Esilio d’amur, la preghiera di una clarissa

Suore clarisse del monastero di Santa Lucia a città della Pieve – Dal sito Federazione Santa Chiara
da AVVENIRE
24 marzo 2020
Coronavirus.

Esilio d’amur,

la preghiera di una clarissa

Suor Chiara Antonella
Anche le suore di clausura sono impegnate nella battaglia contro il coronavirus. Con la preghiera. Riportiamo il testo composto da una sorella di origine bergamasca (con la traduzione)

ESILIO D’AMUR

Signur, ta domande scüsa, / se ‘l me cör l’è mia töt lé con Te. / Go ö dulur, deter de me, ch’el vusa: / la me get la patis asé.
Mé so ché, in esilio d’amur, / perché ö dé to me robat ol cör: / to m’e dic’: «Iga mia pura, dam la to eta, / e mé ta daró töt de me.
Fin da quando to siet picinina, / i me öcc’ ja sura de te, / e pensae: “Chesta tusa la öle / töta domà per me”.
To ddiré, to sa troeré conteta, / ta promete mia ‘l Paradis in tera, / ma, anche se ‘l to corp al sarà ‘n claüsüra, / to saré mader de töt ol mont, ‘nsema a Me».
Ma ‘ncö, Signur, ol me cör al löcia, / perché chesta malatia che la fa pura, / l’è come öna föria, la cor d’öna ca a l’otra, / famada, ‘ngurda, e la sa seta mai!
Tace i se la pasa mia gna mal: / ‘mpo de fevra, ‘mpo de tos, ‘mpo de fregiur, / ma tace iè lé per i öspedai, / ‘ntübac’ o tecac’ ai respiradur.
Ma iè tace, Signur, chi ché i mör, / sensa nesü lé visì, di sò. / I dutur, i ‘nfermier i ne pöl piö: / per quat tep, Signur, dürerala amó?
Ta domande pietà, Signur, per tata get, / che la ta prega, che la ga fidücia de Te; / tace, forse, i t’ia desmentegat, / e ades i alsa sö i öcc’ al Ciel.
Tace, magare, i è disperac’, / perché forse i t’a mai cunusit; / iga pietà, Signur, è arda gió, coi to öcc’ pié d’amur per töcc’.
Te to ‘l sé, Signur, ché ‘n chesto moment, / öleres ves po a mé co la me get: / fó ‘mpo fadiga, Signur, è öle ditel: / mé che al sigür, è lu ‘mmezz al dulur;
‘mmezz ala pura, ala disperaziù, / o a fas coragio, a dis: «Dài, k’el paserà!». o a cantà a töta us söi balcù / per dì che domà töcc’ ensema ‘n ghe la farà.
Porta paziensa, Signur, sculta ö moment / chel che ades al me gnit in d’ol cör, / ‘l ma par mia ö laur esbagliat, / anse, pense ch’al ta farà piaser:
mescia nsema öna quac gote d’ol to sanc, / coi me lacrime, per cunsulà ‘sta poera get! / Lu i ghen’avrà ö falì de cunsulaziù / e anche Te ‘l só ka to saré contet.
Perché ‘l to sanc, Signur, l’è medesina: / lé sö la crus, to l’é spandit, per chel! / E i mé lacrime? Forse i alerà negot, / ma almeno, come öna gutina d’acqua / per scöt la sit, per fa sorà ‘mpo sce cör.
E ades öleres dì öna parulina / a töcc’, oter, che sì lé ‘nd’esta disgrazia, / ma mia a töcc’ ensema öleres divla: / ü per ü, ogne ü per so cünt.
Iga mia pura, ades t’el dighe mé, / chela parola ch’al ma dic’ ol Signur. / Perché l’è ira: mé so ché ‘n claüsüra, / ma ‘l mé cör, l’è lé, visì a te.
Ol me corp, sé, l’è serat sö, / ma col Signur, mé gire töt ol mont: / e ölet che ‘l prim post en do ‘ndaró / al sies mia prope ‘n mezz a la me get?
S’el regordet chel proerbe, ch’el dis: / «L’è lonc come öna Quaresma?». / Ma la Quaresma, l’è destinada a finì, / e dopo ‘l gh’è la Pasqua de risürreziù.
Ades, an sè come ‘n d’ö enerdé Sant, / ma to ‘ddiré, töt al finirà. / ma d’ol sigür, quando la sarà finida, / ‘mpo fracac’ sö, sé, però ‘n sarà migliur.
TRADUZIONE

ESILIO D’AMORE

Signore, ti chiedo scusa / se il mio cuore non è tutto lì con Te. Ho un dolore, dentro di me, che grida: / la mia gente soffre tanto.
Io sono qui, in esilio d’amore, / perché un giorno mi hai rubato il cuore: / mi hai detto: «Non aver paura, dammi la tua vita, / e io ti darò tutto di me.
Fin da quando eri piccolina, / i miei occhi erano su di te, / e pensavo: “Questa ragazza, (bambina) la voglio tutta solo per me”.
Vedrai, ti troverai contenta, / non ti prometto il Paradiso in terra, / ma, anche se il tuo corpo sarà in clausura, / sarai madre di tutto il mondo, insieme a Me».
Ma oggi, Signore, il mio cuore piange, / perché questa malattia che fa paura, / è come una furia, corre di casa in casa, / affamata, ingorda, e non si sazia mai!
Tanti non se la passano neanche male: / un po’ di febbre, un po’ di tosse, un po’ di raffreddore, / ma tanti sono là per gli ospedali, / intubati, o attaccati ai respiratori.
Ma sono tanti, Signore, quelli che muoiono, / senza aver accanto i propri cari. / I medici, gli infermieri non ne possono più: / per quanto tempo, Signore, durerà ancora?
Ti chiedo pietà, Signore, per tanta gente, / che ti prega, che ha fiducia in Te; / tanti, forse, ti avevano dimenticato, / e adesso alzano gli occhi al Cielo.
Tanti, magari, sono disperati, / perché forse non ti hanno mai conosciuto; / abbi pietà, Signore, e guardaci, / con i tuoi occhi pieni di amore per tutti.
Tu lo sai, Signore, che in questo momento, / vorrei essere anch’io con la mia gente: / faccio un po’ fatica, Signore, e voglio dirtelo: / io qui al sicuro, e loro in mezzo al dolore;
in mezzo alla paura, alla disperazione, / o a farsi coraggio, dicendosi: «Dài, che passerà!», / o a cantare con tutta la voce sui balconi, / per dire che solo tutti insieme ce la faremo.
Porta pazienza, Signore, ascolta un momento / quello che adesso mi è venuto in mente: / non mi sembra una cosa sbagliata, / anzi, penso ti farà piacere:
Mescola qualche goccia del Tuo sangue / con le mie lacrime, per consolare questa povera gente! / Loro ne avranno un po’ di sollievo, / e anche Tu, lo so che sarai contento.
Perché il Tuo sangue, Signore, è medicina: / lì sulla croce, l’hai sparso, per questo! / E le mie lacrime? Forse non varranno niente, / ma almeno, come una gocciolina d’acqua, / per togliere la sete, per dare un po’ di sollievo a questi cuori.
E adesso vorrei dire una parolina / a tutti, voi, che siete lì in questa disgrazia, / ma non a tutti insieme vorrei dirla: / uno per uno, ciascuno per proprio conto.
Non aver paura, adesso te lo dico io, quella parola che mi ha detto il Signore. / Perché è vero: io sono qui in clausura, / ma il mio cuore, è lì vicino a te.
Il mio corpo, sì, è rinchiuso, / ma con il Signore, io giro tutto il mondo: / e vuoi che il primo posto dove andrò / non sia proprio in mezzo alla mia gente?
Te lo ricordi quel proverbio, che dice: / «È lungo come una Quaresima?». / Ma la Quaresima, è destinata a finire, / e dopo c’è la Pasqua di risurrezione.
Adesso, siamo come in un Venerdì Santo, / ma vedrai, tutto finirà, / ma sicuramente, quando sarà finita, / un po’ ammaccati, sì, però saremo migliori.
Suor Chiara Antonella
Clarissa nel monastero di Santa Lucia di Città Della Pieve (originaria di Bergamo)

1 Commento

  1. Palumbo Bartolomeo ha detto:

    Parole sublimi,ma quando vedi morire i tuoi cari non è facile rassegnarsi.Viene spontaneo gridare,guardando il cielo:dove sei?Mah:che DIO ci aiuti e cerchiamo di essere piu’ solidari gli uni verso gli altri:non tutti i mali vengono per nuocere.CIAO DALL’ESTERO.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi