Ruby Ter, Berlusconi ai giudici: «No alla perizia psichiatrica, lede la mia storia e il mio onore»

Ha fatto male il Tribunale di Milano a chiedere la perizia psichiatrica di Silvio Berlusconi, e ha fatto bene il Cavaliere d’Arcore a rifiutarla.
Silvio Berlusconi è solo un sano pervertito, moralmente e politicamente parlando.
Tutto qui.
Una eventuale anomalia che riguardasse la sua psiche comporterebbe, se venisse condannato dal Tribunale, qualche riduzione della pena, e comporterebbe un ridimensionamento del giudizio della Storia, che dovrà condannarlo nella pienezza delle sue responsabilità politiche, avendo distrutto in Italia per 20 anni la Democrazia.
E sulla sua oscena strumentalizzazione delle donne, da tantissimi anni sto dicendo la mia: non è da condannare per il suo debole per il gentil sesso (anche perché, come dicono, da anni sarebbe sessualmente impotente: il suo coso non funziona più, molle come un fico maturo!), ma per il suo delirio di onnipotenza anche sulla donna in quanto tale. Il suo ragionamento era ed è ancora semplice: ho tantissimi soldi, dunque ho un potere immenso, che mi dà il diritto di esercitare il mio potere anche sulla donna.
Non ho mai contestato un politico per le sue debolezze femminili, ma per il suo delirio di onnipotenza tale da permettergli di fare della donna, in quanto donna, tutto ciò che vuole, riducendola quindi a oggetto delle sue brame.
Non so se riesco a farmi capire: Berlusconi ha tentato di distruggere la Donna, con la D maiuscola. Sì, ha tentato, senz’altro ha creato, tra milioni di italiani, a cui ha tolto la testa, l’illusione che la Donna in quanto tale è solo l’utopia dei Nobili.
***
da Il Corriere della Sera

Ruby Ter,

Berlusconi ai giudici:

«No alla perizia psichiatrica,

lede la mia storia e il mio onore»

di Paola Di Caro
La lettera del leader di Forza Italia al tribunale di Milano. «Il processo vada avanti anche senza di me». Da fissare una nuova udienza
La richiesta di una perizia medica ma anche psichiatrica per concedergli il legittimo impedimento sul processo Ruby Ter che si sta celebrando a Milano gli è arrivata ieri, dal collegio del tribunale di Milano. E Silvio Berlusconi risponde ora indignato. Con un no fragoroso: «La decisione di sottopormi a una illimitata perizia psichiatrica» é «lesiva della mia storia e della mia onorabilità», oltre che un «evidente pregiudizio nei miei confronti», protesta l’ex premier con una dichiarazione depositata al presidente del collegio.
Il capo di Forza Italia spiega che non potrà « quindi accettare questa decisione» che è «fuori da ogni logica» e chiede che « si proceda, dunque, in mia assenza alla celebrazione di un processo» che definisce «ingiusto». Per dirla con Antonio Tajani, la decisione è «inaccettabile».
È una svolta nella vicenda processuale del Cavaliere, che si è sentito offeso da una richiesta che giudica lesiva non solo della sua storia, ma anche dannosa sia per le sorti del partito, sia per quelle delle sue aziende, quotate in Borsa: quale effetto potrebbe avere, è la riflessione che ha fatto con i suoi, sapere che il fondatore e proprietario delle sue aziende e leader di un partito deve essere esaminato da «uno psichiatra qualunque» per valutarne la tenuta mentale?
A questo punto si vedrà come il Cavaliere intenderà rilanciare, se con una presenza più visibile in campo o no. È probabile che una sua uscita pubblica ci sarà a breve: non si esclude che possa partecipare al Meeting del Ppe «Per il nostro Sud, per il nostro futuro» che si terrà a Roma dal 20 al 22 settembre.
Il collegio della settima sezione penale aveva concesso fino al 5 novembre, a meno che non fossero necessari «esami più approfonditi», ai periti nominati dal Tribunale di Milano per stabilire se le condizioni di salute, anche psichiche, di Berlusconi gli consentano o meno di partecipare al processo Ruby ter in cui è imputato con altre 28 persone. L’obiettivo era accertare se lo stato fisico del leader di Forza Italia, 85 anni il prossimo 29 settembre e paziente long Covid con alle spalle un delicato intervento al cuore, sia tale da impedirgli di seguire il dibattimento in corso e «in caso positivo di specificare» se l’impedimento sia irreversibile e assoluto oppure quale può essere la sua durata.
E adesso? La perizia medico legale non si farà più. Con la dichiarazione dell’ex premier sono venuti meno i presupposti per i quali i giudici della settima penale l’avevano decisa, ossia il legittimo impedimento presentato l’8 settembre. Ora il collegio dovrà fissare una nuova udienza.

1 Commento

  1. enniovico ha detto:

    La scelta dell’Onorevole Berlusconi sorprende, ma al tempo stesso nel merito e nei toni, conferma personalismi e la Sua azione tipica che direttamente o indirettamente ha governato l’Italia tanto da modificarne lo stile di vita di ogni cittadino, la logica nel legiferare, la sfrontatezza verso tutte le Autorità costituite, ivi compreso l’obbligo di ognuno di noi di sottoporci a giudizio qualora ve ne fossero i presupposti. Quindi nulla di nuovo, ora vedremo se l’Organo Giudicante sarà coerente e conseguente; per i cittadini tutti sarebbe un momento di coerenza e di rinascita!

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi