La mandria e i mandriani

L’EDITORIALE
di don Giorgio

La mandria e i mandriani

Qualcuno, forse più di uno, dopo le recenti votazioni politiche si sta ancora chiedendo (una domanda che durerà chissà fino a quando) come l’Italia abbia potuto ridursi ad una mandria di bufali, e come abbia potuto farsi ammansire dal mandriano, o da due o più mandriani.
Non è difficile rispondere, se si usa un po’ di testa: gli italiani sono una mandria facilmente addomesticabile, appena si riesce a cogliere il lato debole. E allora si offre loro un po’ di biada, e i bufali diventano agnelli, pronti al macello.
La Pasqua ebraica sacrificava milioni di innocenti agnellini, e così ancora oggi la Pasqua cristiana offre l’occasione per fare altrettanto.
Ma in politica le “pasque” sono ancor più violente: sotto la veste di risurrezioni fittizie, esse sacrificano sull’altare della cosiddetta patria la Libertà o la Democrazia o la Giustizia.
“Libera Barabba!”, urlava il popolo ebraico: ora, è diventato il grido di una mandria di bifolchi che preferiscono la morte dei giusti e degli spiriti liberi, santificando i barbari.
Ma se Cristo è risorto il terzo giorno, nelle pasque politiche i giusti rischiano di restare nelle tombe in attesa del giudizio finale, condannati nel frattempo da tribunali religiosi e politici che, come al tempo di Cristo, sono nelle mani di uomini della legge, sempre pronti a dar credito a testimoni menzogneri o a lavarsene le mani come Ponzio Pilato.
Neppure la Chiesa sembra credere nel Cristo risorto: ne fa solo un oggetto rituale di commemorazione pasquale, al suono festoso di campane stonate e di alleluia blasfemi.
Che dovremmo allora aspettarci di meglio da politici che cavalcano una mandria di bifolchi, al grido di: “Ecco a voi la terra promessa”, ma che in realtà non è altro che un nulla sprezzante?
Per i cattolici la Pasqua è una festa in onore di un cristo cadaverico, ucciso con le loro stesse mani, e per i politici di oggi la pasque di risurrezione sono occasioni propizie per la macellazione della Coscienza, della Libertà, del Pensiero.
La Chiesa italiana è una mandria di credenti, macellati in nome di un cristo, macellato a sua volta da vescovi e preti.
E l’Italia è una mandria di cittadini, macellati in nome di una democrazia, macellata da mandriani-imbonitori che si divertono a prenderli per il sedere e a calci nel culo.
Già! Pasqua di risurrezione!
Voi vedete in giro un Risorto nella Chiesa di oggi? E vedete in giro autentici Rivoluzionari in questa società-mandria di bifolchi, macellati nella Coscienza da stupratori che si divertono a sverginare anche i bambini appena nati?
La Chiesa copre le proprie “nudità”, nel senso biblico del termine, con tanto fumo di incenso da arrivare a coprire il cielo infinito, e il potere politico copre la propria “impotenza”, nel senso sessuale del termine, con le inseminazioni artificiali di testicoli che producono merda.
10 marzo 2018
 
EDITORIALI DI DON GIORGIO 1
EDITORIALI DI DON GIORGIO 2

 

2 Commenti

  1. Giuseppe ha detto:

    Altro che bufali! Gli italiani si imbufaliscono, ma solo a parole, soltanto quando pensano di essere vittime di ingiustizie e/o suprusi, non per niente le nostre aule di tribunale sono tra le più affollate del mondo. Per il resto il popolo italiano, sempre ammesso che si possa definire tale, è un insieme scomposto e anarchico di pecoroni, che borbottano e mandano maledizioni, ma tirano fuori l’amor proprio e gli attributi quasi esclusivamente in occasione degli eventi sportivi che, oltre a stimolare il campanilismo, risvegliano un patriottismo di solito nascosto o addirittura dimenticato. Individualmente ci sentiamo orgogliosi come leoni, ma alla resa dei conti, presi nell’insieme dimostriamo un conformismo preoccupante, che rasenta l’indifferenza. Per non parlare dell’atteggiamento verso le istituzioni e la politica in generale, che raggiunge il livello più basso e deprimente quando si tratta di andare a votare, attività vista, oltretutto, alla stregua di un fastidioso mal di pancia, o qualcosa di simile. E poi ci si sorprende se i contaballe, gli illusionisti e gli arruffapopoli riscuotono un successo di ampie proporzioni, ma fine a se stesso, come dimostra la cronica impotenza dei partiti, incapaci di conseguire un risultato che permetta di governare senza se e senza ma. Evidentemente la storia non ci ha insegnato nulla. Non ci è bastato l’inganno dell’era fascista che ci ha condotto a una guerra disastrosa, cullandoci nell’illusione di essere una grande potenza, mentre non eravamo altro che una nazione povera e isolata politicamente. E che dire del sultanato di Berlusconi, che si preoccupava solo di soddisfare i propri interessi e i suoi bisogni capricciosi, lasciando che il paese andasse a rotoli, tanto gli italiani venivano rimbambiti dalle sue televisioni. Ho come l’impressione che l’elettore nostrano quando si trova davanti alle urne dei seggi elettorali sia preda di un sortilegio che lo induce a mandare tutto a puttane…

  2. Elio ha detto:

    Caro don Giorgio, capisco la tua amarezza per aver visto trionfare alle elezioni, persone che tu non stimi e per essere oggetto di persecuzione a da parte della gerarchia ecclesiastica che dovrebbe invece lasciare l’ovile, si fa per dire, ed andare in cerca della pecorella (a torto o a ragione) ritenuta smarrita.
    Io sono nessuno ma vorrei incoraggiarti a proseguire per la tua strada perché di quello che dici qualcosa rimarrà, ma vorrei anche suggerirti di non atteggiarti a vittima. I primi cristiani perseguitati non si piangevano addosso; Gandhi ha sempre combattuto le sue battaglie senza lamentarsi e alla fine ha vinto, e tutti ora si ricordano di lui. È vero lui è stato assassinato mentre tu solamente “mandato al confino” come faceva il nostro Benito ma il risultato dovrebbe essere lo stesso… o almeno io me lo auguro vivamente nonostante spesso (ma non sempre) io non condivida quello che tu dici.
    Tieni duro.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi