SILVIO GARATTINI: Scelte nette e coraggiose

da AVVENIRE
20 novembre 2021
Per non fermarci tutti di nuovo.

Scelte nette e coraggiose

Silvio Garattini
Dopo un periodo ottimistico in cui le aperture sono state definite in modo molto confuso, rispondenti più a interessi economici di parte anziché a regole razionali, si ritorna ad avere giustificate preoccupazioni per una ripresa dei contagi. Il virus con cui abbiamo a che fare non è più lo stesso di prima, per cui i confronti con il passato sono poco significativi. Questa variante ‘Delta’ sembra essere più contagiosa e relativamente meno sensibile ai vaccini disponibili, soprattutto a quelli che usano un virus come vettore. Siamo quindi di nuovo a discutere quali misure mettere in atto per cercare di diminuire la progressione del contagio. Eravamo arrivati a valori incoraggianti di poco più di un migliaio di nuovi contagi al giorno, per salire ora a valori di oltre diecimila.
Una progressione che, seppure in ritardo, rispecchia ciò che è accaduto in altri Paesi, ad esempio in Germania dove sono stati raggiunti circa 65mila nuovi contagi al dì. A nostro vantaggio abbiamo l’importante percentuale di vaccinati che in Italia è migliore di tutti i Paesi europei. Le differenze non sono piccole se consideriamo che, ad esempio, Romania e Bulgaria con cui abbiamo molti rapporti, hanno vaccinato solo il 25 per cento della popolazione. Tuttavia, anche da noi, la percentuale di popolazione non protetta dalla vaccinazione o dalla guarigione da Covid-19 è ancora molto significativa. Basti pensare ai giovani al di sopra dei 12 anni non ancora vaccinati e quelli al di sotto dei 12 anni per cui si attendono le autorizzazioni dall’Ema, l’autorità regolatoria europea.
Se a questi si aggiunge circa il 10 per cento dei vaccinati in cui la risposta immunitaria non è soddisfacente, coloro che per ragioni mediche non possono vaccinarsi e soprattutto gli almeno 3 milioni di italiani ultracinquantenni che non vogliono vaccinarsi, si capisce perché ci dobbiamo preoccupare. Abbiamo ancora un importante bacino in cui il virus può circolare e può dar luogo a un intasamento degli ospedali e delle terapie intensive con forte danno a tutti coloro che, avendo malattie diverse dal Covid-19, non riescono ad avere le cure necessarie. Di fronte a questa situazione il Governo ha deliberato un richiamo di vaccinazione, la cosiddetta ‘terza dose’, obbligatoria per i sanitari e raccomandata per gli anziani, coloro che sono a rischio per la presenza di altre malattie e, poi, per tutti coloro che hanno eseguito la vaccinazione completa.
Bisogna quindi introdurre altri interventi se non vogliamo che molte Regioni ritornino in fascia gialla o che addirittura si ricorra ad altre forme di chiusura. E occorre ribadire il concetto della prevenzione. Anche se siamo vaccinati dobbiamo continuare a utilizzare le mascherine pure all’aperto, evitare gli assembramenti e mantenere le regole igieniche. Inoltre, un altro intervento importante è ovviamente l’estensione delle vaccinazioni non stancandosi di dare spiegazioni. Molti italiani non sono no-vax fanatici, hanno paura, hanno dubbi alimentati dagli spazi che vengono dati alle fake news. Abbiamo bisogno della collaborazione dei media, di tutti i media, che spesso utilizzano i no-vax per fare spettacolo.
Occorre da questo punto di vista che il Governo richieda a tutti una maggior responsabilità. Un altro provvedimento necessario è certamente un’estensione del Green pass a ogni manifestazione pubblica, ma soprattutto l’abolizione della possibilità di ottenere questa certificazione con un tampone. Il tampone è una componente impropria del Green pass, perché non protegge ma fotografa che in un determinato momento la persona non è contagiata dal virus. Togliere il tampone vuol dire ridurre le possibilità di movimento ai non vaccinati e quindi invogliare alla vaccinazione. In questo senso, è interesse di tutti i vaccinati sostenere tale decisione e, al tempo stesso, nel proprio ambiente, cercare di informare i non vaccinati anche con l’esempio: facendo il richiamo. Se non vogliamo ritornare a un nuovo lockdown, occorrono scelte coraggiose sostenute dall’opinione pubblica.
Presidente dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri IRCCS

3 Commenti

  1. Giorgio ha detto:

    Purtroppo con i NO-VAX non ci si può ragionare. Un mio caro amico oltre che sostenere che dietro la pandemia ci sono le case farmaceutiche e che sono i vaccinati a diffondere il virus è arrivato a dire, seriamente, MEGLIO IL COVID CHE LA VACCINAZIONE.
    La moglie è dello stesso parere.
    Quindi con loro non c’è speranza d’intesa.
    Che dice il proverbio? Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

    • Patrizia ha detto:

      Forse ci penseranno le terapie intensive a convincerli, e forse neanche in quel caso.
      Ma i veri responsabili sono i criminali che stanno usando questi poveretti per minare la Democrazia ed avere visibilità.
      Si spera che arrivi il giorno che le Procure si rimbocchino le maniche su questo punto.

      • Giorgio ha detto:

        Nessuno li convincerà. Quando mi hanno detto che il virus era diffuso dai vaccinati ho loro detto: Ma la poliomielite ed il vaiolo si diffondevano tramite i vaccinati o sono scomparse con il vaccino? La loro semplice risposta è stata” E’ un’altra cosa!

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi