Scoppia il caso Gemmato anti-vaccini

PRESI

Marcello Gemmato, sottosegretario alla Salute – ANSA
Avrei ben poco da aggiungere alla proteste per quanto ha detto a proposito dei vaccini il sottosegretario alla Salute, Marcello Gemmato, dei Fratelli d’Italia.
Non è l’unico, tutto questo governo, a iniziare dal Capo, bisognerebbe mandarlo a zappare la terra, quella più dura.
Ogni giorno la sua idiozia, ogni giorno la sua imbecillità.
Fino a quando li sopporteremo?
***
da AVVENIRE
Salute.

Scoppia il caso Gemmato anti-vaccini

Eugenio Fatigante martedì 15 novembre 2022
Il sottosegretario nega in tv la validità scientifica degli antidoti. Il segretario dem Letta netto: non può rimanere in carica. E l’esponente di Fdi fa dietrofront: ho sempre sostenuto loro efficacia
Stanno diventando un caso le dichiarazioni sui vaccini del sottosegretario alla Salute, Marcello Gemmato (Fdi), di cui chiede con forza le dimissioni il Pd, a partire dal segretario Enrico Letta. Durante il programma di Rai2 “ReStart”, in onda lunedì sera, Gemmato (che di professione è farmacista) ha dichiarato: «L’Italia è stata prima per mortalità, terza per letalità. Quindi questi grandi risultati non li vedo raggiunti in Italia». Ma senza vaccini sarebbe stato peggio? «Questo lo dice lei, non abbiamo l’onere della prova inversa- ha risposto Gemmato al giornalista Aldo Cazzullo-. Non cado nella trappola di schierarmi a favore o contro i vaccini. Siamo stati per larga parte della pandemia primi per mortalità e letalità. Senza vaccini sarebbe stato peggio? Non so non ne abbiamo la prova».
Ma arrivano subito le reazioni della politica, la stessa chiamata in causa proprio da Gemmato. Il primo a notare le parole infelici del sottosegretario è Benedetto Della Vedova, leader di Più Europa: «Governo dunque apertamente No-vax e anti-scientifico”, twitta, chiedendo una presa di posizione di Giorgia Meloni. «Un sottosegretario alla Salute che nega i vaccini non può rimanere in carica”, gli fa eco il segretario del Pd, Enrico Letta. Si accodano alle critiche altri dem, tra cui l’ex ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che nota le contraddizioni nell’esecutivo: «Gemmato negazionista su vaccini/covid in Italia, Meloni pro vax al G20? C’è confusione sotto il cielo sovranista. Preoccupante per chi deve fare scelte di politica sanitaria”. Chiede le dimissioni dell’esponente di Fdi anche Carlo Calenda, il leader di Azione: «Un sottosegretario alla Salute che non prende le distanze dai no vax è decisamente nel posto sbagliato”.
Ancora più nel merito entra Marco Furfaro, capogruppo del Partito Democratico in commissione Affari sociali: «Sono dichiarazioni pericolose, violente e antiscientifiche. Pericolose perché sminuiscono l’importanza della vaccinazione nel tutelare la vita di tutti, specie degli anziani e dei più fragili, ed è gravissimo che a farlo sia un esponente del Governo. Violente nei confronti di tutti quegli italiani che, purtroppo, non hanno fatto in tempo a beneficiare della vaccinazione. Antiscientifiche perché l’importanza della vaccinazione nel contrastare il Covid è stata già dimostrata. Il vaccino riduce la carica virale e dunque il rischio di trasmissione; abbassa i tempi di negativizzazione da 7 giorni a 4; ha evitato il 72% dei decessi per le persone con più di 80 anni. E non solo: il tasso dei decessi tra le persone non vaccinate è 9 volte più alto, come certificato a luglio dall’ISS. Ci sarebbe da ridere, se non fosse per le bare di Bergamo, per i 180.000 italiani portati via dal Covid. Presenterò un’interrogazione parlamentare: il governo ha il dovere di fare chiarezza, di prendere le distanze da Gemmato e di dire una volta per tutte cosa ha intenzione di fare per contrastare il Covid. Con la scienza, non con i tarocchi”.
Chiamato in causa, Gemmato ha fatto marcia indietro: «Sono stupefatto dalle strumentalizzazioni che l’opposizione sta montando. Le mie parole sono state decontestualizzate” e quindi «oggetto di facili strumentalizzazioni. Ho sempre sostenuto la validità dei vaccini – si difende il sottosegretario – e la capacità che hanno di proteggere soprattutto i più fragili: voglio sgombrare il campo da interpretazioni faziose e ideologiche. L’attività parlamentare di questi anni testimonia in maniera limpida e coerente la posizione mia e di Fdi. Siamo passati dall`emergenza alla convivenza con il virus anche grazie ai vaccini, adesso è tempo di guardare avanti”.
L’Ordine dei medici
“I vaccini sono fondamentali: proprio oggi la premier Giorgia Meloni ne ha richiamato l’importanza. Secondo i calcoli effettuati dall’Iss, la campagna vaccinale ha evitato 150mila morti in Italia. The Lancet ha provato invece che i decessi evitati nel mondo in un anno sono stati venti milioni”. Commenta cosi le affermazioni del sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato, il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici, Filippo Anelli.
Che aggiunge: “Prima di fare qualunque affermazione è opportuno che il sottosegretario utilizzi al meglio gli strumenti che la legge e lo Stato mettono a disposizione, ovvero gli epidemiologi di fama mondiale dell’Istituto superiore di sanità e un ente importantissimo come il Consiglio superiore di sanità”.
“I dati – prosegue – vanno interpretati nella loro complessità e globalità, e per farlo il sottosegretario ha a disposizione tutti gli strumenti scientifici”. “La nostra categoria prima dell’avvio della campagna vaccinale contava diversi morti ogni mese – conclude Anelli -. Dopo tre mesi dall’inizio delle immunizzazioni i decessi fra i medici si sono azzerati”.
Per il video clicca

qui

 

Lascia un Commento

CAPTCHA
*

 

Questo sito utilizza cookie a scopo tecnico, analitico e profilante anche di terze parti. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Cosa sono i cookie

In informatica i cookie – letteralmente “biscotto” - sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server.
Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un Browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stesso dominio web.

Tipologie di cookie

Cookie tecnici
Sono cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web, permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate o di settare alcune preferenze sul sito web e ritrovarle settate al prossimo accesso.
Senza il ricorso a tali cookie alcune operazioni sul sito potrebbero non essere possibili o potrebbero essere più complesse e meno sicure.
Cookie di profilazione
Sono cookie utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati.
Cookie di terze parti
Sono cookie installati da siti differenti da quello sul quale si sta navigando generalmente a scopo di profilazione oppure per attivare specifiche funzionalità (ad esempio i cookie installati per i social plugins).
In tali casi, tuttavia, il Titolare del trattamento dei dati personali acquisiti tramite questo sito internet è esente da qualsiasi forma di responsabilità in tal senso posto che l’operatività di tali cookies rientra nella piena ed esclusiva responsabilità di società terze.

Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Google Analytics
Il sito include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.
Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:
https://www.google.it/policies/privacy/partners/

Conferimento dei dati
Fatta eccezione per i cookie tecnici strettamente necessari alla normale navigazione, il conferimento dei dati è rimesso alla volontà dell’interessato che decida di navigare su questo sito dopo aver preso visione dell’informativa breve contenuta nell’apposito banner e di usufruire dei servizi che comportano l’installazione di cookie.
Chiudendo il banner o proseguendo nella navigazione o selezionando un qualsiasi elemento della pagina, l’utente presta il consenso all’utilizzo di tutti i cookie presenti sul sito (inclusi quelli di terze parti) e il suo consenso viene memorizzato in un apposito cookie tecnico in modo che il banner non venga più visualizzato durante i futuri accessi al sito.
Come disattivare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile rifiutare tutti i cookie o permettere l’installazione di cookie provenienti solo da alcuni siti scelti. Il blocco di tutti i cookie potrebbe inficiare il corretto funzionamento di alcune funzionalità dei siti che si visitano.
Queste le istruzioni per disattivare / attivare i cookie nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Attivare%20e%20disattivare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392971?hl=it-IT
Come cancellare i cookie
Attraverso le impostazioni del proprio Browser è possibile cancellare tutti i cookie salvati sul proprio dispositivo.
Queste le istruzioni per cancellare i cookie (o solo alcuni di essi) nei principali Browser:
•    Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
•    Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
•    Apple Safari: https://support.apple.com/kb/PH17191?locale=it_IT
•    Microsoft Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/delete-manage-cookies#ie=ie-11
•    Apple Safari su iOS: https://support.apple.com/it-it/HT201265
•    Google Android: https://support.google.com/chrome/answer/2392709?hl=it

Per completezza si informa l’utente che è possibile avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente decidendo di accettarli solo da parte di alcune società cliccando sulla risorsa Your Online Choices raggiungibile dal seguente link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte.

Chiudi