“Ha comprato voti, 25 euro ciascuno”. Nei guai un altro neodeputato siciliano

da La Stampa
11/11/2017

“Ha comprato voti, 25 euro ciascuno”.

Nei guai un altro neodeputato siciliano

Indagato il ras delle preferenze Edy Tamajo, che sosteneva Micari. L’inchiesta è destinata ad allargarsi: “Forse altri politici nella rete”
RICCARDO ARENA
PALERMO
I prezzi sono calati: 25 euro a voto. Dimezzati, rispetto ai livelli del 2008, quando la corruzione elettorale si pagava con 50 euro. In ogni caso, a meno di una settimana dalle regionali di domenica scorsa, sono due i parlamentari siciliani non ancora insediati e già indagati. Prima il messinese Cateno De Luca, che aderisce al centrodestra, in appoggio al neopresidente Nello Musumeci. Adesso il più votato tra i candidati palermitani del centrosinistra: Edmondo Tamajo, detto Edy, 41 anni e 13.984 preferenze, prese per la maggior parte nel capoluogo dell’Isola, 8038.

Tamajo, del Patto dei democratici per le riforme-Sicilia futura, lista nata sotto l’egida dell’ex ministro Totò Cardinale, in appoggio al candidato presidente Fabrizio Micari, è accusato di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione elettorale: avrebbe cioè comprato una parte dei tantissimi consensi ottenuti sei giorni fa. A un prezzo che appunto, per effetto della crisi, sarebbe drasticamente calato: una manciata di euro per ciascuna preferenza, secondo gli accertamenti della Guardia di Finanza, che ha già sentito elettori comprati e disposti a confermare le accuse. Reati elettorali, dunque: mentre De Luca risponde di associazione per delinquere finalizzata a violazioni fiscali. E in un altro processo che già pendeva su di lui e che era tra le cause della sua «impresentabilità», ieri a Messina il deputato, che si trova ai domiciliari da martedì scorso, è stato assolto, tra le lacrime e gli applausi: non commise cioè gli abusi edilizi che gli erano stati contestati, mentre sulle accuse di falso e tentata concussione è calata la scure della prescrizione.

Il caso Tamajo apre invece scenari imprevedibili anche sulla regolarità del voto: perché le intercettazioni a tappeto negli ambienti politici, partite dall’inchiesta sul candidato sindaco di Palermo Fabrizio Ferrandelli e poi via via sganciate da quegli accertamenti e da quell’indagato, rischiano di scatenare un terremoto. Altri politici sarebbero finiti infatti nella rete tesa dagli investigatori e dal procuratore Francesco Lo Voi, che con l’aggiunto Sergio Demontis e il sostituto Fabiola Furnari hanno disposto intercettazioni a tappeto.

Parlava di «premio alla mia onestà e trasparenza», dopo il successo ottenuto, Tamajo. E invece già prima delle elezioni la Finanza stava ricostruendo questa storiaccia. Per non suscitare allarmi e per avere la conferma che il patto si fosse consumato, solo all’inizio della settimana sono scattati perquisizioni e sequestri. Con mister Preferenze, che verrà interrogato nei prossimi giorni, sono nel mirino tre suoi galoppini: si tratta di Giuseppe Montesano, Cristian D’Alia, Nicolina D’Alia. Ma ce ne sono molti altri, lasciano intendere gli investigatori. L’incubo degli indagati sono i sistemi di ascolto di ultimissima generazione, utilizzati dagli investigatori e che non prevedono più necessariamente la collocazione di microspie, ma agiscono attraverso i trojan, virus-spia che trasformano telefonini, apparati elettronici, computer e tablet in «macrospie». È così che sarebbero venute fuori irregolarità in serie: prima sul fronte della presentazione delle liste, con nuovi casi di firme false, del tipo di quelli contestati al M5S a Palermo. Poi sono stati individuati gli obiettivi ritenuti giusti per isolare i fenomeni di compravendita di voti e i galoppini.

Suonano beffarde, adesso, le parole con cui Tamajo aveva salutato la propria elezione a furor di popolo: «Sono felice – aveva detto -, la gente ha risposto a chi sta vicino al territorio, sono stato premiato per la mia trasparenza e onestà. C’è stato un lavoro costante di supporto a tutte le amministrazioni locali vicine a noi. La vicinanza, il parlare senza fronzoli, pagano sempre». Pagano, appunto.

 

2 Commenti

  1. Giuseppe ha detto:

    L’on Tamajo dimostra, se non altro, di avere una proprietà di linguaggio insolita per un politico. Il verbo pagare, infatti, non è buttato lì a casaccio, dato che questa elezione gli deve essere costata un bel po’… Stavo facendo una riflessione, forse un po’ visionaria ed utopica, mi chiedevo chi mai si candiderebbe alle elezioni se gli incarichi che ne derivano non prevedessero alcun compenso o retribuzione ma, trattandosi di un servizio alla comunità, solo un eventuale rimborso spese per le spese di viaggio e soggiorno. Temo che sarebbero ben pochi…

  2. Carlo ha detto:

    Certo che Renzi ha fatto proprio bene a defilarsi o meglio non investire tanto del suo tempo in queste elezioni!

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi