15 anni in vendita sul lungomare. Ecco il mercato dei ragazzini dell’Est

da AVVENIRE
10 ottobre 2018
Reportage.

A 15 anni in vendita sul lungomare.

Ecco il mercato dei ragazzini dell’Est

Antonio Maria Mira
L’inchiesta nel Casertano, dove i figli dei rom bulgari sfruttati per ore dai caporali nei campi, finiscono sulla strada per guadagnare pochi spiccioli
Ore 11.30, lungomare di Mondragone. Due ragazzini rom bulgari chiacchierano vicino alle loro biciclette. Non avranno più di 15 anni. Fanno parte della comunità della quale abbiamo scritto alla fine dello scorso mese di luglio. Più di 2mila persone sfruttate da caporali connazionali e da imprenditori italiani senza scrupoli. Vengono in Italia per fare i braccianti. Uomini, donne e perfino bambini portati sui campi per pochi euro.
Ma c’è anche di peggio. Molto peggio. Un’auto con un uomo si ferma vicino, lampeggia, un ragazzino si avvicina, due parole e l’auto va via. Anche il minore inforca la bicicletta e si allontana. In direzione opposta. Non li seguiamo subito per evitare di insospettirli. Ma chi ci accompagna sa dove andare. E infatti non lontano troviamo l’auto e la bicicletta parcheggiate sotto una casa. È un affittacamere abusivo gestito da un italiano. L’adulto e il ragazzino sono dentro.
E questa è prostituzione minorile. Mentre sulla grande via Domiziana va di scena a tutte le ore la prostituzione femminile, donne nigeriane e dei Paesi dell’Est, anche minorenni, qui va di scena quella non meno palese e ancor più squallida dei ragazzini rom bulgari. Ragazzini che non vanno a scuola, soli mentre i genitori sono sfruttati sui campi.
Il parroco don Osvaldo Morelli, che è anche direttore della Caritas diocesana, ce ne aveva parlato a luglio. «Non vanno a scuola. Solo dopo un nostro esposto cinque di loro sono stati inseriti, compreso un disabile. Alcuni vengono in parrocchia ma fanno fatica anche per colpa della lingua. Per questo a ottobre cominceremo dei corsi». Ma gran parte di loro gironzolano per il grande paesone costiero. E alcuni vengono comprati da uomini adulti, italiani. Molti vengono da fuori Mondragone. Non sono pochi i ragazzini. Almeno una ventina. Li trovi in tarda mattinata o nel primo pomeriggio. Comprati per poco, venti euro. Dietro non ci sarebbe un’organizzazione di sfruttatori.
Ma gli sfruttatori sono i ‘clienti’. Durante il periodo estivo è un via vai, a tutte le ore, ma anche oggi il ‘mercato’ è all’opera. Le auto che si fermano sono tutte con uomini soli. C’è chi fa finta di leggere il giornale, chi va verso il non lontano depuratore dove spesso si ‘consuma’ direttamente in auto. Un altro scende sulla spiaggia, dentro un canneto (altro luogo di approccio), risale, ci vede, fa finta di telefonare, poi si allontana. Intanto altri ragazzini arrivano, ridono, scherzano in due su una bicicletta sgangherata. Vanno verso il depuratore.
Quando passiamo la bici è a terra. Dove sono andati? Non è facile guardare queste scene e restare lucidi. Anche perché sono almeno due anni che questo ‘mercato’ va avanti in piena luce, davanti a tutti. Certo la zona scelta non è casuale. C’era un ristorante, ora chiuso e in rovina. C’era un progetto per un approdo per i pescatori, con servizi e commercializzazione del pesce, ma col cambio dell’amministrazione comunale si è fermato tutto.
Rimangono solo le piazzole in cemento dove dovevano poggiare i capanni. Il resto è degrado e sporcizia. Adatto, purtroppo, al degrado umano che vediamo. Prima gli ‘incontri’ avvenivano anche al Parco Carducci, ma ora non più perché sono state messe le telecamere della videosorveglianza. Così tutto si è spostato su questo tratto di lungomare, più ‘discreto’ ma certo non nascosto. Passano varie auto e anche persone in bicicletta e a piedi. Nessuno vede? Nessuno capisce?
Nessuno si scandalizza? Dopo la nostra inchiesta sul caporalato abbiamo ricevuto le solite accuse di voler infangare Mondragone, di aver inventato, di aver esagerato. Ma dopo circa un mese i carabinieri di Caserta hanno fatto un forte intervento di controllo e repressione, a conferma delle condizioni di sfruttamento. E siamo solo all’inizio.
Intanto a Mondragone sta salendo la tensione contro i rom bulgari. Alcuni giorni fa negli enormi e degradati ‘palazzi Cirio’, dove i proprietari italiani affittano in nero gli appartamenti, a 100 euro a persona al mese, uno di loro ha deciso di sfrattare una famiglia bulgara in difficoltà economiche lanciando i pochi effetti personali dal balcone.
Ma la notizia che è stata fatta girare era che «due famiglie bulgare litigano e nel litigio volano i mobili dal balcone». Approfittando del clima nazionale c’è chi attizza l’intolleranza e chi prova a cavalcarla. Nell’ultimo mese sono stati più di dieci i furgoni dei bulgari bruciati. Qualcuno ha fatto girare la voce che era stato il racket dei caporali.
Ma il sospetto molto più concreto è che qualcuno voglia fare da giustiziere. Forse esponenti della camorra, non nuovi a gesti razzisti, proprio in questa zona, dove oltretutto i clan stanno rialzando la testa, anche grazie all’uscita dal carcere di alcuni esponenti dopo lunghe carcerazioni (più di venti anni). Tornati e non cambiati. Sentono l’aria e ne approfittano. Intanto però, nessuno vede cosa accade sul lungomare. Intolleranti con gli immigrati, tolleranti con chi compra i ragazzini.

 

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi