Omelie 2018 di don Giorgio: TERZA DOPO PENTECOSTE

10 giugno 2018: TERZA DOPO PENTECOSTE
Gen 2,18-25; Ef 5,21-33; Mc 10,1-12
Matrimonio: uno e indissolubile per tutti?
I tre brani della Messa sembrano fatti apposta per invitare i preti perché nelle loro omelie riprendano a insegnare, anche con maggior determinazione, ciò che afferma la dottrina della Chiesa Cattolica nel Catechismo: ovvero che il matrimonio è uno, indissolubile e aperto alla fertilità. Perciò: la poligamia è incompatibile con l’unità del matrimonio; il divorzio separa ciò che Dio ha unito; il rifiuto della fecondità priva la vita coniugale del suo «preziosissimo dono», il figlio.
Occorre subito un chiarimento.
La dottrina della Chiesa vale solo per i credenti o vale per tutti gli esseri umani?
La Chiesa sembra dire che la sua dottrina valga per tutti: per i credenti e anche per i non credenti. Ed è per questo che, ancora oggi, la Chiesa cerca di condizionare lo Stato perché non permetta leggi che mettano a rischio l’unità, l’indissolubilità e la chiusura delle famiglie alla fertilità.
Come vedete, i problemi sono numerosi e complessi (separazioni, divorzi, unioni gay, profilattici, ecc.), e il primo dei problemi riguarda la distinzione dei ruoli tra lo Stato e la Chiesa.
Ripercorrendo la storia del cristianesimo, non sembra che la Chiesa abbia guadagnato molto, anzi abbia perso, se dovessimo giudicare la conquista di libertà interiore, quella che riguarda l’essere umano nella sua realtà più spirituale. Mi chiedo allora se non sia il caso che la Chiesa porti avanti i suoi princìpi, senza fare patti con lo Stato.
Che lo Stato porti avanti i diritti civili, alla Chiesa deve interessare relativamente, anzi forse dovrebbe gioirne, proprio perché è più libera di incidere sulle scelte dei credenti. E poi la Chiesa non deve dimenticare che la società non potrà mai essere perfetta, e che i valori proposti sono per il meglio, ma che il meglio talora sta nella ricerca di un po’ di felicità che per tante ragioni si può ottenere senza far parte di quelle istituzioni canoniche, che oggi poi sembrano fatte su misura dei più fortunati.
Il valore educativo della legge
Allarghiamo il discorso. Anzitutto, imporre una legge non è la via migliore per educare la gente a vivere al meglio i valori essenziali; su questo potremmo soffermarci a lungo, ma una cosa va detta. Poniamoci una domanda: ripercorrendo i due millenni della storia della Chiesa, tutte le norme e tutti i precetti imposti che cosa hanno ottenuto? Siamo qui a non capire più chi siano i migliori: i credenti o i non credenti.
Se la gente sembra tutta buona perché è costretta a stare nel recinto, ermeticamente chiuso e protetto dai cani di guardia, provate a togliere i paletti, e allora che cosa succede? Un fuggi fuggi, tutti scappano, alla ricerca di un po’ di libertà. Non sto dicendo che fuori dal recinto, tutto sia libertà, ma vorrei far capire quanto non sia educativo costringere le persone a credere nei valori e a viverli con minacce e castighi.
Non sarebbe il caso di soffermarci a riflettere sul valore educativo della legge? E per fare questo vorrei partire proprio dalla legge interpretata alla luce del Vangelo, ovvero della buona novella di Gesù Cristo.
Cristo e la legge
Tutti conosciamo la durezza con cui Cristo ha trattato i detentori della legge religiosa dei suoi tempi, i quali erano riusciti a farla prevalere sulla dignità dell’essere umano. Sono diventate famose le parole: “il sabato, ovvero la legge, è per l’uomo, e non l’uomo per il sabato, o per la legge”.
Questa durezza contro la legge è costata a Cristo la sua condanna a morte.
Chiediamoci: perché Cristo è stato così duro contro i detentori della legge, violando lui stesso la legge del sabato, ritenuta la più sacra presso gli ebrei?
La risposta è semplice: la legge ha valore, ovvero è positiva, se rispetta l’essere umano nella sua realtà più profonda, e la realtà dell’essere umano è quella spirituale: l’essere umano è anzitutto spirito. Dire spirito non significa dire qualcosa di evanescente, ma tutto ciò che appartiene al mondo del Divino, che è dentro di noi.
La legge e l’amore
E qui entra il gioco l’amore con alcune domande provocatorie e stimolanti: qual è il rapporto tra la legge e l’amore? l’amore può farsi legge? se si facesse legge, l’amore non rischierebbe di soffocare, o di essere tradito nella sua realtà essenziale?
Certo, non possiamo dimenticare che, volere o no, viviamo in una determinata società, e che ogni società è una struttura fatta di leggi e di divieti. Anche la religione è una struttura, fatta di leggi e di divieti.
Ma la domanda torna: queste leggi e questi divieti a che cosa mirano: a mantenere la struttura in sé, oppure a qualcosa che va oltre la struttura? Se prevale la struttura in sé, è chiaro che tutto diventa in funzione di essa, anche l’essere l’umano in tutti i suoi componenti essenziali: spirito, intelletto, amore e libertà.
Se questi sono elementi essenziali, non possono essere disgiunti tra loro, e tanto meno si possono frantumare in vista di beni materiali.
E allora come far sì che la realtà del nostro essere, come spirito, intelletto, amore e libertà, si mantenga il più possibile integra, senza farsi frantumare dalla struttura con le sue leggi e i suoi divieti?
Non è facile rispondere, sapendo che, volere o no, viviamo in “questa” determinata società e in “questa” determinata Chiesa. Ci sentiamo stretti, ci sentiamo condizionati, ci sentiamo in balìa di venti capricciosi, sia che provengano dalla società civile sia che provengano dalla società religiosa.
Ma una cosa possiamo dire, anzi va detta: al di sopra di ogni norma, ciò che conta sono lo spirito, l’intelletto, l’amore e la libertà.
E, sull’amore, diciamolo: quando due esseri si vogliono veramente bene, non contano più né la Chiesa né lo Stato. Crolla ogni norma, ogni divieto.
Ma la domanda resta: che cos’è il vero amore?
Ma c’è anche la risposta: l’amore vero è anzitutto spirito, intelletto e libertà.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi