prima pagina
12 ottobre 2011

Proponi su: | | | | . |
Cornizzolo: la popolazione si riorganizza contro nuove cave


Anzitutto, ringrazio Roberta Carcano, sempre puntuale nel segnalarmi notizie interessanti che riguardano il nostro ambiente.
Di fronte a quest’altra notizia che dire allarmante è poco, non mi rimane che ancora una volta tirar fuori tutta la mia rabbia nel constatare di quanta criminalità, nel significato più stretto della parola, l’economia si nutra con l’intento di offrirci un benessere che non è altro che un mal-essere in tutti i sensi.
Ho sentito il responsabile della Ditta Holcim affermare con tanta spudoratezza che, siccome la natura (spero che non alludesse a Dio!) offre risorse “opportune”, a portata di mano, sarebbe veramente un peccato non approfittarne, sfruttandole al “meglio”, secondo il parametro del mercato.
Mi pare inutile insistere con certa gente sul valore del rispetto dell’ambiente. Tempo perso! Vorrei semplicemente dire con schiettezza alcune cose.
1. Criminale è colui che è disposto a vendere terreni sapendo che poi su quei terreni qualcuno ci speculerà o farà scempi ambientali.
2. Criminale è colui che gioca sporco, comperando terreni nascondendo le vere intenzioni.
3. Criminale è colui che per raggiungere i suoi scopi di tipo economico o d’altro distrugge beni ambientali e artistici.
4. Criminali sono gli enti che concedono permessi o addirittura facilitazioni, magari giustificando il tutto in nome del bene comune.
5. Infine, criminali sono anche coloro che tacciono di fronte alle criminalità.
Purtroppo succede che, quando ci si muove a protestare, è troppo tardi. Regola principale: appena si sente una voce lontana, bisognerebbe rizzare le orecchie e sollevare subito il problema, prima che i permessi siano già arrivati.
Bastano le proteste? Non lo so! So soltanto che di fronte ad una reazione massiccia e determinata della gente, naturalmente sostenuta dalle amministrazioni comunali e anche dalle comunità cristiane, qualcosa si può ottenere.
Purtroppo può capitare che in certi casi – vedi la Holcim di Merone – ci siano ricatti: paura da parte degli operai di perdere il posto di lavoro. E qui il solito discorso: l’egoismo può prevalere sul bene comune. 
Un’ultima considerazione. Mi sta bene protestare per difendere anche un bene artistico e storico qual è la basilica di san Pietro al Monte, ma il problema è più ampio: la difesa dell’ambiente naturale in sé.

Potete leggere alcuni articoli che ho linkato. 
I tre video che potete ascoltare mi sembrano chiari ed esaurienti. Infine ho messo diverse foto: sono più che eloquenti!


Sito degli indignados No Cava

da casateonline
Cornizzolo: ripristinato a Civate lungo la Super il cartello con il Drago, contro le cave

da Casateonline
Suello: frana Alpetto, presentato il progetto di recupero

dal Corriere della Sera
Una cava minaccia San Pietro al Monte In mille per la basilica

Da Brianza ecologia
Cornizzolo: la popolazione si riorganizza contro nuove cave

da Il Giorno
Cave sul Cornizzolo,  le associazioni ambientaliste  dicono no

 

Alcune foto

 

 

REGOLAMENTO DEI COMMENTI
Il sito dongiorgio.it è uno spazio aperto a vostra disposizione, creato per confrontarsi direttamente. I commenti sono soggetti ad approvazione, non assicuriamo l'immediata pubblicazione del vostro commento. Si prega gentilmente di non inviare messaggi doppi. L'utilità del sito dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili dei vostri commenti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post, per questi ultimi usare il guestbook
- messaggi pubblicitari, propagandistici e spam
- messaggi dal contenuto offensivo, razzista sessista o sessuale
- messaggi il cui contenuto costituisca violazione alle leggi italiane

Postando il vostro commento, acconsentite implicitamente a queste regole.
Lascia un Commento

Sì, inviatemi una e-mail quando un nuovo commento viene pubblicato.

Dillo ad un amico:  
<<indietro