Dalla A(ssembramenti) alla Z(oom), ecco l’alfabeto della nuova scuola

Cartelli per la scuola – Fotogramma
da AVVENIRE
14 settembre 2020
Al via.

Dalla A(ssembramenti) alla Z(oom),

ecco l’alfabeto della nuova scuola

Paolo Ferrario
Oggi ripartono le lezioni in numerose Regioni d’Italia. E sono tanti i termini nuovi introdotti durante l’emergenza coronavirus ormai entrati nel linguaggio comune
Il D-Day della scuola italiana è arrivato. In 13 Regioni su 21 – che si aggiungono all’Alto Adige partito il 7 – stamattina è suonata la prima campanella dell’anno scolastico 2020/21 e oltre 5 milioni di studenti tornano in classe dopo 6 mesi di pausa. Altri 2,5 milioni li seguiranno da qui a 10 giorni, con il Friuli-Venezia Giulia che ripartirà il 16, la Sardegna il 22 e gran parte del Sud (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania e Puglia) il 24. Uno scaglionamento dovuto sia alla volontà di alcuni governatori di scavallare l’election day del 20 e 21, sia alle difficoltà di molti dirigenti scolastici ancora alle prese con edifici da sanificare, banchi da ricevere, aule esterne da affittare. Tra tutte le novità in chiave anti-contagio che gli alunni troveranno: dall’obbligo di misurare la febbre a casa perché con 37,5 gradi non si entra, alle mascherine chirurgiche a carico delle scuole, dal protocollo da applicare per i casi sospetti di Covid-19 (e relativa quarantena) al mix di didattica in presenza e a distanza utilizzabile alle superiori. Ciò che non ci sarà invece sono i 150mila supplenti da nominare, i 20mila Ata da incaricare e i 2mila capi segreteria da reperire. Vuoti d’organico che complicheranno i primi giorni di lezione.
Assembramenti Vietatissimi, sia dentro che fuori la scuola. Per evitarli, i presidi hanno dovuto individuare percorsi diversificati in entrata e in uscita, scaglionando anche gli ingressi degli studenti per fasce orarie, a seconda dell’età e della classe di appartenenza.
Banchi Quelli con le rotelle sono stati il tormentone dell’estate della politica. Per garantire la distanza tra gli alunni, saranno usati soltanto quelli monoposto. Ne sono stati ordinati circa 2,4 milioni di pezzi che sono in distribuzione alle scuole.
Cts Una sigla che abbiamo imparato a riconoscere e che sta per Comitato Tecnico Scientifico. Si tratta di un gruppo di esperti costituito dalla Protezione civile per dare indicazioni sulle misure per prevenire il contagio da coronavirus.
________________________________________
7.599.259 Alunni iscritti alle scuole statali, di cui 259.757 con disabilità,
suddivisi in 369.769 classi. In tutto, le sedi scolastiche statali sono 40.749
________________________________________
Dad Anche questa sigla è diventata familiare e sta per Didattica a distanza, la soluzione adottata dalla scuola quando è stato dichiarato il lockdown, con la sospensione delle attività in presenza. Secondo un’indagine di Alma, per il 79,6% degli studenti ha fatto aumentare i compiti, rispetto alle lezioni tradizionali.
Emergenza Le scuole si sono organizzate con aule–Covid dove ospitare lo studente che manifestasse i sintomi del virus durante le ore di lezione. In casi del genere, l’alunno dovrà far ritorno a casa nel più breve tempo possibile e sottoporsi a tutte le procedure di controllo, come il tampone, previste dalle disposizioni per contenere il contagio.
Febbre Con 37,5 gradi si resta a casa. Secondo le indicazioni del governo, la temperatura dovrà essere misurata prima di uscire. La Regione Piemonte ha previsto l’obbligo, per i genitori, si scrivere il risultato sul diario dei figli. Ma il governo è contrario e vuole impugnare l’ordinanza del presidente Alberto Cirio.
________________________________________
866.805 Alunni iscritti alle scuole paritarie, di cui 13.601 disabili
Complessivamente, le scuole paritarie sono 12.564, di cui 8.957 dell’infanzia
________________________________________
Gel igienizzante Per garantire la sicurezza dentro la scuola, ne saranno distribuiti 170mila litri a settimana. Tuttoscuola ha calcolato che, nel corso dell’intero anno scolastico, ne saranno consumati 5,5 milioni di litri, contenuti in 11 milioni di flaconi da mezzo litro l’uno.
Help desk Attivato dal ministero dell’Istruzione dal 24 agosto, raccoglie quesiti e segnalazioni delle scuole sull’applicazione delle misure di sicurezza. Le scuole sono supportate dal ministero anche nella gestione delle risorse legate all’emergenza con un’apposita assistenza amministrativa.
Insegnanti La Didattica a distanza ne ha messo alla prova la capacità di ripensarsi nell’emergenza, ma ha anche aumentato il loro carico di lavoro. Così, almeno, la pensa l’87,3% dei docenti coinvolti in una ricerca della Cisl Scuola. Per il 64%, con la Dad si sono superate le 25 ore settimanali di lavoro.
Lockdown Entrato anch’esso nel gergo collettivo, per la scuola ha significato nove mesi di assenza di relazioni “reali” e non soltanto “virtuali”, attraverso lo schermo di un computer, tra studenti e tra questi e gli insegnanti. Così, domani sarà forte l’emozione di ritrovarsi insieme, per avviare un anno scolastico davvero speciale.
________________________________________
60mila Le cattedre non assegnate secondo la Cisl Scuola
Delle 84.808 assunzioni autorizzate, ne sono state effettuate soltanto 24.534
________________________________________
Mascherine Obbligatorio indossarla sempre, dai 6 anni in su, tranne quando si è seduti al banco o si fa educazione fisica. La struttura commissariale per l’emergenza ne distribuirà 11 milioni al giorno, per un totale di 2 miliardi e 200 milioni lungo l’intero anno scolastico.
Nomine Come ogni anno, sono il vero tallone d’Achille della scuola. Secondo un’indagine della Cisl Scuola, rispetto alle 84.808 assunzioni autorizzate, ne sono state effettuate 24.534, circa 60mila in meno. Secondo la Flc–Cgil, sono almeno 30mila le cattedre scoperte soltanto in Lombardia.
Organico Covid È un contingente di 50mila insegnanti assunti a tempo determinato, a far data dal 1° settembre, appositamente per affrontare l’emergenza nelle scuole.
Positivo Se un alunno risulta positivo al test, il Dipartimento di prevenzione della Asl notifica il caso e la scuola avvia la ricerca dei contatti e le azioni di sanificazione straordinaria della struttura scolastica nella sua parte interessata. Per il rientro in comunità bisognerà attendere la guarigione clinica (cioè la totale assenza di sintomi) dell’alunno. La conferma di avvenuta guarigione prevede l’effettuazione di due tamponi a distanza di 24 ore l’uno dall’altro. Se entrambi i tamponi risulteranno negativi l’alunno potrà definirsi guarito, altrimenti proseguirà l’isolamento.
________________________________________
15% La quota di studenti delle scuole statali (pari a 1,2 milioni) che non troveranno
posto in aula per la necessità di garantire il distanziamento fisico
_______________________________________
Quarantena Dovrà essere osservata da chi risultasse positivo al virus e avrà una durata di 14 giorni. Il Dipartimento di prevenzione deciderà la strategia più adatta in merito ad eventuali screening al personale scolastico e agli altri alunni.
Recupero Degli apprendimenti (avviato lo scorso 1° settembre), ma in primo luogo della socialità che fa della scuola una vera comunità educante. Soprattutto i più piccoli, i bambini della materna e della primaria, hanno sofferto la mancanza di contatto con i compagni e gli insegnanti durante i mesi del lockdown.
Sicurezza Mai come quest’anno, è al centro delle attenzioni del mondo della scuola. Dal Comitato tecnico scientifico sono arrivate precise disposizioni per evitare che nuovi focolai nascano negli istituti. “Il rischio zero non esiste”, ha però messo in guardia la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina.
________________________________________
9mila tonnellate di mascherine da smaltire in un anno
Come scrive Tuttoscuola, ne saranno distribuiti agli studenti oltre 2 miliardi e duecento milioni
_______________________________________
Trasporto Per evitare gli assembramenti su bus, tram e treni, è stato deciso che i mezzi potranno viaggiare con una capienza massima dell’80%. Per i tragitti inferiori ai 15 minuti, potrà arrivare al 100%. I timori sono tanti: il 20% degli studenti ha già deciso che andrà a scuola a piedi, in bicicletta o, in nove casi su dieci, si farà accompagnare in auto dai genitori.
Un metro Principale misura di prevenzione del contagio, dovrà essere tassativamente mantenuto tra le «rime buccali» degli studenti. In palestra la distanza minima sale a due metri. Virus Il Sars–CoV–2 è l’incubo della scuola, che si sta attrezzando per tenerlo lontano da aule, palestre e corridoi, attraverso un’operazione straordinaria di sanificazione e di pulizia di tutti gli ambienti.
Zoom Ai più sconosciuta fino alla scorsa primavera, è una delle piattaforme web per videoconferenze che ha consentito alle scuole di portare avanti la didattica a distanza, “incontrando” gli studenti attraverso computer, smartphone e tablet.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi