All’oratorio con il braccialetto elettronico. Scoppia la polemica

Che dire?
I tempi sono cambiati, e gli oratori non sono più quelli di un tempo.
Anche i preti di oratorio non sono più quelli di una volta.
Anche gli educatori sono diversi, completamente diversi.
Tutto diverso.
In meglio o in peggio?
Non si possono fare paragoni.
Forse ai miei tempi usciva dagli oratori gente impegnata in ogni campo, da quello catechistico a quello socio-politico.
Oggi gli oratori sono solo parcheggi, comodi per i genitori.
Non vedo negli oratori moderni una palestra di vita, ma di muscoli.
Non vedo una scuola per una nuova generazione.
D’altronde, dove sono gli educatori appassionati di un tempo?
***
dal  Corriere della Sera

All’oratorio con il braccialetto elettronico.

Scoppia la polemica

Succede nella parrocchia di Casatenovo. È la prima della Brianza Lecchese. Il don: «Questa non è Amazon. Non controlliamo i ragazzi ma garantiamo la loro sicurezza»
di Barbara Gerosa
All’oratorio, questa estate, si entra solo con il braccialetto elettronico. Niente a che vedere con quello portato dai detenuti, bensì un oggetto in stoffa, colorato e con un codice di accesso, una sorta di microchip che servirà per gli ingressi, le uscite, le iscrizioni e tutte le operazioni di segreteria. Ma soprattutto sarà utile per accertare che nessun intruso possa intrufolarsi nei locali della parrocchia, verificando contestualmente la presenza dei bambini iscritti e consentendo a mamma e papà di sapere dove si trova il proprio piccolo, se per esempio sta comprando un gelato al bar o gioca con i compagni.
A poche settimane dall’inizio delle attività estive nella comunità pastorale di Casatenovo, nella Brianza lecchese, è stato presentato il nuovo servizio che sarà messo a disposizione delle famiglie. Si chiama «Sansone 2.0» e ha già suscitato molta curiosità, anche perché non proprio da tutti è stato accolto con entusiasmo. Il braccialetto elettronico non è una novità assoluta: molte parrocchie delle diocesi di Milano, Biassono, Macherio, Sovico, Carate Brianza, Varedo, Concorezzo, solo per citarne alcune, lo hanno già sperimentato a partire dallo scorso anno, ma per la provincia lariana si tratta di una prima assoluta che ha sollevato plausi e anche un po’ di scetticismo. «Scordiamoci la polemica relativa ai dipendenti di Amazon. Qui i ragazzi vengono per divertirsi, non certo per lavorare — sorride don Andrea Perego, vicario della pastorale giovanile di Casatenovo —. Nessun controllo eccessivo, ma solo una maggiore sicurezza per le famiglie e i bambini. Sono oltre 600 quelli iscritti ai cinque oratori, San Giorgio, Campofiorenzo, Valaperta, Galgiana, Rogoredo, che fanno capo alla nostra comunità e grazie alla speciale piattaforma informatica che abbiamo deciso di adottare tutto sarà molto più semplice. Il braccialetto elettronico servirà per accedere al centro ricreativo estivo, al catechismo, alle gite, a tutte le attività proposte, a pagare gli acquisti al bar e a consentire, per esempio, ai genitori di segnalare chi porta o viene a prendere il bambino, nel caso loro non riescano. Basta inserire l’informazione tramite computer e la segreteria è avvisata».
La sperimentazione è partita questa settimana, anche se sarà pienamente operativa solo quando saranno completate le iscrizioni. Ogni ragazzo che vorrà frequentare il centro estivo dovrà obbligatoriamente dotarsi del braccialetto elettronico, il genitore riceverà via mail un codice e una password e potrà accedere, da casa, da pc, da smartphone o tablet al programma. Si potrà caricare una determinata cifra con la possibilità di impostare un tetto massimo di spesa oltre al quale il proprio figlio non potrà più comprare. «Niente più contanti, piccoli furti, presenza di estranei in oratorio e a mio parere sarà utile anche per prevenire gli atti di bullismo, poiché i ragazzi saranno costantemente monitorati e non dovranno preoccuparsi di perdere il portafoglio — spiega don Andrea —. Ha una funzione educativa, di responsabilizzazione ad esempio nel non sprecare denaro in acquisti inutili. Dopo l’esperienza del centro estivo, in autunno lo estenderemo anche alle altre attività della parrocchia. Insomma credo che le diffidenze iniziali scompariranno non appena saranno evidenti a tutti le potenzialità di questo strumento». «Si può caricare il credito presso la segreteria, da casa o tramite il sistema PayPal. Servirà per registrare le presenze, per l’assegnazione del posto sul pullman in caso di gita, per la conferma di adesione ad un laboratorio e per tanto altro ancora», si legge a proposito del braccialetto sulla pagina web della pastorale giovanile e sull’informatore parrocchiale, che ha suscitato qualche stupore soprattutto tra i parrocchiani più anziani.
«Sansone», in ogni caso, non è dotato del sistema Gps e quindi non è in grado di geolocalizzare le persone che lo indossano, ma semplicemente di verificarne l’accesso e l’uscita tramite virtuali tornelli elettronici. Averlo al polso però è obbligatorio se si vuole mangiare un ghiacciolo, giocare a calcio con gli amici o vedere un film all’oratorio.
16 maggio 2018

