Omelie 2019 di don Giorgio: NONA DOPO PENTECOSTE

11 agosto 2019: NONA DOPO PENTECOSTE
1Sam 16,1-13; 2Tm 2,8-13; Mt 22,41-46
Il criterio di Dio e il criterio degli uomini
Potrei soffermarmi per tutta l’omelia sulle parole che il Signore rivolge a Samuele, quando l’anziano giudice d’Israele, vedendo il figlio più grande di Iesse, Eliàb, lo vuole consacrare re come successore di Saul: «Non guardare al suo aspetto né alla sua alta statura. Io l’ho scartato, perché non conta quel che vede l’uomo: infatti l’uomo vede l’apparenza, ma il Signore vede il cuore».
In base a queste parole, Samuele sceglie l’ultimo figlio di Iesse, il più giovane, il più inesperto: Davide.
Ecco, le parole del Signore sembrano costituire il criterio dell’agire di Dio, quando si tratta di scegliere chi dovrà guidare la sua storia, il suo Regno, nell’attuare i suoi piani.
Il Signore, dunque, è colui che sceglie il minore, il meno apprezzato, il più piccolo, lo scarto, il più debole, il meno potente. E gli affida le sorti della sua Storia.
Se questa è la legge del Signore, non è però mai stata da legge degli uomini e nemmeno degli uomini di fede, e nemmeno degli uomini di Chiesa.
Fin dagli inizi del cristianesimo, gli uomini di Chiesa hanno preso la via del più forte, del più dotto. Anche la strada del più dotto è una strada di potere.
Possiamo dire che, ancor prima che arrivasse il primato del potere anche nel campo politico, nella Chiesa ha subito prevalso il predominio della cultura, mettendo in ombra o, meglio, sfruttando lo Spirito santo.
Luca, informandoci sul primo Concilio della Chiesa, svoltosi a Gerusalemme (intorno al 49/50 d.C.), così introduce la lettera che gli Apostoli inviarono in quella circostanza alle comunità cristiane della diaspora: “Abbiamo deciso lo Spirito Santo e noi…” (At 15,28).
Benedetto XVI, Udienza Generale del 1 ottobre 2008, commenta: lo Spirito, che opera in tutta la Chiesa, conduce per mano gli Apostoli nell’intraprendere strade nuove per realizzare i suoi progetti: è Lui l’artefice principale dell’edificazione della Chiesa.
Per quanto tempo dureranno le parole: “Abbiamo deciso lo Spirito santo e noi”? Poi si invertì l’ordine, e si disse: “Abbiamo deciso noi e lo Spirito santo”, e poi sparirà lo Spirito santo.
Chiesa dogmatica e i concili
Che la Chiesa dogmatica si sia imposta sulla Chiesa dei più umili lo si può constatare dalla storia dei Concili ecumenici e dalla storia dei dogmi trinitari. Si arrivò perfino a sottilizzare su Dio così da cadere nel ridicolo, ma soprattutto in diatribe anche sanguinose, creando separazioni, scismi, uno scambiarsi di dure condanne reciproche.
Dire che la storia della Chiesa sia una storia dei più umili, dei più deboli, dei più piccoli è un controsenso pensando a quanto è successo in due millenni.
Il potere religioso della Chiesa! Il potere politico della Chiesa! Qualcosa di spaventoso! Qualcosa di diabolico!
Nella sua opera, “Lo specchio delle anime semplici”, ritenuta eretica dalla Chiesa cattolica, perciò arsa sul rogo insieme alla sua autrice, Margherita Porete (1 giugno 1310) si distinguono due Chiese: la Chiesa grande, quella nobile, composta di anime umili, e la Chiesa piccola, la Chiesa delle gerarchie ecclesiastiche.
Dunque, grande sta per la vera Chiesa di Cristo, e piccola sta per la Chiesa ristretta, ottusa, potente.
Secondo la Porete, accanto alla Chiesa piccola, quella del potere, che ha fatto e fa tuttora danni incalcolabili, c’è la Chiesa grande, quella delle anime nobili, quella dello Spirito santo.
Credo che la Chiesa cattolica, a differenza delle altre istituzioni religiose, sia la dimostrazione di un potere messo a dura prova al suo interno: un potere che vorrebbe spegnere lo Spirito santo, ma che è sotto processo dallo stesso Spirito santo.
No, dire che la Chiesa cattolica sia sotto tentazione da parte di una forza esteriore significa non capire quale sia il vero dramma della Chiesa: è una istituzione talmente grossa che è una minaccia alla sua stessa anima, intendendo per anima quella realtà divina, che è l’essenza di quel Cristianesimo che Cristo non ha voluto così come poi si è sviluppato lungo i secoli.
Dire che oggi le cose siano diverse, significa essere ingenui, con la testa fasciata: chi viene nominato oggi papa o vescovo di una determinata diocesi? Gente di un certo rango, di un certo giro culturale, non importa se poi si rivelano palloni gonfiati, per non dire peggio.
Da anni sostengo che la vera Chiesa è sostenuta dai preti badilanti, dalla gente di una fede grande come una montagna.
Ma la cosa veramente paradossale sta nel fatto che non ci si accorge, o non si vuole prendere coscienza che la Chiesa del potere non solo è in contraddizione con il Vangelo del Cristo, ma porta l’essere umano verso la sua distruzione. Nella Chiesa del potere conta il potere, la struttura, il dogma, ma la coscienza è umiliata, bloccata in una prigione.
E non dimentichiamo che, anche nel caso di Davide, nel caso di scarti rivalutati da Dio, la storia insegna che, a  contatto col potere, diventano parte del potere stesso che riesce a distruggere perfino le anime più belle.
“… l’uomo vede l’apparenza, ma il Signore vede il cuore”
Spesso ci chiediamo qual è l’essenza o la cosa più importante perché le responsabilità, nel campo religioso e politico, vengano affidate a un individuo invece che a un altro.
Credo che, tra una complessità di motivazioni le più assurde, sia difficile individuarne almeno una sana: una che arrivi a individuare la bontà o la rettitudine del cuore.
“… l’uomo vede l’apparenza, ma il Signore vede il cuore”.
Le apparenze fanno scuola, dettano legge, magari pur sapendo che sono solo apparenze: ma sono sempre vincenti nel campo politico e nel campo religioso.
Basta poco perché il più deficientello diventi ministro o vice-presidente del governo. Basta poco perché diventi vescovo di una grande diocesi. E talora succede che neppure le apparenze sorreggano le ragioni di una loro scelta.
Dio vede il cuore, e non dà importanza alle apparenze. Ma Dio è l’eccezione, e la storia è fatta dalle regole, che sono: più si è “carnali”, più si è vincenti agli sguardi di un’opinione pubblica assetata di apparenze promosse da una pubblicità senza pudore.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi