prima pagina
19 maggio 2012

Proponi su: | | | | . |
Il terrorismo si autoalimenta in una falsa democrazia


Sono rimasto parecchio in forse se dire o no qualcosa sull’ordigno esploso davanti all'Istituto professionale Morvillo - Falcone di Brindisi nella mattina di sabato: è morta una studentessa e sono rimasti feriti altri cinque studenti.

Ogni parola è fuori posto. Mi ha colpito la scritta sul mazzo di fiori: “… senza parole…”. Purtroppo, oltre al dolore, abbiamo dovuto subire uno stonato parlare e straparlare in tv e sui giornali. Sono rimasto veramente frastornato dalle notizie confuse e false, dal poco rispetto per il dolore dei familiari delle vittime: le solite accuse, i soliti giudizi pesanti senza senso, le parole ipocrite dei politici. I telecronisti, come al solito, hanno fatto a gara a chi le sparava grosse, nello stile del peggior giornalismo. 

In queste tragedie si spendono parole e parole, si cerca di ricostruire con tanta faciloneria i fatti, si vorrebbe subito trovare i colpevoli.
Si faranno manifestazioni di protesta, dimenticando che lo scopo di simili attentati (da qualsiasi parte provengano) è quello di creare tensioni e terrore, spostando di colpo l’attenzione dai veri problemi. A che serve gridare? Contro chi?

Il nostro Paese non ha ancora capito che si trova in un circolo vizioso: vuole combattere il terrorismo che si autoalimenta in una falsa democrazia. Il terrorismo nasce dentro di noi, e quando fuoriesce lo combattiamo come se non fiosse più nostro. A parole. Ipocritamente.

Forza! Urliamo la nostra rabbia, come se dovessimo toglierci di dosso la nostra responsabilità. Ma non potremo mai liberarcene, perché il male è “nostro”.

Domani mi immagino gli isterismi di un popolo che grida vendetta, ma quale vendetta? Guardiamoci dentro, e capiremo da dove cominciare a rinnovare questa stramaledetta Italia.

REGOLAMENTO DEI COMMENTI
Il sito dongiorgio.it uno spazio aperto a vostra disposizione, creato per confrontarsi direttamente. I commenti sono soggetti ad approvazione, non assicuriamo l'immediata pubblicazione del vostro commento. Si prega gentilmente di non inviare messaggi doppi. L'utilit del sito dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili dei vostri commenti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post, per questi ultimi usare il guestbook
- messaggi pubblicitari, propagandistici e spam
- messaggi dal contenuto offensivo, razzista sessista o sessuale
- messaggi il cui contenuto costituisca violazione alle leggi italiane

Postando il vostro commento, acconsentite implicitamente a queste regole.
Lascia un Commento

S, inviatemi una e-mail quando un nuovo commento viene pubblicato.

Dillo ad un amico:  
<<indietro