RICEVO E PUBBLICO

Caro don Giorgio, reciti qualche S. Rosario

Caro fratello don Giorgio ho 65 anni ho ricevuto il battesimo,la prima comunione, la cresima in rito latino (che è stato un passato fatto  di riti e di incenso) parole sue. Ma i miei sacramenti come i suoi saranno validi? Le messe da me ascoltate come le sue saranno valide? e non conoscendo la sua cronologia forse anche quelle celebrate. Non si capisce tutto questo astio nei confronti delle S.messe in latino. Se uno vuole assistere alla S.Messa in latino quale peccato commette. Sono anche un pecorone(parole sue) che alla domenica e al venerdi riceve il SS.Sacramento, ma anche i suoi 500 fedeli domenicali sono pecoroni ecc.. glielo dica durante l\'omelia a proposito di omelie e articoli giornalistici non ho mai trovato parole contro l\'aborto PECCATO GRAVISSIMO. L\'aborto clinico volontario e con pillole é sostenuto e legiferato da partiti che lei conosce e non menziona. Questo è quello che al 18\\20 per cento dei praticanti cattolici(pecoroni)da fastidio molto più del bunga bunga(peccato grave) con questa percentuale si vincono le elezioni.In televisione e nei suoi articoli  parli con fermezza del problema aborto ma penso che alla 7 non la ospiteranno più. Un consiglio usi meno parole volgari non credo che Gesù ne abbia mai usate, un secondo consiglio reciti qualche S.rosario  nonostante lei non li ritenga utili si ricordi l\'ultimo recitato.
Se ha incertezze preghi Maria invochi Maria.

saluti Giancarlo

Dillo ad un amico:  
<<indietro