Ecco come Milano vuol diventare una città smoke free

da AVVENIRE
21 gennaio 2020
Fumo e inquinamento.

Ecco come Milano

vuol diventare una città smoke free

Lorenzo Rosoli
Dopo l’annuncio del divieto alle fermate dei mezzi pubblici, arriva anche «il divieto di fumo allo stadio» che confluirà nel piano Aria. Le critiche della Regione: concentrarsi su caldaie a gasolio
Un calcio al fumo. A partire dallo stadio. Milano smoke free, il sindaco Beppe Sala rilancia. Dopo aver fissato l’obiettivo – vietare il fumo all’aperto entro il 2030 – il primo cittadino tiene alto il pressing e ipotizza un altro luogo dove introdurre al più presto lo stop alle sigarette: lo stadio, che si aggiunge così alle fermate di tram e autobus e alle code all’esterno dei locali pubblici, che ha già dichiarato di voler interdire al fumo. Lo scenario: il Piano Aria che dovrà essere approvato nelle prossime settimane dal Consiglio comunale e che servirà per le ordinanze sulle singole misure. Una partita, la lotta allo smog, che Sala gioca su più tavoli: si pensi all’impegno pubblicamente preso perché entro la fine del suo mandato tutti gli edifici del Comune abbiano abbandonato il gasolio o, almeno, avviato la riconversione. Molteplici sono, d’altronde, le cause dell’inquinamento atmosferico e le minacce ai polmoni dei milanesi.
Sala: visione e passi. «Penso si debba arrivare in un periodo non lunghissimo allo stadio smoking free», ha detto ieri Sala a margine di un convegno sulla riqualificazione degli scali ferroviari. «Se sono in un luogo aperto e mi fumi di fianco, sono libero di spostarmi. Ma se sono alla fermata dell’autobus o allo stadio non ho questa libertà». Il divieto di fumo dunque è «una restituzione di diritti a coloro ai quali il fumo come minimo dà fastidio, probabilmente fa anche male e non hanno la possibilità di evitarlo». Su queste misure – Sala pensa anche allo stop ai fuochi d’artificio – e più in generale sul Piano Aria: «Sono questioni su cui, al di là delle mie opinioni, è importante coinvolgere la giunta e il Consiglio comunale – ha concluso il sindaco. Bisogna prendere il 2030 come visione, ed è giusto che la politica ce l’abbia. Ma non possiamo parlare del 2030 e non fare qualcosa subito. Le nostre strade sono piene di mozziconi».
Le altre voci. Al pressing di Sala per una città smoke free c’è chi partecipa, chi fa catenaccio, chi cerca il contropiede. E chi chiama il fuorigioco, denunciando le uscite del sindaco come mera provocazione e promessa elettorale. «Tutto ciò che serve come microtassello per migliorare la qualità dell’aria è sempre utile. Nessuno ha la bacchetta magica e nessuna misura da sola risolve, ma tutte insieme possono affrontare e risolvere il problema», ha dichiarato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, ieri a Milano (si veda il servizio a destra) dove ha incontrato l’assessore regionale all’Ambiente Raffaele Cattaneo. Il quale, dal canto suo, ha sottolineato come «la percentuale di emissioni che deriva dal fumo di sigaretta sia dell’1,9%, quindi tutto serve, ma forse è importante concentrarsi sul 42% di emissioni che derivano dal riscaldamento civile», con «misure strutturali» e «meno immaginifiche» ma «più efficaci». Di lotta allo smog che richiede «una soluzione strutturale», d’altronde, ha parlato lo stesso ministro Costa. E il presidente della Regione, Attilio Fontana? «Non so, è un’idea anche quella», ha detto dello stadio smoke free. «Sono favorevole al divieto di fumo in assoluto, perché è una sciagura dal punto di vista personale e produce danni incredibili», ha aggiunto, invitando però a concentrarsi sulle troppe caldaie a gasolio. Simone Sollazzo, consigliere comunale M5s, chiede di «evitare strumentalizzazioni e polemiche» invocando «un confronto tra maggioranza e opposizioni che partorisca una proposta comune».
La mappa delle aree che sono già smoking free in città. La lotta al fumo di sigaretta all’aperto non è una novità, per Milano. È dal 2012 che non si può più fumare nei parchi pubblici e nelle aree dove sono collocati giochi per bambini o attrezzature sportive. La città «smoking free» fa passi avanti nelle aree aperte degli ospedali. E nei luoghi della formazione e della cultura. È il caso dell’Università degli Studi di Milano, dove, in virtù del regolamento approvato lo scorso dicembre, le sigarette elettroniche sono vietate anche negli spazi estermi – come chiostri, logge, punti prossimi a porte e finestre. Ma entro aprile il divieto varrà per tutti i tipi di sigarette. Ai fumatori saranno destinate alcune aree riservate, con sedute e cestini, ora in fase di allestimento. Soluzione analoga all’Università Bicocca, dove sono state create “isole” per fumatori lontane dagli ingressi dell’ateneo. In questo modo chi entra ed esce dagli edifici dell’università non rischia di finire tra i fumatori passivi, come succede tradizionalmente quando agli “attivi” è permesso di fumare appena fuori le porte, dove normalmente sono collocati cestini posacenere. Un’”isola” per fumatori l’aveva, in cortile, anche il liceo linguistco «Manzoni». Ma è stata abolita. E ora l’istituto è del tutto «smoke free». Ed è «smoke free» anche la piazzetta tra le vie Federico Confalonieri e Gaetano De Castilla, sulla quale si affacciano il Bosco Verticale e la sede di Google Italia. Pur aperta al pubblico, è proprietà privata.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi