prima pagina
21 novembre 2011

Proponi su: | | | | . |
Mercoledì 23 novembre, ore 20.45, Domenico Finiguerra a Rovagnate (Lc)


Mercoledì 23 novembre, il sindaco di Cassinetta di Lugagnano (Mi), Domenico Finiguerra, sarà presente a Rovagnate (Lc) per tenere una conferenza che riguarderà il rispetto per l’ambiente, in tutti i suoi risvolti, dal politico al sociale, partendo dalla propria esperienza di sindaco.

Ci siamo conosciuti, tramite e-mail, in occasione della prima polemica (fine di luglio del 2009) quando inaspettatamente si è presentato nella mia chiesa di Monte, durante la Messa delle ore 11, il medico personale di Silvio Berlusconi, Alberto Zangrillo, dandomi del “terrorista”. Domenico Finiguerra mi aveva espresso la sua solidarietà. Da lì sono nati altri scambi di messaggi.

Saranno proprio le polemiche a farmi conoscere diverse persone, tra cui ad esempio la signora Wilhelmine Schett (chiamata Mina Welby), moglie di PierGiorgio Welby, la signora Maria Rita D’Orsogna (una tra le più toste oppositrici dei pozzi di petrolio in Italia e nel mondo), e la scrittrice sarda, Michela Murgia che, tra l’altro, ha vinto nel 2010 il Premio Campiello con l’opera “Accabadora”.

Già conoscevo l’impegno di Domenico Finiguerra per l’ambiente e per la cosiddetta “crescita zero”. Insieme a Marco Boschini, ha dato un forte impulso alle amministrazioni dette “virtuose”, che in poche parole puntano sulla qualità della vita, combattendo speculazioni edilizie e uno sviluppo insostenibile.

Quando mi capita l’occasione, ancora oggi propongo l’esempio e l’impegno degli amministratori “virtuosi” per far capire alla gente, anche durante le mie omelie e proponendo articoli anche in chiesa, l’urgenza di agire in contro-tendenza rispetto ad una politica poco rispettosa del Creato.

Soprattutto nelle campagne elettorali nei nostri piccoli comuni, insisto nel far capire che non bastano professionalità e onestà morale dei candidati, ma occorre un’idea nuova della gestione del proprio paese. C’è ancora troppa cultura delle grandi opere da fare, e poca cultura del rispetto dell’ambiente. Il che poi è destinato a ricadere negativamente sulla vita stessa dei cittadini che non riescono a sopportare uno sviluppo sproporzionato e perciò invivibile del loro paese.

Tutti però si lamentano, ma pochi vorrebbero fare un passo indietro. Ecco cosa significa “decrescita felice”. Due parole che si contraddicono? Apparentemente sì, ed per questo che la gente arriccia il naso quando sente dire “decrescita”, ma perché non dovrebbe una buona volta riflettere sulle conseguenze di un progresso folle e insostenibile? Dove sta la vera felicità? 

Non è vero che tutta l’Italia sia marcia, non è vero che nei nostri paesi non ci sia gente impegnata politicamente che crede in una nuova Politica. Purtroppo dall’alto non si vedono buoni esempi, non si investono energie sufficienti per sorreggere una politica “virtuosa”. In questi anni abbiamo visto tutto il peggio possibile da parte di un governo che finalmente si è sfasciato, nella speranza che non torni a completare l’opera di disfacimento totale.

Dobbiamo, comunque, sostenere quanti s’impegnano per un futuro diverso pensando anche ai più piccoli che hanno il diritto di ereditare una terra su cui vivere più serenamente. Anche loro vanno educati al rispetto dell’ambiente: non sarà facile, visto che hanno forse perso il contatto con la natura. La tecnologia ne ha distrutto l’anima.

 

 

REGOLAMENTO DEI COMMENTI
Il sito dongiorgio.it è uno spazio aperto a vostra disposizione, creato per confrontarsi direttamente. I commenti sono soggetti ad approvazione, non assicuriamo l'immediata pubblicazione del vostro commento. Si prega gentilmente di non inviare messaggi doppi. L'utilità del sito dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili dei vostri commenti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post, per questi ultimi usare il guestbook
- messaggi pubblicitari, propagandistici e spam
- messaggi dal contenuto offensivo, razzista sessista o sessuale
- messaggi il cui contenuto costituisca violazione alle leggi italiane

Postando il vostro commento, acconsentite implicitamente a queste regole.
Lascia un Commento

Sì, inviatemi una e-mail quando un nuovo commento viene pubblicato.

Dillo ad un amico:  
<<indietro