Milano: capitale morale, sociale, economica e politica d’Italia?

Milano:

capitale morale, sociale, economica e politica d’Italia?

È tutta una questione d’intesa sulle parole.
Che significa morale, anzitutto? Solitamente, nel campo sociale s’intende per moralità la legalità, ma, in questo senso, non credo proprio che Milano sia di grande esempio. Il meno non convalida la virtù, e per virtù intendo quella onestà di fondo che dovrebbe caratterizzare il comportamento dei cittadini. Essere meno disonesti degli altri non è un vanto da esibire ai quattro venti. E poi chi ha detto che Milano sia la città meno “illegale” delle altre città italiane? Forse perché qui la mafia non è così ramificata come al Sud? Ma chi ha detto che la mafia sia solo quella del Sud? Ogni zona d’Italia si è fatta una propria disonestà che trova le sue giustificazioni più o meno legali. Non mi scandalizzo se al Nord siano state scoperte cellule mafiose provenienti dal Sud, ma ciò che mi fa paura è quel tipo di mafia, presente al Nord, che ha trovato modo di convivere con le istituzioni, anche con l’appoggio di movimenti ecclesiastici.
Se per sociale s’intende quell’insieme di rapporti umani che portano ad una solidarietà generosa e gratuita, che si esprime anzitutto nel volontariato, anche qui non credo che Milano eccelli sulle altre città italiane. Anzi, il numero degli enti assistenziali conta fino a un certo punto, in un grosso centro come Milano e dintorni dove anche i giganti sembrano formiche. Ma non è certo alla quantità che penso, ma a quella capillarità locale, che non sembra interessare molto, visto che giocare fuori casa è anche la tentazione dei lombardi. E i piccoli paesi ne risentono. Anche nel piccolo tutto è dovuto, e il dovuto esenta dal dovere personale di impegnarsi per il Bene comune nel posto abitativo.
La socialità richiama anche la Politica intesa come servizio per il Bene comune. E se la carità assistenziale preferisce evadere, ecco perché l’impegno politico o amministrativo locale sta conoscendo la più grande crisi della storia dei nostri piccoli paesi. Il che non si è ancora verificato nelle grandi città, dove il mondo politico mantiene il suo fascino, per tutte quelle motivazioni che ben conosciamo.
Oggi, lo vedo nel mio piccolo, c’è sempre meno gente che s’impegna nel campo socio-politico del proprio ambiente, ma, paradossalmente, le lamentele nei riguardi degli amministratori locali sono aumentate, fino al parossismo, da parte di gente che resta alla finestra, o in poltrona, e giudica, condanna, pretende. Ma non c’è ombra di un cittadino che si faccia avanti, e dica: “Do un po’ del mio tempo per il mio paese!”.
Ma il problema non è (e sarebbe una cosa comprensibilissima) l’incapacità di impegnarsi in qualcosa, ma il rifiuto a priori, giustificato con mille alibi, tra cui la mancanza di tempo libero e il marcio dei partiti.
Che Milano sia la capitale economica, sarà anche vero, ma non è un primato che mi appassiona. Però una cosa è certa: i lombardi, quando c’è una crisi, sembrano entrare in un’altra crisi irreversibile, dovuta alla confusione tra essenziale e superfluo.Ma c’è di più: il fatto è che sembra quasi impossibile poter separare le due cose che sono diventate un solo corpo. Se per un poveraccio è questione di essenzialità, per i lombardi in genere è questione di superfluo, la cui improvvisa mancanza può gettare nella disperazione o quasi, mentre per il poveraccio è diventata una prassi vivere di stenti.
Ma che dire, infine, della Città ambrosiana, ovvero di Milano come capitale di una tra le più grandi Diocesi del mondo, ricca di tradizioni, ma che ultimamente ha subìto un arresto tale da scendere, nelle valutazioni generali, al di sotto della politica impressa da Pisapia alla città di Milano?
Siamo schietti: non è solo un Vescovo che può fare la differenza, visto che anche con Montini, Martini e Tettamanzi il clero e il laicato milanesi non si sono per nulla lasciati conquistare dall’afflato profetico dei loro Pastori. Anche qui, come nella Chiesa universale con papa Francesco, una rondine non fa primavera. È la base da convertire, da smuovere, da rinnovare. Anche il clero milanese fa paura, per il suo immobilismo accomodante.
Tuttavia, avere un Pastore come Angelo Scola, non può che peggiorare le cose. Avremo un Pastore d’avanguardia? Ma, in tal caso, il clero lo seguirà? Non vorrei parlare del laicato, che, oggi come oggi, mi fa ancor più paura del clero!      
14 novembre 2015   
EDITORIALI DI DON GIORGIO 1
EDITORIALI DI DON GIORGIO 2

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi