I corpi dei vivi e quelli dei morti: Battisti e Megalizzi

www.lettera43.it

I corpi dei vivi e quelli dei morti:

Battisti e Megalizzi

L’aeroporto, Ciampino, è lo stesso. Ma le scene sono diverse. Da una parte la propaganda, con due ministri tronfi a marcarsi a vicenda. Dall’altra la tragedia di cui un uomo solo, Sergio Mattarella, ha portato il peso.
PAOLO MADRON
L’aeroporto è lo stesso, Ciampino. La scena ben diversa: ad accogliere la bara di Antonio Megalizzi, il giovane giornalista italiano ucciso nell’attentato ai mercatini di Natale di Strasburgo, un uomo solo: Sergio Mattarella. Con, molto defilato, il ministro per i Rapporti col parlamento Riccardo Fraccaro. C’è una foto simbolo del presidente della Repubblica in piedi vicino al feretro, intorno a lui il vuoto, che dice tutto. L’opposto di quel che si è visto quasi un mese dopo: stessa location, per dirla col linguaggio cinematografico (in fondo parliamo di reality fiction), ma due ministri visibilmente tronfi e una selva di microfoni pronti ad accogliere le loro dichiarazioni. Da una parte la tragedia di cui un uomo, anche se quell’uomo rappresenta il Paese, porta il peso. Dall’altra la propaganda.
Ovvio che mettere la faccia quando si tratta di un lutto è molto più impegnativo. Nella fattispecie, Megalizzi è un martire della causa europea, era un giovane giornalista entusiasta dell’idea di un’Europa unita, cosa che sappiamo non essere condivisa dai nostri attuali governanti. Molto meglio, quando si può, fare passerella in circostanze in cui lo Stato può esibire la sua forza. Come dimostra l’arrivo in Italia di Battisti, il criminale più ricercato degli ultimi anni (con il mafioso Matteo Messina Denaro, a differenza del quale l’ex militante dei Pac non si nascondeva, anzi la sua, almeno fin che stava in Brasile, era una ostentata latitanza in diretta).
BONAFEDE E SALVINI, LÌ PER MARCARSI A VICENDA
Quello che si è visto a Ciampino ha scatenato differenti reazioni. Francamente non ho intravisto tutta quella barbarie dei potenti che si accaniscono, per citare Giuliano Ferrara, «come cani sui cinghiali». Anzi, la scena non aveva alcuna drammaticità nel suo essere priva di emozioni: pochi secondi, Battisti sceso dall’aereo circondato dai poliziotti e senza manette viene fatto salire sulla macchina della polizia che si allontana. Non è Enzo Tortora che viene strappato da letto, ammanettato ed esposto al ludibrio delle telecamere opportunamente convocate, né l’esibizione volgarmente giustizialista di tanti arresti di Tangentopoli. Se mai la cosa più evidente era che i due ministri, uno nella oramai solita giubba da poliziotto, erano chiaramente lì per marcarsi a vicenda, per scongiurare il rischio che il successo della cattura della primula rossa non venisse attribuito in parti uguali ai due partner di governo.
IL RISULTATO È UNA GROTTESCA E CINICA ESIBIZIONE
Ma il troppo stroppia, e spesso a spingere ossessivamente sul pedale della propaganda si ottiene l’effetto contrario: i due ministri a Ciampino, intenti come Totò e Peppino a rubarsi la battuta, alla fine hanno assunto i contorni di una grottesca e cinica esibizione. Che non scandalizza, né indigna più di tanto. Nella quotidiana battaglia social tra fautori e detrattori dei gialloverdi, i primi maliziosamente si chiedevano se con Renzi a Palazzo Chigi sarebbe andata diversamente. Propendiamo per il no, anche se la riprova è impossibile. Quello che inquieta, ma il discorso sarebbe lungo, è la oramai assoluta dipendenza dei leader politici dal cercare l’approvazione e il consenso della cosiddetta gente per ogni loro azione. E questo a prescindere da una gerarchia di eventi e valori. Che sia la cattura di Battisti, la partitella di calcio tra amici o il piatto di pasta che stanno per mangiare, a cambiare è la scelta del social su cui esibirsi, non l’attitudine.

 

2 Commenti

  1. Enrico ha detto:

    La differenza tra i due episodi è solo apparente. Per il popolino si sbandiera la cattura di Battisti, senza affrontare la cattura e la condanna di tutte le persone che tranquillamente ci uccidono ogni giorno con quello che ci fanno respirare e mangiare. Sempre per il popolino passa la grande dignità dell’accoglienza della salma di Megalizzi, senza voler affrontare da cosa è causato il terrorismo e gli interessi economici che nasconde, e usandolo per farci sembrare bellissima questa società occidentale che con la sua economia di rapina ha più morti sulla coscienza di tutte le guerre messe insieme. Terrorismo foraggiato da paesi con i quali l’Italia ha rapporti commerciali e che nemmeno lontanamente pensa di mettere in discussione.

  2. Giuseppe ha detto:

    La differenza è palese. Sempre di italiani si tratta, ma vuoi mettere il clamore della cattura di un delinquente con la rassegnazione di dover accogliere l’ennesima vittima della follia umana? Per fortuna che Mattarella, che ha avuto molti motivi per piangere lutti a lui molti vicini, si sta dimostrando un presidente che, senza ricorrere all’uso dei social media se quando è proprio indispensabile, incarna il meglio della nostra essenza di italiani

Leave a Reply

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi