Poveri schiavi del tempo che macina cervelli e corpi

L’EDITORUALE
di don Giorgio

Poveri schiavi del tempo che macina cervelli e corpi

Se qualcuno mi chiedesse: quali sono stati i miei auguri in occasione delle feste natalizie e quali sono gli auguri per l’inizio del nuovo anno, risponderei: che questi giorni passino il più in fretta possibile, con la stessa velocità della luce, poiché… ne ho piene le scatole!
Vorrei che non ci fossero più feste come il Natale e che venisse sospeso magari per legge la celebrazione dell’ultimo dell’anno.
Sì, ne ho piene le tasche!
Preferisco la monotonia del tempo piuttosto che romperla con festività o bagordi o altro.
Queste rotture della monotonia del tempo sono proprio delle “rotture”!
E perché poi il tempo dovrebbe lasciarsi ritmare dalla nostra stupidità, la quale fa di tutto per farci credere di essere noi i padroni del tempo?
Il tempo potrebbe anche essere “nostro”, ma ad una condizione, che però non rientra nei canoni comuni: c’è un solo modo di governare il tempo, ed è quello di viverlo “spiritualizzando” il suo contenuto.
Se il tempo può definirsi come un contenitore, dove si raccoglie tutto ciò che succede nella vita, è  proprio questo, ovvero ciò che succede nella vita, che andrebbe vissuto all’interno del nostro essere, tanto più che ciò che succede in parte dipende da noi, e quello che non dipende da noi lo possiamo vivere senza rendercene schiavi.
E noi, alieni, gente che vive fuori dal nostro essere, pensiamo di rendere meno monotona la signoria del tempo con feste e baldorie o altro, e in questo la religione fa la sua bella parte, così la società che non si tira mai indietro quando si tratta di togliere il pensiero con qualche divertimento e qualcosa di pancesco.
Soffermiamoci sull’ultimo dell’anno, che è il culmine della follia collettiva, con quella voglia matta di ammazzare l’anno vecchio per dare inizio ad un nuovo anno, pensando di cancellare tutto dalla lavagna con un colpo di spugna.
È un rito, si dice, vecchio forse come è vecchio il mondo, almeno da quando hanno diviso l’anno in secondi, minuti, ore, mesi e anni, come un maledetto ciclo che sembra ripetersi come una ruota dentellata che gira macinando cose e persone. 
In ogni caso, il rito dell’ultimo dell’anno è degno solo della stupidità umana, che consuma il cervello dei ricchi e dei poveri, degli intelligenti e degli analfabeti.
Ma il tempo continua il suo ritmo, senza farsi intimidire dagli scongiuri di gente scriteriata.
Se fate caso, ogni anno che finisce per la maggior parte gente è sempre brutto, da dimenticare, e ci si augura un nuovo anno strapieno di felicità, ma nulla cambia se per felicità s’intende un benessere senza spine.
Nulla cambia, e tutto cambia: non perché si passa dal 31 di dicembre al 1 dell’anno, ma perché le cose cambiano, le situazioni cambiano, l’esistenza cambia in uno scontro tra il bene e il male, o nell’armonia degli opposti.
Si parla del male che genera il bene, e del bene che genera il male (pensate all’invidia, alle persecuzioni, ecc.), ma non si parla mai degli opposti che portano alla sintesi in un continuo gioco di tesi e di antitesi.
Ma se è difficile trovare armonia e sintesi per un meglio sempre migliore, rimanendo al di fuori del nostro essere, tutto è possibile quando spostiamo il campo dialettico all’interno del nostro essere.
Fuori di noi, siamo in balìa di forze misteriose e malefiche, o sconnesse tra loro, mentre all’interno del nostro essere lo scenario cambia: lo spirito può essere vincente, è sempre vincente, tanto più che c’è una forza a nostra disposizione che è l’intelletto attivo, che sa mantenere la sua libertà d’azione, bloccando ogni condizionamento proveniente dall’esterno.
Dentro di noi il tempo perde il suo potere distruttivo, di frantumazione, di dispersione, annullandosi nell’eternità o nell’Uno eterno.
Ma il corpo non cesserà di far sentire i suoi influssi negativi, tanto più che si serve di una maschera del bene, che l’ego, l’origine del male.
Il guaio per l’uomo è che nessuno gli dica come vivere in libertà il suo tempo.
Il guaio è che neppure la religione ci è di supporto, illudendoci con benedizioni rituali che sono dei ridicoli palliativi per sacralizzare il tempo, come se il tempo fosse qualcosa di semplicemente demoniaco.
30 dicembre 2017
EDITORIALI DI DON GIORGIO 1
EDITORIALI DI DON GIORGIO 2

 

2 Commenti

  1. Danilo ha detto:

    Non c’è alcun dubbio che i festeggiamenti moderni per le varie ricorrenze si sono volgarizzati e “commercializzati” oltre misura ed hanno ormai superato lo scopo stesso della ricorrenza ed anche del buon gusto. Un tempo i festeggiamenti per la semina e per la mietitura erano strettamente legati alla nostra vita ed erano pieni di significato; oggi tutto è vuoto di contenuto perché la società è essa stessa vuota.
    Non illudiamoci, non migliorerà in futuro e meno di un enorme cataclisma che ci riporti indietro nel tempo ma che ovviamente non ci auguriamo.

  2. Enrico Virtuani ha detto:

    Bellissimi pensieri. Siccome non credo nella politica e nelle istituzioni, non resta che la Chiesa. Se i preti fossero tutti come lei, allora si potrebbe sperare in un cambiamento, ma purtroppo le cose non stanno cosi. Non demorda, perché è un sostegno per chi la legge e l’ascolta. Un saluto fraterno. Enrico

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi