Il male-essere dei giovani educati dal mal-essere

L’EDITORIALE
di don Giorgio

Il male-essere dei giovani educati dal mal-essere

I giovani di oggi, in genere, sono una massa di rincoglioniti, che si nutrono di un mondo “virtuale”, di cui già le parole – pensate a “virtuale” – sono un imbroglio o un inganno demenziale.
Di per sé “virtuale” fa pensare a qualcosa di “virtuoso” (da virtus, virtù) o a una potenzialità di bene (un bene in fieri).
Invece no! “Virtuale” richiama qualcosa che naviga nella mobilità più instabile, per cui nulla è certo, nulla è sicuro, tutto è relativo a un punto debole, mutevole, indeterminato, tutto è assoluto nella nullità.
A questi giovani mancano punti fermi: valori ancorati a una Roccia, che si chiama Bene assoluto.
Tutto si muove in un oceano oscillante in balìa di un vento capriccioso, di cui non si conosce la provenienza, ma non è lo Spirito di cui parla Giovanni quando racconta il colloquio notturno tra Gesù e Nicodemo.
Questi giovani sono in balìa di un vento del nulla, originato dal nulla d’essere.
E così si agitano come trottole in balere a suon di musica ritmata in modo forsennato.
E li vedi danzare, unendosi e staccandosi, come carme che si accoppia e si lacera.
Mai contenti, annoiati, che si odiano e si uccidono, in ogni caso trovano anche il modo di divertirsi, obnubilandosi nella testa con allucinogeni o altre porcate simili.
Certo, non tutti i giovani sono così. Ci sono buoni che vorrebbero però essere come tutti gli altri, ma sono incapaci di farsi del male. Sono così infelici che qualcuno pensa bene di farla finita.
Ci sono eccezioni, ma le eccezioni confermano la regola. E la regola è l’impazzimento generale.
È anche facile rifugiarsi nel solito ragionamento: mancano i valori!
E nessuno poi mi sa spiegare esattamente, dando un nome ai valori che mancano.
Io un nome l’avrei, ma è così sconosciuto che appena lo dovessi pronunciare noterei sul volto del “riflessivo” che vorrebbe finalmente trovare la via maestra, un punto interrogativo pronto a cadere nel vuoto.
Eppure, non è un valore nuovo: è antichissimo, che probabilmente si è perso nell’oblio.
Eppure, i giovani dovrebbero esserne affascinati, quando studiano a scuola filosofia, anche se i professori ignorano un altro mondo che ha sconvolto secoli del Miglior Medioevo: la Mistica.
Eppure, l’antica Filosofia greca parlava di Divinità con la stessa passione e con la stessa profondità di un Mistico medioevale.
L’antica Filosofia greca e la Mistica medioevale hanno scoperto il mondo del Divino, presente realmente in ogni essere umano.
La società civile ha pensato bene di seppellire la Filosofia greca, mentre la Chiesa di bloccare anatemizzando la Mistica.
Eppure, i giovani dovrebbero sentirsi affascinati dal mondo dell’essere. Ci ha pensato la politica a castrarli nel loro essere interiore.
Se fossero veramente innamorati del loro mondo interiore, da tempo, senz’atro da oggi, avrebbero già fatto la più grande rivoluzione della storia, e non starebbero con le mani in mano ad assistere al più grande osceno spettacolo di un popolo sedotto dal più lurido Pezzente che sta dilaniando la Democrazia e la Coscienza dell’essere umano.
Ma spetta anche e anzitutto ai maestri, agli insegnanti, ai professori risvegliare la Coscienza degli alunni, spingendoli alla riscossa, alla ribellione, alla battaglia.
Mi vien da ridere quando penso che l’unica cosa di buono (una specie di operazione cutanea!) è la proposta ad alcuni ragazzi di fare qualcosa di socialmente utile (Util-estate): una pagliacciata gratta-culo!
Prima riparano panchine e altro, mangiando e bevendo tra parentesi a ufo (non dovrebbe essere qualcosa di assolutamente gratuito?), e  poi, fra qualche mese, gli stessi ragazzi la rovineranno. È successo, succede, e succederà! E si sentiranno in diritto di farlo!
Il valore del servizio socialmente utile conta nulla, se non proviene dalla scoperta di ciò che si è dentro.
Ho l’impressione che genitori, educatori, insegnanti, preti, suore e sindaci si accontentino di una verniciatura esteriore, perché gli stessi (genitori, ecc.) sono pennelli che educano e amministrano il bene comune con le mani intinte nella vernice esteriore.
Leonardo da Vinci dipingeva con le mani nella Mistica.
I verniciatori di oggi (genitori, educatori, insegnanti, amministratori, ecc.) hanno le mani in impiastri di colori, e si fanno chiamare artisti, e i ragazzi educati nella loro arte non sono altro che piccoli impiastri che gli educatori e gli amministratori useranno poi come bandiere da sventolare in cima al municipio o sul campanile come alibi di un fallimento educativo tanto da gridare vendetta a tutti i giusti della terra e a tutti i santi del cielo.
20 luglio 2019
EDITORIALI DI DON GIORGIO 1
EDITORIALI DI DON GIORGIO 2

 

1 Commento

  1. Piero Perelli ha detto:

    Grazie per questa analisi che trovo simile a una fotografia del nostro tempo e che mi spinge, nonostante i miei anni, a lottare per rivoluzionare il presente!

Leave a Reply

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi