E così gli italiani da soli si sono messi il cappio al collo!

di don Giorgio De Capitani
Talora anche Silvio Berlusconi dice la verità e, pur nella sua visuale a senso unico, ovvero da ideologo di un bene comune già abortito sul nascere, per garantirsi il suo primato di pover’uomo sempre pronto al suo ego onnipotente, distrugge i suoi concorrenti, amici e nemici, irridendoli e denudandoli.
E non è difficile per lui trovare in loro qualche pretesto, visto che appartengono tutti alla stessa razza, quella del vuoto politico, in cui navigano a piacere.
Che Silvio Berlusconi sia l’oggetto più spregevole che la provvidenza abbia regalato a noi italiani, almeno per me è fuori discussione, ma non per questo dovrei sentirmi in pace con quell’anti-berlusconismo che non è altro che un ribaltamento dello stesso nulla politico, ovvero l’altra faccia della stupidità ideologica di chi vorrebbe farmi credere che, capovolgendo lo zero, la democrazia possa tornare a sorridere.
Certo, c’è zero e zero. Quello di Berlusconi è come un uovo in decomposizione, ma non basta cambiare la gallina, se questa viene sostituita con altri aborti già in putrefazione.
Mi sarebbe facile fare dei nomi, anche perché credo che anche gli infanti potrebbero benissimo indicarceli, almeno con un dito.
Ma a che servirebbe dire che l’ideologia leghista e quella grillina siano la stessa o il rovescio della medaglia della nullità politica berlusconiana, quando, dopo la loro inevitabile scomparsa, appariranno all’orizzonte altre nullità, forse già partorite e forse già abortite, nella testa di un popolo che sembra mai sazio di generare mostri?
Il problema non è tanto la politica populista di oggi, ma quel populismo fine a se stesso che sembra la fissazione paranoica di una massa di abortiti mentali.  
Sì, perché il popolo italiano (non mi consolo dicendo che anche gli altri popoli non siano da meno) ama masturbarsi con le proprie oscene voglie di istinti carnali o, è la stessa cosa, si gode auto-flagellarsi a sangue con la propria demenza ereditaria.
Oggi gli italiani si ereditano, l’uno dall’altro, quel vuoto degenerativo, che sembra inarrestabile o senza alcuna possibilità di redenzione.
Non vedo attualmente via d’uscita. Ci sarà, ma oggi il buio è così totale che tutto sembra brillare di banalità appariscenti: basta una specie di comico che spari quattro cazzate divertendo gli allocchi, o un bovaro che prometta latte di toro, e gli italiani normalmente ci cascano, alla faccia di quel buon senso che oramai sembra prerogativa solo di qualche spirito libero, che si è salvato castrandosi in ogni parvenza di convivenza civile, ovvero di quella specie di civiltà aggrappata a qualche slogan del tipo “restiamo umani”.
Ciò non toglie che si possa ancora “restare liberi”, di dentro, coltivando in pienezza il proprio essere, anche spudoratamente, a dispetto della più spudorata omologazione che ha reso un popolo castrato nella sua coscienza, nella sua dignità, nella sua realtà “migliore”.
Tu sei spudoratamente un venduto, uno s-cervellato, un povero birillo, una misera pedina, una logora manopola, un obbediente piccolo pezzo dell’ingranaggio strutturale di una società che macina gli spiriti?
Ed io rivendico spudoratamente la mia libertà interiore, senza più peli sulla lingua, contro la nullità di una politica senz’anima, e di politicanti da strapazzo, che amano il mercato per vendere i loro prodotti da quattro soldi, e la piazza per strappare consensi facili da una massa impenitente di coglioni con la testa bacata.

 

3 Commenti

  1. angelo ha detto:

    Certe figure pubbliche rappresentano e rivelano l’animo miserrimo di molte persone che si specchiano e si riconoscono tramite un codice di sentimenti comuni.
    Il risultato è un arretramento complessivo, ma questo non importa loro.
    La ciliegina è poi la guerra orizzontale tra poveracci di cui molti non hanno consapevolezza di appartenere.

  2. Giuseppe ha detto:

    Forse, come ci ha ricordato nel suo commento Marco, aveva ragione il cancelliere austriaco principe von Metternich quando, quasi sue secoli fa affermava che l’Italia non è che un’espressione geografica, visto che i suoi abitanti fanno di tutto per non smentirlo.
    Del resto, se dovessimo dar retta a don Verzé, per anni confidente e “padre spirituale” del piazzista di Arcore, probabilemte Berlusconi se lo dovranno cibare anche le prossime generazioni perché, secondo la profezia del prete faccendiere, Silvio vivrà almeno fino a 150 anni. Che, occhio e croce, significa fin quasi al 2090! Con buona pace, perciò, di Di Maio e Salvini, i quali presumibilmente non essendo fatti della stessa tempra, con ogni probabilità, toglieranno prima il disturbo. Stando così le cose, le esternazioni del cavaliere decaduto ci faranno compagnia ancora per parecchio tempo, anche perché il nostro eroe rifiuta di rassegnarsi alla sorte che accumuna tutti gli essere umani, ostinandosi a voler recitare il ruolo di padre nobile ed ago della bilancia della politica italiana, e lo farà finché avrà abbastanza fiato in gola da consergli di emettere suoni a vanvera, come del resto è sua abitudine. Non è l’età infatti a provocare le sue parole, che sono sempre le stesse da oltre ventanni, è cambiata solo la faccia, ormai coperta da una maschera dal sorriso contratto per via dell’irrigidimento muscolare, mentre gli occhi cercano invano di vivacizzare quella fissità.
    Avrei la tentazione di dire che noi italiani, in fondo, un personaggio simile ce lo siamo meritati, così come i suoi compari nemici-amici di questi giorni, ma siccome io e quei pochi altri che la pensano come me non abbiamo fatto niente perché accadesse, continuo a pensare che ci deve essere qualcosa di molto sbagliato nel dna di molti nostri concittadini, il cui masochismo parossistico li ha portati ad osannare volta a volta figurine e fantocci indegni di essere annoverati nel genere umano.

  3. marco ha detto:

    “L’Italia é una espressione geografica ”
    (Klemens von Metterinich )

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi