«People. Prima le persone». A Milano contro il razzismo

da Il Manifesto

«People. Prima le persone».

A Milano contro il razzismo

Adriana Pollice
17.1.2019
«People. Prima le persone» è lo slogan della manifestazioni nazionale antirazzista che si terrà il 2 marzo a Milano. A organizzarla una rete di 25 associazioni, tra le quali Acli, Anpi, Amnesty International, Arci, Comunità di Sant’Egidio, Emergency, Libera, I sentinelli e Terres des hommes. L’obiettivo è superare le 100mila persone che scesero in piazza il 20 maggio del 2017 ancora a Milano dietro lo striscione «Insieme senza muri». L’appello indica gli obiettivi: «La politica della paura e la cultura della discriminazione vengono sistematicamente perseguite per alimentare l’odio e per creare cittadini e cittadine di serie A e di serie B. Per noi, invece, il nemico è la diseguaglianza, lo sfruttamento, la condizione di precarietà». E ancora: «Crediamo che la buona politica debba essere fondata sull’affermazione dei diritti umani, sociali e civili perché pensiamo che le differenze non debbano mai diventare occasione per creare nuove persone da segregare, nemici da perseguire, ghettizzare o emarginare».
Sarà un corteo «con colori e musica», ha spiegato il portavoce dei Sentinelli Luca Paladini, perché «i rabbiosi stanno dall’altra parte». Alla presentazione della manifestazione ieri ha partecipato anche l’assessore comunale alle politiche sociali, Pierfrancesco Majorino, che su twitter ha scritto: «Alla faccia dei razzisti della porta accanto ci vediamo a Milano il 2 marzo». Ieri però l’Associazione studi giuridici sull’immigrazione ha invitato Palazzo Marino a iscrivere all’anagrafe meneghina i circa 130 richiedenti asilo che per il dl Sicurezza non avrebbero più diritto alla carta d’identità (come già fatto dal comune di Palermo e, dallo scorso martedì, anche da Napoli), oppure l’Asgi presenterà un ricorso collettivo.
Il contrasto al dl Sicurezza, e alle linee di governo targate Lega in tema di migranti, è una delle motivazioni per scendere in piazza il 2 marzo ma i promotori non vogliono rinchiudere l’iniziativa in un unico perimetro: «Non è una manifestazione contro qualcuno o qualcosa, ma a favore del cambiamento delle politiche dell’Europa e del paese – spiega Roberto Cenati, presidente Anpi Milano -. Siamo per il diritto di asilo e di accoglienza, antirazzisti e antifascisti, convinti che la diversità sia un valore». L’appello, infatti, si chiude con un richiamo all’Ue: «Vogliamo mobilitarci per un’Europa nella quale venga sconfitta la spinta del neonazionalismo che porta nuove barriere, che fomenta la violenza, che fa del migrante un capro espiatorio».
Per arrivare a raddoppiare le presenze rispetto al 2017, le associazioni promotrici stanno organizzando convegni, incontri nelle scuole e iniziative pubbliche. Tutte occasioni per condividere l’appello e aumentare le adesioni. L’elenco degli appuntamenti sarà disponibile sul sito www.people2march.org. «Nel ribadire ‘Prima le persone’ – concludono gli organizzatori – diciamo che servono politiche sociali nuove per il lavoro, per la casa, per i diritti delle donne, per la scuola, per la tutela dei più fragili».

 

2 Commenti

  1. Enrico ha detto:

    Peccato. Un’altra occasione persa dalla Chiesa cattolica per essere vicino alle persone più deboli. Chiesa che si fa rubare tempi e spazi da 25 associazioni, senza essere lei la promotrice. Quando entrerà in zucca alla Chiesa cattolica che la carità senza la legalità e la giustizia non serve a niente? Cito il Convegno Caritas del 5 ottobre 2013: ” Milanovic, economista della Banca mondiale, ha mostrato come negli ultimi 35 anni nel mondo occidentale la diseguaglianza sia aumentata tanto quanto nei trecento anni precedenti. Vuol dire che oggi i poveri sono più poveri di ieri e i ricchi sono più ricchi dei ricchi di ieri. Quando sono nate le conferenze di San Vincenzo il problema era basicamente quello di attutire gli effetti di certe situazioni: si dava il pacco dono con il cibo ecc… Oggi il ruolo di soggetti come la Caritas è ancora più importante perché si tratta di aggredire le cause del malessere, non ci si può più limitare a correggere gli effetti, a lenire le piaghe, dobbiamo cominciare ad aggredire le cause che generano quelle piaghe.” Ma quando mai? Belli e tranquilli a braccetto con Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega e Rivoluzione cristiana e che i poveri non rompano più di tanto.

  2. Giuseppe ha detto:

    Iniziativa esemplare atta a dimostrare che non tutti sono appiattiti dalla politica attuale del disprezzo e della discriminazione. Anche se le menti e i cuori di chi sta al governo fanno dell’insensibilità il loro credo e non penso che si lascino condizionare da queste manifestazioni. O cambiano il loro modo di “ragionare” (cosa impossibile o quasi) oppure le opposizioni devono riuscire a MANDARLI A CASA.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi