Omelie 2018 di don Giorgio: PRIMA DI AVVENTO

18 novembre 2018: PRIMA DI AVVENTO
Is 13,4-11; Ef 5,1-11a; Lc 21,5-28
Tre Messe a Natale
San Tommaso d’Aquino scrive con la sua nota chiarezza: «Nel giorno di Natale si celebrano più Messe a causa della triplice nascita di Cristo. Di queste nascite, una è eterna ed è un mistero: perciò una Messa è cantata nella notte… Un’altra nascita è nel tempo, ma spirituale: con essa Cristo si innalza come lampada nei nostri cuori, come dice 2Pt 1,19. Perciò si celebra una seconda Messa all’aurora… La terza nascita del Cristo è insieme nel tempo e nel corpo; grazie ad essa il seno verginale di una vergine ce lo offre visibilmente, rivestito di carne, e per questo la terza Messa si canta in pieno giorno…».
La nascita divina nel fondo della nostra anima
Solitamente, noi cristiani, anche dietro l’insistenza della Chiesa di battere il chiodo unicamente o quasi sull’incarnazione di Cristo, ci siamo sempre o quasi soffermati su un evento storico, quello della nascita di Gesù a Betlemme, coprendo il tutto con tale folclore e sentimentalismo da farci dimenticare non solo la nascita eterna del Verbo o Logos (come lo chiama l’evangelista Giovanni nel Prologo al suo Vangelo), ma anche la rigenerazione divina nel nostro essere più interiore.
“Quando tutte le cose erano in mezzo al silenzio”
Il grande mistico medievale, Meister Eckhart, inizia il sermone, che ha tenuto durante una festa di Natale, dicendo: «Noi festeggiamo qui, nel tempo, la nascita eterna che Dio Padre ha compiuto e compie incessantemente nell’eternità, la medesima nascita che s’è compiuta anche ora nel tempo, nella natura umana. Sant’Agostino (in realtà si tratta di Origene) dice: “Che m’importa che questa nascita avvenga sempre, se non avviene in me”?». Tutto sta, invece, proprio nel fatto che avvenga in me».
Le stesse cose le dirà, qualche secolo più tardi, Angelus Silesius: «Mille volte nascesse Cristo a Betlemme ma non in te: sei perduto in eterno».
Eckhart passa poi a commentare le parole del libro della Sapienza (18,14-15): «Quando tutte le cose erano in mezzo al silenzio, discese in me dall’alto, dal trono regale, una parola segreta».
Alla domanda: “Dove Dio Padre pronuncia la sua Parola?”, Eckhart risponde che la Parola o Logos si realizza «nella parte più pura, più nobile e più fine che l’anima può offrire». Ovvero, «l’anima in cui ha da realizzarsi tale nascita (divina) deve mantenersi… raccolta in se stessa nell’interiorità, non dispersa con i cinque sensi nella molteplicità delle creature».
Ed ecco la seconda domanda: “Che cosa dobbiamo fare per far sì che in noi avvenga la nascita o rinascita divina?”. Eckhart risponde che la nostra parte sta nel fare più spazio possibile dentro di noi alla presenza divina, e ciò richiede un distacco da tutto ciò che è di ostacolo. In altre parole, la Parola non nasce dentro di noi, se non c’è il vuoto.
Quando Eckhart parla di distacco lo fa in modo radicale, proprio in vista di quella libertà interiore che non sopporta intrusi, non accetta alcuna mediazione, tanto meno di quella presunzione con cui ogni religione vorrebbe dire la sua parola, per evitare che la libertà interiore dello spirito si elevi troppo nei cieli eterni.
E la parola “immagine” torna frequentemente nelle omelie di Eckhart, come qualcosa che sa di idolatrico, di storpiatura della realtà divina, proprio perché proviene dal di fuori del nostro interiore. Ogni immagine “esterna”, che proviene cioè dai sensi, offusca il Mistero divino che è talmente luminoso da accecare il nostro spirito.
Dio stesso può essere immagine del Mistero divino, ed ecco la famosa quasi scandalosa invocazione di Eckhart: “Prego Dio che mi liberi da Dio!”, ovvero prego il Divino perché mi liberi da ogni sua falsa immagine, quella proveniente soprattutto dalla religione.
Ogni mezzo deve fare silenzio
Adesso possiamo anche capire la spiegazione che Eckhart dà delle parole: “Quando tutte le cose erano in mezzo al silenzio, discese in me dall’alto, dal trono regale, una parola segreta”. Quel “in mezzo al silenzio” lo intende così: mezzo significa mediazione, perciò solo quando nella mediazione c’è silenzio, ovvero quando ogni mezzo proveniente dall’esterno tace, scompare, allora la parola di Dio scende nel fondo dell’anima, ovvero nello spirito interiore.
Avvento, tempo di silenzio
Con questa lunga premessa ho voluto far già capire che l’Avvento, come preparazione al Natale, esige da parte del credente un lavoro di distacco per lo meno da tutto ciò che può disturbare la rinascita in noi di Cristo, che non avviene solo il giorno di Natale, ma è sempre presente, anche ora. Massimo il Confessore (monaco cristiano e teologo bizantino, VI-VII sec. d.C.) ha scritto: «Il Verbo divino, nato una volta secondo la carne… sarà sempre generato spiritualmente per coloro che lo desiderano».
E allora: come i cristiani dovrebbero vivere l’Avvento?
So di essere noioso, ma ogni anno, man mano ci si avvicina al 25 di dicembre, assistiamo al progredire ossessionante di iniziative, di proposte, tra sacro e profano, che non fanno altro che disturbare quel doveroso silenzio interiore, là dove la Parola divina scende dall’alto e genera in noi la nascita di Dio.
Ogni anno aspetto un invito, un caloroso invito, un pressante invito da parte del vescovo di Milano perché le comunità cristiane tornino all’essenzialità, alla spogliazione di ogni mediazione, di ogni immagine esterna, che ci condizionano a tal punto da bloccare la realtà dello spirito interiore. Come si può accettare, senza dir nulla, un Avvento, che ogni anno non è altro che un insieme allucinante di disturbi, di distrazioni, di evasioni che ci offuscano gli occhi dello spirito?
Forse chiedo troppo agli impegni di un vescovo, a cui forse sta a cuore l’agire dall’esterno per produrre chissà quali conversioni.
Ma non era del parere Meister Eckhart che invece commenta: «… la cosa migliore e più nobile per giungere a questa vita, è tacere, e lasciar parlare ed operare Dio. Questa parola viene pronunciata là dove tutte le potenze si ritirano dalle loro opere ed immagini. Perciò è detto: “In mezzo al silenzio fu parlata a me la parola segreta”».

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi