Abusi sull’alunno, maestro elementare condannato a 18 anni

dal Corriere della Sera
Violenza sessuale
Milano, 12 settembre 2017

Abusi sull’alunno,

maestro elementare condannato a 18 anni

Una delle più alte pene mai inflitte. Le violenze durante i pomeriggi di lezioni private, dalla quinta elementare alla seconda media. La vittima ai coetanei: «Non abbiate paura di confidarvi: io ho denunciato perché non capitasse a voi»
di Luigi Ferrarella
C’è soltanto un mestiere, ma prima ancora una figura istituzionale, alla quale ci si affida persino più che alle forze dell’ordine, anzi alla quale i genitori affidano quanto hanno di più prezioso, e cioè i loro figli: gli insegnanti, specie i maestri delle scuole elementari. Ed è proprio per il tradimento e anzi per lo sfruttamento di questo ruolo di fiducia, oltre che per l’età sotto i 14 anni della vittima, che a Milano il Tribunale ha condannato a 18 anni di carcere, cioè a una delle più alte pene mai inflitte per violenza sessuale, un maestro elementare imputato di aver sottoposto nel 2012 ad abusi sessuali, nei pomeriggi di lezioni private a pagamento dalla quinta elementare alla seconda media di un istituto nella provincia di Milano, un bambino tra i 10 e i 12 anni.
Un ragazzo uscito fortemente provato dall’esperienza che inizialmente per autodifesa mentale aveva quasi rimosso a se stesso. Eppure ora così coraggioso da volere, dopo il verdetto, parlare ai ragazzi tramite il Corriere: «Se ho trovato la forza per raccontare quello che mi era capitato, è stato proprio per salvare altri bambini come me — dice il giovane, parte civile con l’avvocato Laura De Rui —. Non bisogna ascoltare i pedofili che minacciano, se parlassimo, di fare del male alle persone alle quali vogliamo bene. Al contrario non c’è da avere paura, e nemmeno bisogna avere imbarazzo a confidarsi con i genitori o con gli amici. E anche la polizia, io l’ho sperimentato, sa come ascoltarti e metterti a tuo agio e aiutarti piano piano».
Il bambino frequentava non la stessa classe ma la stessa scuola del maestro, il quale — secondo quanto ha riferito in aula la madre dello scolaro — paradossalmente era stato consigliato, per lezioni pomeridiane, proprio dal preside. Sta di fatto che quei pomeriggi di lezioni private sono diventati i contesti nei quali l’insegnante ha, per l’accusa, sottoposto il bambino a quei pesanti abusi che ieri la IX sezione del Tribunale (presidente Elisabetta Canevini, a latere Gloria Gambitta e Nicoletta Marchegiani) ha qualificato come violenza sessuale aggravata da due circostanze: l’età della vittima sotto i 14 anni, e l’abuso dell’imputato della propria qualità di insegnante.
Il risultato è stata una quantificazione della pena per il maestro (già sospeso dal Provveditorato quando il pm Luisa Baima Bollone segnalò il rinvio a giudizio) andata oltre persino le richieste dell’accusa: e cioè la condanna a 18 anni di reclusione e, in più (quando sarà espiata questa pena in carcere), altri tre anni di libertà vigilata.

 

2 Commenti

  1. coscienza critica ha detto:

    Non entro nel merito della specifica vicenda.
    Più in gemerale, osservo la drammaticità di certe situazioni, considerate talmente gravi, per cui norme valevoli per altri reati, non valgono in questi reati.
    Spesso fatti veri, un certo numero di volte oggetto di false accuse.
    In ogni caso situazione drammatica, sia per chi subisce, sopratutto per chi non osa denunciare, sia per chi eventualmente accusato ingiustamente di un reato infamante.

  2. Giuseppe ha detto:

    Fa male leggere queste cose, sapendo che non si tratta di racconti di fantasia, ma di vita vissuta. Forse potrei passare per disfattista, aggiungendo altra negatività di fronte a tanto squallore, ma ho il timore che alcune persone siano spinte a svolgere un ruolo di educatore, o comunque un tipo di attività connesso all’infanzia, solo per seguire i propri istinti più degradanti. In questa vicenda, comunque, trovo ammirevole la capacità di reazione e il coraggio di questo fanciullo, a cui deve essere costato un’enormità raccontare l’accaduto e denunciare l’abuso.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi