Apprendimento, al Sud una scuola su due è in ritardo

da AVVENIRE
22 gennaio 2020
L’allarme.

Apprendimento,

al Sud una scuola su due è in ritardo

Paolo Ferrario
I dati Invalsi sugli apprendimenti mostrano il forte gap soprattutto in Calabria, Sicilia e Campania. Il Miur lancia una task force nazionale anti-dispersione
È il punto dolente di ogni indagine sul livello di apprendimento degli studenti italiani: tra le scuole del Nord e quelle del Sud esiste un divario ancora molto profondo. A quanto ammonti questo ritardo che, in definitiva, si traduce in minori opportunità per gli alunni di determinati territori, lo dice, per la prima volta, una ricerca realizzata dall’Invalsi e presentata ieri in occasione dell’avvio del Piano di intervento per la riduzione dei divari territoriali in istruzione, promosso dal Miur.
Prendendo a riferimento i risultati delle prove Invalsi somministrate alle terze medie (grado 8), di cinque regioni (Campania, Sicilia, Calabria, Sardegna e Puglia), i ricercatori sono riusciti a misurare il grado di ritardo delle scuole di questi territori. Due i gruppi individuati: le scuole «in difficoltà», quelle con il 30% degli alunni che raggiunge livelli di apprendimento non adeguati e le scuole «in forte difficoltà», in cui la percentuale degli insufficienti arriva al 45%. Ebbene, in due regioni (Sicilia e Calabria), le scuole con studenti in ritardo sono più numerose di quelle senza problemi. In particolare, in Sicilia, su 520 scuole monitorate, 219 (pari al 42,2%) sono “in difficoltà” e 59 (11,3%), “in forte difficoltà”, mentre 242 (46,5%), non presentano situazioni problematiche. Lo stesso vale per la Calabria, dove su 243 scuole, 119 (49%), sono “in difficoltà”, 23 (9,5%) “in forte difficoltà” e 101 (41,6%) non hanno problemi di apprendimento. Anche in Campania la situazione non è rosea. Su un totale di 599 scuole selezionate, 210 (35,1%) sono “in difficoltà”, 52 (8,7%) “in forte difficoltà” e 337 (56,2%) non hanno problemi. Va un po’ meglio in Sardegna: su 169 scuole, 108 (63,9%) non presentano situazioni di difficoltà, 3 (1,8%) sono “in forte difficoltà” e 58 (34,3%) “in difficoltà”. Decisamente diversa, infine, la situazione della Puglia, la migliore tra le cinque regioni meridionali considerate. Su 349 scuole monitorate, 282 (80,8%) non hanno problemi, 3 (0,9%) sono “in forte difficoltà” e 64 (18,3%) “in difficoltà”.
Test Invalsi, “termometro” dell’istruzione
«I test Invalsi – ha ricordato la vice-ministra all’Istruzione, Anna Ascani, presentando il Piano – sono il termometro che misura la febbre della scuola italiana. E ci dicono che milioni di studenti meridionali si vedono negato il pieno diritto allo studio. Per questa ragione, mettiamo in campo strumenti nuovi che coinvolgono tutti gli attori in campo. La scuola non può e non deve essere lasciata sola a fronteggiare divari territoriali e dispersione scolastica. Prendiamo l’impegno a ridurre in maniera strutturale gli ostacoli all’effettiva creazione di pari opportunità nel nostro Paese».
Tra gli strumenti a disposizione delle scuole, un Repertorio di buone pratiche e un Cruscotto informatico contenente diversi strumenti di analisi, reso disponibile dall’impresa sociale “Con i bambini”, nell’ambito dell’Osservatorio sulla povertà educativa minorile. Negli ultimi tre anni, “Con i bambini” ha sostenuto oltre 350 progetti in tutta Italia, dando supporto a 500mila minori che vivono in povertà educativa.
Alleanza contro la dispersione
Sempre in tema di dispersione scolastica (che in Italia è al 14,5%, ma supera il 20% se si considera anche la “dispersione implicita”, quella cioè che riguarda gli studenti che, pur conseguendo un titolo di studio, non raggiungono le competenze minime richieste) e per garantire il diritto allo studio, la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha firmato un Patto con il Dipartimento Pari opportunità e Famiglia e l’Anci, l’Associazione dei Comuni. «Nasce una task force nazionale che mette al centro i diritti degli studenti», ha sottolineato la ministra Azzolina, annunciando il primo milione di euro appositamente dedicato a questo progetto.
«Vogliamo garantire a tutti le stesse opportunità di utilizzare la mensa scolastica – ha ribadito Azzolina –. Vogliamo fornire i necessari sussidi didattici ad alunni e alunne con disabilità perché possano studiare al pari degli altri, vogliamo garantire uguali servizi per tutti».
«Investire nell’educazione»
Sull’«alleanza educativa tra generi e generazioni, tra famiglie e società civile». ha insistito la ministra per le Pari opportunità e Famiglia, Elena Bonetti. «Investire nell’educazione garantendo pari opportunità e mettendo al centro la persona con i suoi talenti – ha ricordato – è cruciale per liberare il protagonismo dei giovani e formare cittadini più consapevoli e maturi».
Sull’efficacia della rete degli ottomila comuni italiani, ha infine scommesso il presidente dell’Anci, Antonio Decaro: «Potremo lavorare – ha detto – affinché il diritto allo studio sia assicurato in maniera omogenea su tutto il territorio nazionale, nelle realtà più grandi come in quelle più piccole».

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi