Bambini scomparsi, più di 8mila in Italia nel 2019

da AVVENIRE
25 maggio 2020
La Giornata.

Bambini scomparsi,

più di 8mila in Italia nel 2019

Luciano Moia
Si tratta di 5.376 minori di origini straniera e 2.955 italiani. Numeri che rivelano situazioni drammatiche. Un fenomeno mondiale, di dimensioni enormi in Gran Bretagna, India, Russia e Usa
Allarme bambini scomparsi. Nel 2019 in Italia le denunce sono state 8.331, raddoppiate rispetto all’anno precedente. Riguardano 5.376 minori di origini straniera e quasi tremila italiani (2.955). Numeri drammatici che nascondono situazioni di abbandono, conflitti tra genitori, incuria ma anche, nei casi più gravi, fenomeni legati alla tratta e allo sfruttamento. Pagine oscure di cui non si parla mai abbastanza. Nel nostro lungo inverno demografico, punteggiato da allarmi, polemiche e scelte contraddittorie – se non eticamente inaccettabili come il ricorso all’utero in affitto – scoprire che lo scorso anno tremila piccoli sono svaniti nel nulla, ha lo stesso effetto di un pugno nello stomaco. Ma quanti ne vengono ritrovati? E in che condizioni? Cosa si può fare per regalare a questi piccoli una nuova serenità?
Oggi, in occasione della Giornata Internazionale dei Bambini Scomparsi, Telefono Azzurro propone un momento di riflessione in live streaming, stamattina alle 10, su Ansa.it . Vi prendono parte il prefetto Silvana Riccio – Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse, Prefetto Michele Di Bari – Capo del Dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno; Caterina Chinnici – Eurodeputata e Co-Presidente dell’Intergruppo del Parlamento europeo per i diritti dei minori: monsignor Sànchez Sorondo – Cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze e della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali; Maud de Boer Buquicchio – President of Missing Children Europe; Maria Francesca Pricoco – Presidente del Tribunale per i Minorenni di Catania e Presidente AIMMF; Marina Contino – Primo Dirigente del Servizio Centrale Anticrimine della Polizia di Stato; Maria Josè Falcicchia – Servizio Cooperazione Internazionale della Polizia di Stato, Federica Sciarelli – Giornalista RAI e presentatrice di Chi l’ha Visto.
Secondo Missing Children Europe, nel 2019 il Numero Unico per i Bambini Scomparsi “116.000” in Europa, ha risposto a 55.284 contatti con 7.582 casi dei quali il 55% dei nuovi casi ha riguardato i rifugiati e il 23% minori sottrai ai genitori.
Secondo ICMEC, il fenomeno ha proporzioni allarmanti: nel Regno Unito si registrano circa 80 mila casi di scomparsa, in Russia oltre 45.000, in India 111.569, negli Stati Uniti oltre 421.394.
Telefono Azzurro è in prima linea da oltre dieci anni per supportare il sistema di segnalazione e ritrovamento dei bambini scomparsi con il Numero Unico Europeo 116.000 gestito in Italia da Telefono Azzurro per conto del Ministero dell’Interno, attivo 24 ore su 24. Nel 2019, come detto, si è registrato un aumento dei casi rispetto al 2018, la fascia d’età più a rischio è quelle compresa fra gli 11 e i 18 anni mentre, dal 2009 al 2019, le segnalazioni hanno riguardato in misura maggiore gli adolescenti maschi fra i 15 e i 18 anni. “I bambini e gli adolescenti scomparsi si ritrovano in molti casi in un territorio diverso da quello in cui sono scomparsi – dice il professor Ernesto Caffo, Presidente di Telefono Azzurro -. Spesso sono vittime di tratta o sfruttamento e quindi occorre una solida cooperazione a livello internazionale, che favorisca la collaborazione, anche sull’aspetto della prevenzione della scomparsa, tra le Istituzioni e il mondo del No Profit”.

1 Commento

  1. antonio ha detto:

    Tutti sanno,
    che i bambini sono ‘prodotti’ molto richiesti nelle cerchie più infernali della disgraziata società capitalistica, ma questi numeri sono veramente oltre ogni più catastrofica proiezione, scandaloso inoltre e oltre ogni immaginabile limite… il fatto certo, inconfutabile, i servili media rimuovano di sana pianta queste evidenze dalle loro mendaci ‘costruzioni’ della realtà.

    Unica eccezione, la ghianda al popolino, quando l’ammazzatore o lo stupratore sono ,‘capitalisticamente’ parlando , indegni di nota o appartenenti ad organizzazioni teoricamente antagoniste al capitalismo… lo psicopatico abbandonato dai servizi sociali, la mamma depressa abbandonata dalla comunità, il prete deviato…

    Perché i media di massa, sottratti al popolo dai massoni e posseduti dai capitalisti, contribuiscono attivamente a questa strage degli innocenti tacendo?

    Perché per i ‘professionisti’ e le ‘professioniste’ della comunicazione… 8000 tra bambini e minori non sono una ‘notizia’, ‘la prima notizia’ da dare ogni sera al telegiornale?

    Ma per chi lavorano questi ‘lavoratori’ campioni di omertà, rimozione e silenzio? Di certo non per il popolo…

    Sarà forse perché… moltissime di queste piccole vittime sono smembrate per snellire le liste d’attesa trapianti per ricchissimi? Negli ospedali per miliardari, i ‘pezzi’ di ricambio non mancano mai… Oppure perché moltissimi bambini sono usati per soddisfare i pedofili vizi di massoni e capitalisti?

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi