboso, ed ora hanno il giusto merito. Li rovesciamo perché, quando erano in vita, si godevano la terra, sia con la bocca che con il culo”.
«E voi, chiesi di nuovo, in nome di chi agite? Chi vi dà gli ordini di maltrattare questi poveri corpi?».
Rispose: «Non abbiamo alcun dio che ci dà ordini o, meglio, agiamo in nome della Giustizia, che vuole ordine, misura, equilibrio. È come se la Giustizia, di cui siamo servi, dicesse a ciascun essere umano: “Hai voluto solo mangiare e defecare? Ora, eccoti accontentato. Questa sarà la tua vita per sempre. Striscerai come la serpe della Genesi”. A proposito di maltrattamenti, ti ricordo che loro sono contenti che li maltrattiamo: godono e ridono».
Ripresi: «Dunque, voi siete servitori della Giustizia? Ma puoi essere più preciso? Quale Giustizia voi servite? Tutti sulla terra parlano di giustizia, e non sappiamo più chi dica la verità. E poi vediamo che ognuno si divide la giustizia secondo il criterio del mio e del tuo, ovvero del mio che ha ogni diritto da far prevalere, e del tuo, i cui diritti sono quelli di rassegnati alla loro cattiva sorte».
E l’essere misterioso intervenne: «Qui ora tutto è sistemato, secondo le regole della Giustizia, che non è di nessuno, ma è una realtà superiore al criterio di ognuno. Qui, nella Valle Verde, c’è la legge dell’uguaglianza che si può definire omologazione comune: tutti fanno le stesse cose, ovvero strisciano allo stesso modo, alternandosi la posizione in modo del tutto equilibrato. Qui non ci sono più la prepotenza del mio e l’umiliazione del tuo. Ognuno ora si gode quel proprio, che ha preteso laggiù sulla terra, con perenni sollecitazioni della pancia e del culo da parte di una terra arida e arsa dal sole. I diritti degli altri, concussi e violati, appartengono ad un altro mondo, e là la vita sarà diversa”.
“Forse vorresti dire che qui nella Valle Verde questi corpi scomposti e maleodoranti sono i…?”.
“Certo, ho già letto nel tuo pensiero. Qui si torna alla Giustizia, che impone le sue regole. Hai rubato i diritti ai più deboli? Ora la paghi! Sei stato un barbaro razzista? Ed ora striscia come una serpe!”.
Non lo interruppi. Poi continuò: “Intendevo proprio parlare di quella feccia che ancora laggiù sulla terra fa propri i diritti universali, con il criterio dell’ego bastardo, figlio di un demonio sempre pronto a dividere l’umanità in privilegiati e disperati, frantumando ogni senso di giustizia, ogni senso di fratellanza, ogni civiltà”.
Tacqui di nuovo. E lui continuò: “Ecco perché qui vedi strisciare in perenne movimento questi corpi deformati dalla loro stessa avidità, godendosi terra e merda…”.
Appena pronunciò la parola “merda”, mi arrivò una tale vampata di tanfo da farmi star male, e di colpo mi ritrovai seduto sul letto, con le dita che stringevano le narici.
“Vacca boia! Che cosa ho sognato?”.
In fretta mi lavai e ancora in pigiama andai nella saletta del computer. Lo accesi, e lessi come prima notizia: “Il sindaco leghista di… (un paese vicino!) vuole dare multe a chi ospita profughi!”.
“Vacca boia!”, ripetei. Ma allora quella Valle Verde non era proprio un sogno. Ci finirai anche tu, boia di un sindaco!
9 settembre 2017
EDITORIALI DI DON GIORGIO 1
EDITORIALI DI DON GIORGIO 2

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi