Come ne usciremo…

L’EDITORIALE
di don Giorgio

Come ne usciremo…

Ne usciremo tutti (chi riuscirà a sopravvivere!) con le ossa rotte!
Come esseri umani, come cittadini, come credenti.
Forse non ce ne stiamo ancora accorgendo, dato che le paure, le tensioni e certi malcontenti ci tolgono la lucidità di pensare, e di riflettere su quanto in realtà sta accadendo.
Siamo solo preoccupati, tremendamente preoccupati, maledettamente preoccupati di ciò che stiamo perdendo in cose o in soldi, e vorremmo al più presto ricuperare il tempo perduto, come se fosse tutta questione di tempo vissuto, per costrizione, nella inamovibilità e nella improduttività.
Abituati come eravamo prima del virus a evadere ovunque, purché evadere, oggi costretti a stare prigionieri in una casa che era diventata soggiorno momentaneo per mangiare e dormire, o forse neppure per questo, avevamo fatto della fuga altrove la nostra ossessione alla ricerca di una dimora sempre mobile, sì tanto fantasiosa e creativa, ma dietro spinte di sensazioni cutanee, essendo lo spirito (la nostra vera casa) quasi represso dalle nostre più banali esigenze.
Costretti ora a fare i conti con noi stessi, siamo al collasso epidermico, mentre lo spirito rimane negli anfratti di caverne inesplorate, o tenute chiuse da un Ego diabolico.
Come esseri umani ci sentiamo persi e falliti, come cittadini ci sentiamo disorientati e sballottati da doverose restrizioni che pesano come macigni, e come credenti siamo in balìa di un vuoto di Dio che finalmente potrebbe essere lo stimolo a convertirci, ma tutto sembra come sospeso nella vacuità più spaventosa con la corda al collo, con la paura che da un momento all’altro ci tolgano lo sgabello da sotto i nostri piedi.
Sì, ne usciremo tutti con le ossa rotte, ma basterà poco per riprenderci con più vigore quella insensatezza così incollata alla nostra non-esistenza da farne l’unica ragione di non-vita.
Se così continuasse ad esserlo, non avremo scampo: il virus ci lascerà magari indenni, ma saremo vittime del nostro star male interiore che, come un cancro, ci consumerà fino alla follia.
2 maggio 2020
EDITORIALI DI DON GIORGIO 1
EDITORIALI DI DON GIORGIO 2

2 Commenti

  1. simone ha detto:

    Caro Don,
    ho ascoltato, come ogni mattina, il video su Facebook. In questo periodo insiste particolarmente sul “cambiare mentalità” Metanoèite. Un cambiamento che dovrebbe essere spinto e guidato dalla Chiesa. Papa Francesco nella Messa mattutina del 5 Maggio ricordava gli atteggiamenti che ci impediscono di far parte del gregge di Gesù: “la schiavitù delle ricchezze, la rigidità, il clericalismo, l’accidia, la mondanità”. Senza entrare su commenti legati al magistero del Papa, mi sento di evidenziare due atteggiamenti opposti ma entrambi dannosi per la Chiesa. Due atteggiamenti per il quale sarebbe importante cogliere l’occasione della pandemia per un cambio di mentalità.

    La rigidità. Tipica dei tradizionalisti. Loro sono i farisei del 2000; vivono la legge come un’imposizione tanto che la loro fede diventa la legge, il rispetto per la legge. Capaci di incatenare qualsiasi cosa dentro una serie di norme. Loro sono un male per la Chiesa; la rendono ferma, incapace di cogliere l’alito dello Spirito. Sono un male soprattutto perchè credono di meritare la salvezza in virtù del rispetto della legge. Credono di meritare l’amore di Dio, la stima del popolo, il sacrificio di Cristo. Non conoscono il concetto di dono, amore gratuito. Sono dei burocrati attenti al rispetto di riti e norme dei quali non sono in grado di cogliere il vero significato.

    La mondanità. Altro aspetto dannoso che ha reso la Chiesa schiava della ricerca della popolarità. Oggi sembra che alcuni gesti siano compiuti più per aver visibilità sui social che per amore. Tutto si misura in base ai like, alle visualizzazioni, ai commenti del popolo. La Chiesa si è piegata alla logica dei social è caduta nel tranello. Fiera e piena dell’apprezzamento della gente. In questo caso il diavolo ha agito mediante i tanti finti cristiani che interpretano la fede come una tifoseria. Che vedono in un gesto liturgico non la presenza di Cristo ma l’occasione per elogiare il prete (il servo). Il diavolo ha agito mediante il popolo ma la Chiesa non ha resistito alla tentazione. Ci è caduta. Oggi ogni gesto deve essere spettacolare, deve aumentare l’amore (per il prete) dimenticando la vera missione. Sì ad un prete il popolo può chiedere tante cose….il prete una sola cosa dovrebbe fare: condurre a Cristo. Mettendosi in disparte per evitare il rischio che la propria presunzione, arroganza, bisogno di popolarità finisca per offuscare il Risorto.
    La mondanità ha reso la Chiesa carnale, in cerca di una presunta popolarità.

    Cambiare mentalità significa scardinare questi atteggiamenti. E’ un cammino che ogni cristiano deve compiere ma va guidato dalla Chiesa. Dobbiamo tornare a correggere i cattivi comportamenti; fraternamente.
    Questo buonismo ci sta portando nel baratro. Ci sta trasformando in persone perfide; più che mostrare Cristo, mostriamo il demonio.
    Basta finti sorrisi, basta finti apprezzamenti. Si torni a parlar chiaro.
    Non abusiamo della misericordia di Cristo; essa è immensa e tutto coprirà ma noi dobbiamo lottare ogni giorno coi nostri vizi per non sprecare la nostra esistenza.

  2. Palumbo Bartolomeo ha detto:

    E’ evidente:se non cambiamo rotta,virus o non virus,la barca va a fondo.Grazie DON GIORGIO.

Leave a Reply

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi