Omelie 2015 di don Giorgio: NATALE DEL SIGNORE

25 dicembre 2015: Natale del Signore
Is 8,23b-9,6a; Eb 1,1-8a; Lc 2,1-14
Eppure basterebbe il primo miracolo
Siamo arrivati ad una tale saturazione di parole vuote e di formalità oltre misura (un misto dissacrante e osceno di religioso e di profano) da richiedere quasi tutta l’onnipotenza divina perché possa compiersi un nuovo miracolo. Ma Dio non è disposto a compierlo, perché sa che sarebbe inutile, e Lui le cose inutili non le fa mai. Un nuovo miracolo sarebbe inutile, perché vale sempre il primo, quando, nel tempo da Lui stabilito, il Figlio di Dio si è incarnato nella storia umana, più di duemila anni fa.
Non mi pare perciò il momento di limitarci ipocritamente a lamentarci per le solite cose che non vanno, che poi immancabilmente ripetiamo ogni anno.
Spetta a noi
Sta a noi togliere, ogni anno, una pietra dal mucchio che, lungo i secoli, si è costruito sopra il Mistero natalizio. Sì, basterebbe poco: togliere ogni anno anche solo una pietra, e il Natale si alleggerebbe, dando al Mistero divino la possibilità di riprendersi il proprio spazio. E invece, che cosa succede? Ogni anno, ci mettiamo sopra una nuova pietra, e poi ci lamentiamo che come credenti stiamo male.
Ma forse, più che di spazi da liberare, parlerei di quel Diritto Divino (notate le parole: Diritto Divino!), l’unico assolutamente insindacabile, che richiede rispetto e giustizia da parte di ogni sua creatura vivente. Il Diritto Divino ad essere se stesso nelle sue creature è quell’insondabile Mistero di Amore che si è fatto carne, ma per restare, nello stesso tempo, Spirito di Libertà. Anche qui notate: Amore, Spirito e Libertà, parole che fanno tremare l’universo intero.
Forse a Dio interessa relativamente, anzi nulla, che le sue creature lo onorino con riti e incenso, o con litanie d’intercessione, e tanto meno professando la nostra fede con formule dogmatiche. Se anche la nostra religione fosse al top di una perfezione istituzionale, morale, dogmatica e liturgica, neppure in questo caso Dio starebbe bene. Eppure, ancora oggi la Chiesa ci invita ad amare, onorare, adorare Dio. Che senso ha? Dio non chiede questo, ma di essere onorato in ciò che ciascuno di noi è, in quanto immagine divina: qui, nel profondo del nostro essere, ciascuno può scegliere di onorare il Divino.
Dal paganesimo al cristianesimo, dal cristianesimo al paganesimo
La Chiesa cattolica, fin dagli inizi della sua storia millenaria, ha “cristianizzato” talora forzatamente le feste pagane, tra cui in particolare quella del Sole invitto, sostituendola con la Festa in onore della Nascita di Dio, ritenuto dai cristiani il nuovo Sole invincibile, e non immaginava certo che sarebbe arrivato il momento in cui il paganesimo si sarebbe vendicato, riprendendosi le sue feste, ma la vendetta è diventata oggi più subdola, facendo delle feste cristiane un miscuglio di sacro e di profano, lasciando ai credenti l’illusione di avere larghe vedute.
La vera rivincita cristiana non deve consistere nel riprendersi ancora una volta ciò che ritiene suo, ma nel tornare alle origini, il che significa rispondere o, per lo meno, tentare di rispondere alla domanda: in che cosa consiste in realtà l’Incarnazione del Figlio di Dio?
Ciò che è successo da parte della Chiesa è chiaro: il Mistero divino è diventato una festività solenne che si è così appesantita, esteriormente, lungo i secoli, da sorprendere Dio stesso, tanto da lasciarlo quasi impotente, prigioniero delle sue creature, per le quali era venuto dall’Infinito, ma non certo per farsi catturare. Ma è successo!
Se è vero che Dio è la Sorpresa che non ama farsi sorprendere dalle sue creature, è altrettanto vero che Dio non può privare le sue creature della libertà di sorprendere, con le loro ostinazioni, il Mistero stesso divino. E allora chiediamo a Dio di toglierci oppure anche solo di limitarci la libertà? Pensate: ha lasciato fare alla sua Chiesa dei grossi sbagli, ma nello stesso tempo altri spiriti, proprio in forza del dono della libertà, hanno contrastato il male della Chiesa, facendo riemergere quel meglio divino che nessuna potenza malefica riuscirà a spegnere.
Anche ora siamo qui a chiederci: quando la Sorpresa di Dio riuscirà a prevalere sulle sorprese umane? Forse anche quest’anno ci siamo illusi, credendo, ma erroneamente, di dar credito alla Sorpresa divina con le sorprese religiose. Fino a quando non capiremo che, come dicevo all’inizio, il nostro impegno consisterà nel togliere il superfluo, l’eccedente, la pomposità dei riti, tutto quel misto di sacro e di profano che tuttora caratterizza il nostro Natale, permetteremo alla Sorpresa di Dio di farsi sorprendere.
Non basta neppure, ad ogni Natale, sentirci a disagio per un altro Natale vuoto del Mistero divino. Ma subito spegniamo il disagio, riempiendo ad esempio il presepe della nostra vita con tante statuine colorate, ma inutili.
Lo Stupìto
Siamo riusciti anche a eliminare una statuina che era un po’ la caratteristica dei presepi di una volta. Nata da una leggenda francese, in Provenza, la statuina era chiamata “l’ètonnè”, ovvero “lo stupìto”, “l’incantato”, “il meravigliato”, dal suo atteggiamento tipico di chi osserva da lontano la grotta, senza avere nulla tra le mani. La leggenda dice che, proprio per non avere tra le mani alcun dono da offrire, fu rimproverato dalle altre statuine del presepe, a tal punto che intervenne Maria, che disse: “Sembra che lo stupito venga a mani vuote, invece porta la cosa più bella: la sua meraviglia. Tutto questo vuol dire che l’amore di Dio lo incanta”. Poi la mamma di Gesù concluse: «Il mondo sarà meraviglioso quando gli uomini, come Incantato, saranno capaci di stupirsi».
Anche quest’anno, da che cosa siamo rimasti incantati? Dal Mistero divino, oppure da un mucchio di cose inutili? Perché il Mistero divino incanta di più i poveri? Proprio perché non hanno altro da offrire che il loro incanto.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi