Il Nobel per la pace ai giornalisti Maria Ressa e Dmitry Muratov

da AVVENIRE
8 ottobre 2021
Premio.

Il Nobel per la pace

ai giornalisti Maria Ressa e Dmitry Muratov

Redazione Internet, Marta Ottaviani e Stefano Vecchia
Difensori della libertà di informazione Maria Ressa e Dmitry Muratov sono stati scelti per «i loro sforzi per salvaguardare la libertà di espressione, condizione preliminare per la democrazia»
Maria Ressa e Dmitry Muratov sono i vincitori del Premio Nobel per la Pace 2021, assegnato dal Comitato per i Nobel norvegese a Oslo, in Norvegia.
Nello specifico è stata la presidente della Commissione norvegese del Nobel a Oslo, Berit Reiss-Andersen ad annunciare, tra le 329 candidature considerate meritevoli di concorrere al prestigioso riconoscimento, il trionfo di due giornalisti, due difensori della libertà di informazione. Per «la loro coraggiosa battaglia per la libertà di espressione nelle Filippine e in Russia» ha annunciato la presidente della Commissione norvegese per il Nobel, sottolineando che la libertà di espressione è «pre-requisito per la democrazia».
I due premiati rappresentano «tutti i giornalisti che si battono per questo ideale in un mondo in cui la democrazia e la libertà di stampa affrontano condizioni sempre più avverse», ha aggiunto.
Il Nobel per la Pace fu assegnato per la prima volta nel 1901 e, a differenza degli altri Nobel, viene assegnato in Norvegia e non in Svezia.

Chi è Dmitry Muratov

di Marta Ottaviani
Un Nobel per la Pace a un raffinato intellettuale, che ha dedicato la sua vita al giornalismo e alla difesa della libertà di espressione. Dmitry Muratov è stato per oltre 20 anni il direttore della Novaya Gazeta, una pubblicazione che esce tre volte alla settimana e che rappresenta un punto di riferimento irrinunciabile per comprendere le dinamiche politiche e culturali della Russia, oltre che da sempre nel mirino del Cremlino.
Classe 1961, ha iniziato la sua carriera alla Komsomolskaya Pravda nel 1988. Nel 1993, con altri 50 colleghi, lasciò il quotidiano e fondò Novaya Gazeta, una pubblicazione particolarmente apprezzata anche da Michail Gorbavchëv. Da quel momento, la rivista, che nella sua versione online è pubblicata anche inglese ha ospitato le inchieste fra le più importanti nella storia moderna della Russia.
Fra queste, ci sono i reportage che Anna Politkovskaya ha scritto dalla Cecenia, dove ha raccontato le torture da parte del regime di Kadirov, oltre ad aver puntato direttamente il dito contro il presidente russo, Vladimir Putin, e la corruzione che caratterizza la sua gestione del potere. Proprio due giorni fa, è stato ricordato il quindicesimo anniversario dell’assassinio dell’inviata, con la redazione di Novaya Gazeta che ha chiesto di riaprire il processo. Muratov in passato ha vinto numerosi premi per la sua lotta a favore della libertà di espressione e ricevuto alcune importanti onorificenze.

Chi è Maria Ressa

di Stefano Vecchia
Il Nobel condiviso con il russo Dmitry Muratov è per la filippina Maria Ressa il riconoscimento di una vita impiegata a combattere le ingiustizie nel suo Paese sul “fronte” dai media e negli ultimi anni a contenere le pressioni autoritarie del presidente Rodrigo Duterte, finendo con diventare uno dei suoi “bersagli” nell’impegno di screditare la società civile e porre sotto il suo controllo le istituzioni democratiche.
“Questo premio ci dà forza per continuare la lotta per la verità” e per “uscire dall’oscurità”, ha detto la Ressa appresa la notizia. “il governo non sarà contento – ha commentato – ma la nostra è una battaglia per la verità. E la verità non esiste senza i giornalisti”.
“Persona dell’anno” 2018 per il periodico statunitense Time, la 58enne Maria Ressa, da sempre dedicata al giornalismo d’inchiesta, già corrispondente della Cnn con doppia cittadinanza Usa e filippina, era finita lo stesso anno nel mirino del presidente che aveva definito “promotore di fake news” il sito d’informazione Rappler da lei co-fondato nel 2011 e di cui è direttore e amministratore delegato.
Le accuse si sono più volte trasferite nelle aule di tribunale, per casi che evidenziano non solo l’acredine dell’autorità nei suoi confronti ma anche i limiti del diritto all’informazione nel paese asiatico. Il 15 giugno 2020 era stata condannata per avere pubblicato un’intervista ritenuta diffamatoria in base alla legge che regola la criminalità informatica applicata abitualmente ai reati di stalking e di pornografia. Il processo di appello che avrebbe potuto costare a lei a un suo redattore da sei mesi a sei anni di reclusione ha cancellato il 10 agosto scorso il precedente giudizio in una vicenda che Amnesty International aveva indicato come “parte di una più ampia campagna di repressione della libertà dei mass media nelle Filippine”.
Non l’unico caso giudiziario che la vede coinvolta. Il 10 agosto, è stata prosciolta da un’altra accusa di diffamazione, mentre un caso simile è ora all’esame dei giudici.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi