Prima Pagina

26 luglio 2011


In Austria, i 300 sacerdoti del movimento Pfarrer-Initiative hanno lanciato il 19 giugno 2011 un formidabile “Appello alla disobbedienza”. Un manifesto riformista articolato in sette punti operativi. Per aprire la chiesa alla modernità.

 
25 luglio 2011


Se il giornalismo italiano avesse un minimo di serietà, dovrebbe chiedere scusa, con titoli cubitali, a tutti i musulmani italiani e del mondo per le pagine vergognose di odio scritte oggi. Non crediamo che ciò accadrà ed è per noi amaro constatare come l'amore per la verità non faccia parte del bagaglio morale di quanti fanno il mestiere di giornalista per professione.

 
24 luglio 2011


Ritratto di un paese in cui i poliziotti girano disarmati, che rispetta la natura, che non fa affari con i dittatori ed è stato colpito dal doppio attentato di Oslo e Utoya. Un paese che si è sempre rifiutato di entrare nell'Unione Europea e sulle tombe dei suoi morti scrive solo: "Grazie di tutto".

 
23 luglio 2011


Secondo la tv norvegese TV2, che non cita le proprie fonti, l'arrestato si chiama Anders Behring Breivik, un uomo che avrebbe legami con partiti dell'estrema destra. Sembra quindi sfumare definitivamente la pista islamica.

 
22 luglio 2011


La forza di don Gallo è la «nudità»: è nudo di tutto ciò che oggi è di modo: il denaro, il potere, il sesso. Egli ha il vestito della parola, che si fa profezia di giustizia e di trasparenza nella coerenza. Sopra il vestito la bandiera della Pace dipinta dall’arcobaleno. Genova, città medaglia d’oro della Resistenza, il giorno 18 luglio 2011 ha messo sul candelabro evangelico il lume splendente della bella persona di don Gallo e lo ha proposto a tutti come punto di riferimento dell’Italia migliore.

 
21 luglio 2011


Come prete diocesano milanese, dico con forza, con tutta la rabbia che ho dentro che il cielo su Milano si è oscurato. Angelo Scola tenterà di dipingerlo di giallo, ma non ci fregherai! E ricòrdati che non mi farai fuori tanto facilmente: basta una tua mossa falsa, e si scatenerà su Milano il diluvio universale!

 
20 luglio 2011


In una città difficile e controversa anche sul fronte dell’informazione come Catania, la presenza di un giornale- laboratorio per anni ha assicurato uno spiraglio di libertà – d’espressione e di formazione – dal valore non indifferente. Non riconoscerne il ruolo significa sottovalutare colpevolmente il significato civico di questa libertà, valido anche per tutti coloro che "da grandi" non faranno i giornalisti.

 
19 luglio 2011


Un vescovo “ciellino” non può guidare una Diocesi, e il motivo è semplice: il vescovo ha come punto di riferimento il Cristo del Vangelo, e non il Cristo di don Giussani o di Cl. Signor Angelo Scola, non puoi fare il vescovo di Milano nelle vesti di "ciellino". O ti togli la veste ciellina - ma ti sarà impossibile perché Cl è come un marchio indelebile – o rinunci, e sarebbe la scelta più opportuna. Io non ti obbedirò in quanto vescovo “ciellino”, ma ti obbedirò come vescovo che ha come punto di riferimento il Vangelo del Cristo radicale.

 
18 luglio 2011


Si è aperta il 17 luglio a Roma alla presenza di 6 mila esperti provenienti da tutto il mondo la Conferenza internazionale sull'Aids. Si prevede che il convegno resti aperto sino a mercoledì 20 luglio e nel suo contesto si prefigura una nuova pagina nella lotta alla malattia scoperta 30 anni fa: i farmaci sono diventati l'arma principale della prevenzione e potrebbero essere decisivi nel riuscire a spegnere la trasmissione dell'infezione, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo.

 
17 luglio 2011


È possibile pensare che l'arrivo di Scola - la cui vicinanza a Comunione e liberazione è ben conosciuta - possa scatenare qualche fibrillazione in quelle figure del mondo cattolico milanese non certo vicine. Preoccupate che egli possa estendere la sua influenza per nominare un rettore dell'Università Cattolica vicino al movimento fondato da don Giussani. Una nomina che spetta di diritto al consiglio di amministrazione del Toniolo, cosa che spiega l'attivismo del segretario di Stato rispetto all'Istituto.

 
16 luglio 2011


Italiani, povera gente. Secondo l'ultimo rapporto Istat sulla ricchezza degli italiani sono 8 milioni 272 mila le persone indigenti che vivono nel nostro Paese, il 13,8% dell'intera popolazione. E dal prossimo anno le famiglie sono destinate a dover pagare anche gli effetti della manovra finanziaria, che per il nucleo medio corrisponde a mille euro di tasse in più in due anni. Colpa del taglio di deduzioni, detrazioni e sconti fiscali previsto nel 2013 e nel 2014.

 
15 luglio 2011


La legge sulle Disposizioni in materia di alleanza terapeutica, di consenso informato e di dichiarazioni anticipate è uno schiaffo ai medici e giuristi, protagonisti di innumerevoli audizioni alla Commissione Affari Sociali ma lo è innanzitutto per i cittadini italiani. Il testo è un collage di emendamenti con cui si è riusciti a peggiorare una proposta di legge che già faceva schifo (parola sgradevole, ma in questo caso assolutamente opportuna).

 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20