Sedotti e abbandonati, oppure: eunuchi alla corte di bastardi imbonitori

L’EDITORIALE
di don Giorgio

Sedotti e abbandonati,

oppure: eunuchi alla corte di bastardi imbonitori

Quanta solidarietà “pelosa” in questi giorni natalizi! Quanto buonismo a buon mercato da poterlo quasi affettare come un panettone sulle tavole imbandite di ogni ben di dio! Quanti fiumi di parole di pace, scivolate via fino agli estremi confini del mondo, perdendosi nel nulla! Quante inutili condanne di ingiustizie sociali, raccolte solo da qualche giornale sempre prono a venerare il grande accalappiatore di consensi planetari!
E così ogni Natale. Anche quest’anno.
Come non sentire nausea di questo bailamme di ipocrisie? Eppure, di nuovo a commuoverci, con la pancia piena!
Non per tutti, certamente. C’è sempre qualcuno che soffre anche a Natale, colpito da una malattia o da una tragedia o da una tale solitudine da sentirsi tradito dalla sua stessa religione. Ma quale religione? Una religione che ogni anno ama ripetere come un coro di pappagalli: “Gloria a Dio… pace sulla terra…”? Quale gloria? Quale pace?
Ogni Natale è un sacco di bugie, di falsità, di inganni. Non è, certo, per colpa di un Bimbo che è nato tantissimi anni fa, ma di chi lo tiene in una culla, avvolto in fasce.
Sono i credenti, eterni bamboccioni, i veri colpevoli! Per loro quel Bimbo non è mai cresciuto!
E il mondo esteriore è diventato quel mostro di cui, tutti, volere o no, facciamo parte: un mostro che cresce a dismisura, tra inganni anche di una fede che finge di combatterlo, ma che in realtà lo nutre come un tenero bambino, avvolto in fasce, nella mangiatoia più onorata del mondo.
Ed eccoci all’inizio di un nuovo anno, che di nuovo ha solo un numero in più: che sia ancora il 2016 o che sia il 2017 cosa cambia? Non cambia certamente la paura: che la perversione umana continui il suo trionfo, a dispetto di quella fiumana di auguri che sono ancor più vuoti di quelli natalizi. Almeno a Natale un Bimbo ci era rimasto da adorare, avvolto in fasce, in una mangiatoia. Ora però non ci è rimasta che una culla: solo paglia. Il Bimbo è stato divorato dalla nostra stupidità e dagli inganni di una religione anche “laica”, che ha sostituito il dio cattolico con il dio del fai da te, il dogma religioso con il pensiero unico sotto le apparenze di un opinionismo tanto ingannevole da far credere che ognuno abbia una propria testa.
Ma come si può parlare di religione… laica? Eppure di mezzo c’è sempre un dio, ovvero quella proiezione mistificatoria dei propri istinti più bestiali che, idolatrati, finiscono poi come un boomerang a ricadere su tutti, seppellendoli con le loro stesse mani.
Come poterci salvare? Non c’è che una via: quella “interiore” che si chiama “tornare alle sorgenti dell’essere, lontano da ogni religione, anche di quella laica, poiché il sacro è la costituzione stessa del nostro essere più puro.
Ma sembra di dire cose assurde e talmente inaccettabili da neppure tentare di convincere gli alieni a ritornare in sé. Purtroppo affronteremo un altro anno di follie, costretti a sopravvivere come ebeti fuori di noi, in balìa di imbonitori pronti ad ogni inganno, pur di renderci oggetti frantumati in mille pezzi, castrandoci nella nostra reale identità.
31 dicembre 2016
EDITORIALI DI DON GIORGIO 1
EDITORIALI DI DON GIORGIO 2

1 Commento

  1. Luigi ha detto:

    Per don Giorgio “il sacro è la costituzione stessa del nostro essere più puro,” il solo “per poterci salvare.” Cos’è il sacro? E’ il “roveto ardente” dei legislatori? E’ la “luce nella notte buia” dei mistici? E’ il “sussurro di una brezza leggera” dei profeti? E’ … ? Ognuno può avere esperienza del sacro? Qualche giorno prima di morire D.M. Turoldo l’ha trovato in questa frase: “E nel lucido buio, uguale a luminoso vuoto, pensare, ma non sai a che cosa: poi la dolcezza del dormire: sarà così la sua venuta?” Nella dolcezza del dormire di Adamo Dio non ha fatto uscire Eva? Nella notte buia non appare una luce che illumina la Vergine Madre e fa nascere il Figlio di Dio? Nella durezza della roccia Dio non fa sgorgare l’acqua che disseta l’umanità in cammino? Uno dei pericoli che può correre una Chiesa, sia essa cattolica, ortodossa o protestante non è quello di appiattirsi sul sociale abbandonando il sacro? Nel 1952 don Adolfo Asnaghi scriveva su un giornale: “La Chiesa non è un mummia odorante di naftalina.” Lo Spirito soffia, oggi come ieri, e chiede.

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi