Nobel per la pace al premier etiope Abiy Ahmed

da AVVENIRE
11 ottobre 2019
Oslo.

Nobel per la pace

al premier etiope Abiy Ahmed

Paolo M. Alfieri
Il premio assegnato per l’accordo con l’Eritrea dopo anni di guerra tra i due Paesi confinanti
Il premier etiope, Abiy Ahmed, promotore dello storico accordo di pace con l’Eritrea è stato nominato stamani vincitore del premio
Nobel per la pace. Tra i favoriti della vigilia per il Nobel della pace di quest’anno c’erano anche la giovane attivista ambientalista svedese Greta Thunberg e il leader indigeno brasiliano Raoni Metuktire. Il Nobel per la Pace è l’unico dei sei ad essere assegnato fuori dalla Svezia, a Oslo, per espresso desiderio di Alfred Nobel, dal momento che allora la Norvegia faceva parte del regno svedese.
Combattuto fra il 1998 e il 2000, il conflitto fra Etiopia ed Eritrea non si era poi formalmente concluso, creando forte tensione fra i due Paesi confinanti. Ahmed ha scelto di accettare il verdetto dell’arbitrato internazionale del 2002 che assegnava all’Asmara il territorio conteso di Bademme, aprendo la strada alla firma di un accordo di pace nell’estate 2018. L’abbraccio con il presidente eritreo Isais Afewerki e le visite reciproche nelle due capitali, la ripresa dei rapporti diplomatici e dei voli aerei fra Addis Abeba e l’Asmara hanno sollevato grandi entusiasmi, anche se la dittatura in Eritrea ha poi richiuso i confini, lasciando a metà il processo.
Nella motivazione del Nobel si sottolinea come “il premio Nobel per la Pace vuole anche riconoscere tutti gli altri che stanno lavorando per la pace e la riconciliazione in Etiopia e nelle regioni dell’Est e del nord Est dell’Africa”. In particolare viene ricordata la “stretta collaborazione con il presidente dell’Eritrea Isaias Afwerki”, che ha permesso a Abiy Ahmed di “fissare velocemente i principi di un accordo di pace per mettere fine al lungo stallo di ‘no pace no guerrà tra Etiopia ed Eritrea”. “Anche se molto lavoro rimane da fare in Etiopia – prosegue – il premier ha avviato importanti riforme che danno a molti cittadini speranza per una vita migliore ed un futuro più radioso. Come primo ministro, Abiy Ahmed ha cercato di promuovere riconciliazione, solidarietà e giustizia sociale”.

Le riforme in patria e l’accordo con Asmara

Se uno dei protagonisti della pace Eritrea-Etiopia – l’uomo forte di Asmara Isaias Afewerki – è lo stesso di due decenni fa, molto è cambiato dai tempi dell’allora potentissimo leader etiopico, il tigrino Melles Zenawi. Abiy Ahmed, 43 anni, è un oromo, etnia maggioritaria ma a lungo marginalizzata, a vocazione riformista. Laureato e con un master a Londra, ha servito nell’esercito come tenente colonnello, prima di fondare un’agenzia responsabile di cyber-security in un Paese in cui il governo esercitava uno stretto controllo su Internet e i media. Entrato in politica nel 2010, per un breve periodo nel 2016 è stato anche ministro della Scienza e della tecnologia.
Abolizione dello stato di emergenza, legalizzazione dei movimenti di opposizione, libertà per i media: lo scorso anno, già nei primi mesi al potere Abiy aveva mostrato un buon biglietto da visita, approvando anche una legge che garantiva l’amnistia ai prigionieri politici e capovolgeva decenni di un potere centrale ossessionato dalla sicurezza. Sotto il governo del predecessore di Abiy, Hailemariam Desalegn, gli arrestati erano stati 30mila (molti studenti, oppositori, giornalisti), spesso grazie a dure leggi anti-terrorismo e in risposta a tre anni di proteste. Abiy ha condannato gli abusi e paragonato la brutalità delle forze di sicurezza al terrorismo di Stato. Poi ha licenziato i responsabili del sistema penitenziario dopo le accuse di torture da parte di Human Rights Watch. I movimenti Oromo, inoltre, non sono più considerati gruppi terroristici.
Ma il passo più rivoluzionario Abiy lo aveva compiuto già il 2 aprile dello scorso anno, nel suo discorso di insediamento, quando aveva usato toni concilianti nei confronti dell’Eritrea. Poi l’accelerazione insperata, con la decisione, il 6 giugno, di accettare l’Accordo di Pace siglato ad Algeri nel 2000. Sul piano economico importante il programma di riforme basate sulla privatizzazione delle aziende statali in molti settori. Il principale obiettivo è di incoraggiare il settore privato a contribuire allo sviluppo di un Paese che con i suoi 100 milioni di abitanti è il secondo per popolazione in Africa. Le riforme stanno inevitabilmente provocando malumori tra le élite più conservatrici del Paese.
Nel complesso, le mosse politiche ed economiche di Abiy concorrono al cambiamento di uno scenario che ha visto negli ultimi due decenni al centro del potere i tigrini, dato il ruolo avuto nel rovesciamento del precedente regime. Il nuovo sistema sembra invece basato sul peso dei diversi gruppi etnici, con gli Oromo a godere ora della quota maggiore. Resta da vedere se i tigrini accetteranno la loro estromissione da molti incarichi o se si porranno come principale elemento di disturbo del nuovo corso.

 

3 Commenti

  1. ignoben ha detto:

    Hanno premiato chi ha fatto qualcosa di concreto, ben diverso dallo sbraitare in piazza e in rete per il Co2. A metà ottobre molte regioni iniziano a produrre smog col riscaldamento, ma nessuno pensa che finché non viene freddo davvero ci si potrebbe coprire di più. Anziché sensibilizzarci al clima mondiale, desensibilizziamoci alla climatizzazione

  2. Giuseppe ha detto:

    Sottrarsi al controllo imperialista di USA, URSS e dell’occidente in genere a volte sembra quasi impossibile per territori che per secoli hanno rappresentato solo paesi di conquista da sfruttare. Quando accade, grazie anche a personalità così liberali è una conquista per tutto il mondo.

  3. bartolomeo palumbo ha detto:

    OGNI TANTO UNA BUONA NOTIZIA E’incoraggiante.ERITREA E ETIOPIA SONO PAESI SIMBOLICI per noi ITALIANI!!!!!!

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi