Sea Watch, «Accertate violazioni sui minori da parte delle autorità». Video

da AVVENIRE
16 marzo 2019
Migranti.

Sea Watch,

«Accertate violazioni sui minori

da parte delle autorità».

Video

Nello Scavo
Il governo non risponde neanche al Tribunale dei minorenni di Catania. Trasmessi nuovi atti alla procura. Verso una nuova inchiesta su ministri e funzionari? L’anticipazione
Il muro del silenzio sul caso Sea Watch è stato issato dal governo persino davanti ai magistrati minorili, che hanno trasmesso alla procura di Catania le prove della violazione «certamente commessa» a danno dei migranti minorenni. Atti che – ma su questo vige il segreto – potrebbero trasformarsi in una inchiesta simile a quella del caso caso Diciotti, su cui mercoledì il Senato voterà l’autorizzazione a procedere per Matteo Salvini, accusato di sequestro di persona.
A confermarlo è Caterina Ajello, a capo della procura dei minori etnea: (Guarda il video) «Ho scritto al ministero dell’Interno e al ministero delle Infrastrutture». ha detto davanti alle telecamere di Report (Rai3) . E mai una risposta. Il magistrato aveva ripetutamente espresso la preoccupazione per l’omesso sbarco immediato dei ragazzini che a gennaio sono stati trattenuti a bordo della nave umanitaria per quasi due settimane. Lo aveva fatto in una lettera «segnalando i diritti di questi minori stranieri che non potevano essere esercitati se non dopo lo sbarco, e non abbiamo ricevuto risposta né comunicazione di sorta neanche dall’autorità di pubblica sicurezza in sede locale». A rispondere, spiega Ajello, è solo la Questura di Siracusa che afferma di non poter agire poiché «a livello centrale non era stato ancora individuato il Place of safety (Pos), cioè il porto di sbarco». Anche in questo caso, insomma, la procedura dello sbarco viene bloccata dall’alto. Secondo il procuratore Ajello non ci sono dubbi: «Sotto il profilo dei minori sicuramente c’è stata una violazione, che automaticamente questa costituisca reato è da vedere e comunque non sono io a dovermene occupare». Nel corso dell’intervista rilasciata a Manuele Bonaccorsi, che con la squadra dei giornalisti di Report ha lavorato all’inchiesta sul caso Diciotti che andrà in onda lunedì sera, il magistrato ribadisce il suo sconcerto per il muro di gomma che ha dovuto affrontare.
Il colloquio con Caterina Ajello suscita molte domande. La procura minorile di Catania diventa formalmente competente il 25 di gennaio, quando la nave viene fatta accostare nel “porto rifugio” di Siracusa, territorio su cui ha competenza il tribunale dei minorenni di Catania, dove poi avverrà lo sbarco l’1 febbraio. Le norme sui minori non accompagnati – contenute nella Legge Zampa, votata nel 2017 con il convinto e compatto sostegno dei parlamentari M5s – impongono la discesa immediata di tutti i migranti al di sotto dei 18 anni. Ma a Siracusa questo non avviene. In quei giorni il Viminale dichiara alla stampa, ma non ai magistrati competenti, che nessuno straniero sarebbe stato fatto sbarcare, adombrando anche l’ipotesi che vi fossero dei “falsi minorenni”, che avevano detto di avere 17 anni e mezzo. Intanto, alla procuratrice Ajello nessuno risponde. Neanche per telefono. «Ho fatto tutto ciò che era in mio potere per assicurare la tutela dei minori. Fino a 17 anni e mezzo – precisa – comunque si è minorenni, e comunque c’erano ragazzini anche del 2004, perciò quindicenni, e ci risultano anche minori di età inferiore». In ogni caso, anche «se avessero avuto 17 anni e mezzo sono sempre minorenni: io ho il dovere giuridico di attivarmi per la loro tutela».
Non è l’unica anomalia registrata in quei giorni. Il Tribunale dei minori – come ha ripetutamente documentato Avvenire nei giorni scorsi – aveva assegnato i ragazzini al Comune di Siracusa, che aveva individuato le strutture d’accoglienza. Senza preavviso, però, la Sea Watch viene trasferita a Catania, dove sbarcheranno i 47 naufraghi tra cui i 15 adolescenti, in fretta e furia assegnati ad altre comunità del capoluogo etneo. Da questo momento gli atti dell’inchiesta passano da Siracusa, dove aveva aperto un fascicolo il procuratore Fabio Scavone, alla procura di Catania guidata da Carmelo Zuccaro. Il segreto istruttorio impedisce di sapere quale sia lo stato dell’iter giudiziario. Di certo agli accertamenti trasmessi da Siracusa si sono aggiunti quelli della procura dei minorenni che ha consegnato al procuratore generale (l’organo superiore della procura dei minori) la segnalazione per le “violazioni” a danno dei minorenni.
Il procuratore generale Roberto Saieva ha confermato di avere ricevuto il fascicolo dalla procura dei minorenni, ma non ha voluto né suffragare né smentire di aver assegnato il caso al procuratore Zuccaro, a cui spetta di esercitare l’azione penale. Spetta infatti alla procura valutare se il mancato rispetto della Legge Zampa, così come denunciato da Caterina Ajello, sia un reato penalmente rilevante. Se confermato, dovranno essere indagati i vertici dei ministeri coinvolti e i funzionari che hanno operato in quei giorni.
E domani l’inchiesta di Report, corroborata da testimonianze e documenti inediti, «svelerà – spiegano dalla redazione – i retroscena mai raccontati del caso Diciotti nei palazzi del potere, a Roma come a Bruxelles».

 

1 Commento

  1. Giuseppe ha detto:

    Ci mancava il bullismo nella guerra ai migranti!Complimenti!

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi