Prima Pagina

24 ottobre 2011


Quello di don Enzo Mazzi fu il primo e forse più famoso atto di ribellione all'interno della Chiesa. Fu lui il 31 ottobre 1968 a rendersi protagonista del primo atto di 'ribellione ecclesiale' in Italia aprendo, di fatto, la stagione del dissenso. Il sacerdote fu rimosso dalla sua parrocchia dell'Isolotto dal card. Ermenegildo Florit e da allora ha guidato la comunità di base del popolare quartiere fiorentino. La rottura con la Chiesa avvenne per la solidarietà data da Don Mazzi agli occupanti del duomo di Parma.

 
23 ottobre 2011


Una statua della Madonna in frantumi! Ce ne sono tante altre di statue pronte a sostituirla! Ma una coscienza rovinata, una democrazia fatta a pezzi, l’ambiente distrutto, chi potrà ripararli? Una vetrina rotta può essere rifatta, ma come potrai rifare l’armonia del creato sottoposta a continue ferite?

 
22 ottobre 2011


Si infittiscono le voci sul nome del nuovo patriarca della diocesi lagunare. Ma a tutt’oggi l’inchiesta non è partita e le Chiese del Triveneto chiedono di essere consultate. Sono in molti a sperare che venga applicato il «metodo Milano» anche a Venezia. Non sarebbe meglio consultare le Chiese locali e far esprimere i cardinali e vescovi membri della Congregazione?

 
21 ottobre 2011


Domenica c’è la manifestazione No Tav, premonizioni o meno ci sarà tanta bella gente che lotta per tanti buoni motivi. Se succede qualcosa che ha a che fare con manganelli, legnate, lacrimogeni e affini, ringraziamo il quotidiano La Repubblica, altri quotidiani che vi lasciamo immaginare e ringraziamo particolarmente il Ministro alle mistificazioni premonizioni.

 
20 ottobre 2011


La recessione ha trasformato il Mezzogiorno in un deserto di fabbriche e in un inferno di precarietà. Dove l'economia è in mano a grandi mercanti, a volte collusi con le mafie, il cui potere cresce sempre di più.

 
19 ottobre 2011


Ad un certo punto ho deciso che mi dovevo dare una mossa e scrivere ‘ste quattro cose. E dire un sacco di parolacce. Semplicemente perché posso e perché nessuno pare farlo. Perché è frustrante guardare le cose da lontano ed anche perché credo di avere qualcosa di diverso per la testa a parte la voyeuristica e diffusa indignazione del giorno dopo.

 
17 ottobre 2011


Difendeva gli indigeni della tormentata isola di Mindanao, nel Sud delle Filippine, ma qualcuno non gradiva il suo lavoro. E così padre Fausto Tentorio, 59 anni, parroco della città di Arakan valley è stato freddato da un sicario che lo ha atteso all’uscita di casa, per sparagli tre colpi e poi dileguarsi a bordo della motocicletta guidata dal complice. Il missionario, che lavorava da 30 anni al fianco delle marginalizzate tribù locali dei Lumad, era diventato una spina nel fianco dell’industria mineraria e dei proprietari di piantagioni.

 
16 ottobre 2011


Che la violenza, con o senza demonizzazione annessa, danneggi qualunque movimento, dovrebbe essere patrimonio comune. Che i governi, in particolare un governo alla frutta come quello presieduto da Silvio Berlusconi, abbia da guadagnare dal fallimento della grande e bella manifestazione pacifica di oggi a Roma, trasformatasi nel peggior episodio di guerriglia urbana dal G8 di Genova ad oggi, è altrettanto solare.

 
15 ottobre 2011


Mentre a Sestri Ponente si protesta per centinaia di posti di lavoro a rischio, ecco che viene deliberata la nomina nel consiglio di amministrazione di Alessandro Agostino, architetto fedelissimo di Bossi. La Corte d'Appello lo ha interdetto dai pubblici uffici. Suo padre Vittorio, sindaco di Chiavari, nello stesso processo è stato condannato a 6 anni e interdetto a vita dai pubblici uffici. Ma non si è dimesso

 
14 ottobre 2011


Le proteste non possono essere di interesse nazionale. E' il sistema economico globale che affonda. Per combattere la sperequazione dei redditi bisogna unirsi, fare Rete, usare media alternativi. Non fidiamoci dei giornali tradizionali, non ci hanno mai detto niente del default.

 
13 ottobre 2011


Se c’è un posto da dove cominciare la prossima rivoluzione, è Wall Street. I potentati della finanza hanno cacciato l’America e il mondo intero nella più grave crisi dagli anni Venti. Poi le stesse lobby bancarie hanno tenacemente ostacolato i progetti di grandi riforme, con discreto successo. Non c’è da stupirsi se proprio Wall Street è l’epicentro del minimovimento degli "indignados" americani, che alla terza settimana di lotta ha cominciato a estendersi verso la West Coast (Los Angeles, San Francisco), il Midwest (Chicago), il Nord (Boston, Canada) e perfino l’America profonda del Kansas.

 
12 ottobre 2011


Holcim, la multinazionale svizzera del cemento, con i suoi moderni “draghi” a motore, vuole divorare una fetta del Cornizzolo, per cavare tonnellate di calcare per l’impianto produttivo brianzolo di Merone.

 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20