prima pagina
9 febbraio 2012

Proponi su: | | | | . |
Perenne ubriacatura mediatica


Siamo italiani

un popolo mai sazio di notizie ad effetto immediato
che passano dal gossip alle tragedie più assurde
ma sempre pronte a trasformarsi in polemica

una polemica che dopo qualche giorno
va ad annegare nella melma dell’inutilità

eppure nonostante l’ubriacatura
si ha sete ancora sete sempre sete

una polemica dopo l’altra

pronta a lasciare il posto all’altra
quando quest’altra s’impone
per la sua particolare capacità di stimolare
ai primi sintomi dell’estinguersi degli effetti allucinogeni

un vantaggio c’è
ed è l’impiego dei precari presunti cronisti che

inviati sui vari fronti subito emettono i loro suoni
baciando con passione il tanto sospirato microfono

guadagnato a suon di spintoni
o di strane raccomandazioni
o dopo qualche fisica prestazione di rito

suoni che vorrebbero apparire inchieste
ma che in realtà più che domande intelligenti
sono offese all’intelligenza dei mal capitati

costretti a sorbire le idiozie di idioti
che amano sodomizzare il dolore o la tragedia
premettendo prima come rituale quell’irritante “sì…”
alle domande dei più fortunati cronisti
che sono riusciti a guadagnarsi
non dico come
un posto comodo nello studio televisivo

da dove partono ordini richieste sollecitazioni

tutto dipende dal direttore che
talora come cane rabbioso s’incazza
appena i suoi dipendenti usano un po’ di senno
uscendo dai soliti cliché imbecilli

ma i galoppini se ne guardano bene dal farlo
anche perché non ne sarebbero capaci
per non perdere un posto di lavoro precario

ed oggi un posto così ovvero precario
chi non lo vorrebbe

ed è per questo che s’invoca ogni giorno
la provvidenziale manna dal cielo

ovvero che venga a periodi frequenti
qualche occasione ghiotta per guadagnarsi da vivere

non importa se sulla pelle della povera gente
o dì gente che se la spassa sulle crociere

ciò che importa è il campo di battaglia
dove poter carpire qualche notizia utile al proprio mestiere

e quando la provvidenza non viene in aiuto

ma c’è da dire che ogni stagione ha le sue sorprese
o con qualche sovrabbondante acquazzone
o con qualche inaspettata nevicata

allora ci pensano i vari ministri del governo in carica
che credendo di parlare all’intelligenza della gente
fanno uso di battute che si prestano subito a polemiche

dimostrando ancora una volta
quanta infinita sia la stupidità o la mala fede
dei mass media italiani
e a quale gradino inferiore siano giunti i cittadini coglioni

sia nel primo che nel secondo caso
sarà difficile proseguire sulla strada della civiltà

eppure siamo un popolo di grande eredità secolare
riconosciuta da tutto il mondo

basterebbe pensare al genio italiano

una eredità di colpo sotterrata nella nebbia padana
sotto i colpi della frantumazione costante di un vuoto mentale

questi italiani che non sanno più distinguere
tra bene comune e bene privato
tra democrazia e regime
tra emergenza tecnica e politica

d’altronde come possono distinguere
se non hanno alcuna Idea di Democrazia
ma ogni giorno si dissetano di precarietà
di un senno sempre in vendita al miglior offerente

non possiamo aspettarci un futuro diverso
finché durerà questo stato permanente
di precariato mentale

siamo un popolo di emergenze godute
siamo un popolo che ama apparire insoddisfatto
immergendosi in una infinità di polemiche

ma in realtà non ne possiamo fare a meno
non siamo maturi nell’andare oltre
nel pensare oltre
nel guardare lontano

siamo dei credenti falliti
siamo dei cittadini falliti

siamo un popolo che ama farsi sodomizzare
da ciò che noi produciamo

e non è certo un prodotto della grande Mente
ce ne siamo svuotati

siamo caduti nel nulla totale
siamo il nulla capace solo di emettere suoni lugubri

benedette allora le emergenze e le relative polemiche
se non altro ci fanno sentire apparentemente vivi
felici coglioni

che popolo bastardo!

Notabene
Perché non togliere ogni sovvenzione pubblica ai giornali e ai partiti? Solo così potranno vivere di sane idee, di ideali puri, e non venderci disinformazione a spese dello Stato. Basta con giornali e giornalisti  pagati da noi per offrirci solo fumo, pettegolezzi, idiozie. E noi coglioni ci facciamo fregare!
Che dire poi della vergognosa pubblicità su cui campano bastardi fondamentalisti siti super cattolici (vedi pontifex.roma) che sparano cazzate tutti i giorni, inquinando la mente di quei già poveri mentecatti che li seguono senza batter ciglio?
 
 

 


 

 

 

 

REGOLAMENTO DEI COMMENTI
Il sito dongiorgio.it uno spazio aperto a vostra disposizione, creato per confrontarsi direttamente. I commenti sono soggetti ad approvazione, non assicuriamo l'immediata pubblicazione del vostro commento. Si prega gentilmente di non inviare messaggi doppi. L'utilit del sito dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili dei vostri commenti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post, per questi ultimi usare il guestbook
- messaggi pubblicitari, propagandistici e spam
- messaggi dal contenuto offensivo, razzista sessista o sessuale
- messaggi il cui contenuto costituisca violazione alle leggi italiane

Postando il vostro commento, acconsentite implicitamente a queste regole.
Lascia un Commento

S, inviatemi una e-mail quando un nuovo commento viene pubblicato.

Dillo ad un amico:  
<<indietro