 

6 Commenti

  1. Elia ha detto:

    Rileggevo recentemente il tuo Manifesto del Cristianesimo e, anche se non sono perfettamente in tema con questo articolo, volevo fare un commento. Al punto 99 si dice che l’Oriente ha mantenuto la spiritualità dell’essere. Ebbene, come mai non ho mai trovato nei tuoi scritti un riferimento a padre Romano Scalfi? L’ho frequentato per qualche tempo a Seriate negli anni ’60-’70 quando ero in Italia e ho sempre notato che trasmetteva veramente un grande spirito ecumenico ed una umanità fuori del comune.

  2. Elia ha detto:

    Non mi sembra una brutta idea, coi tempi che corrono.

  3. simone ha detto:

    Don Giorgio credo tu abbia centrato in pieno il punto: LA PASSIONE. Purtroppo i preti novelli degli ultimi anni hanno perso completamente LA PASSIONE per l’oratorio. Lungi da me giudicarne la preparazione o la statura morale, ma la crisi degli oratori coincide con la mancanza di passione nei preti che gli gestiscono. Sono d’accordissimo su questo punto. L’articolo però parla di altro e mi permetto di intervenire perchè conosco don Andrea. Lui di passione ne ha da vendere ma ha anche 5 oratori da gestire. Sansone è un sistema che aggrega, semplifica la parte di segreteria e tiene a bada i genitori che negli ultimi anni hanno esponenzialmente aumentato le lamentele per i graffi/i pugni e tutto quello che i bambini subiscono al feriale. Oratori pieni di bambini….bambini sempre più violenti…questo è il vero problema. Il braccialetto elettronico è una sicurezza in più. Vivo in un paese dove è in uso dall’anno scorso e la vedo come un metodo ottimo per destinare attenzioni e risorse ad altro. Il controllo lo fa il sistema, come fa pure la segreteria, gli animatori/educatori non si occupino più della burocrazia. I paesi citati hanno tutti ottimi oratori. Però il problema della passione/mancanza preti giovani rimane forte. Nella visita pastorale feriale il card. Scola ha detto nel mio paese (comunità pastorale di tre paesi) che tre oratori son troppi, se uno non funziona lo si chiuda e si vada negli altri. Chiudere un oratorio in un paese di 6000 abitanti significa privare i ragazzi del futuro. Insomma pochi preti, poca passione ma anche poche idee. E le poche son pure sbagliate.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi